Apri il menu principale

Le suore sacramentine sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

 
Geltrude Comensoli, fondatrice dell'istituto

La congregazione venne fondata nel 1882 a Bergamo dal sacerdote italiano Francesco Spinelli (1853-1913) con l'aiuto di Geltrude Comensoli (1847-1903): venne canonicamente eretta come istituto di diritto diocesano dal vescovo di Lodi l'8 settembre del 1891, erezione confermata dal vescovo di Bergamo nel 1982.[2]

L'istituto ottenne il pontificio decreto di lode l'11 aprile del 1900 ed è stato approvato definitivamente dalla Santa Sede il 14 dicembre del 1906: le sue costituzioni sono state approvate il 5 giugno 1910.[2]

Giovanni Paolo II ha beatificato la fondatrice nel 1989 e il fondatore nel 1992.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le sacramentine si dedicano all'adorazione del santissimo Sacramento e all'educazione della gioventù in asili, scuole, convitti e oratori.

Oltre che in Italia, sono presenti in Svizzera, Croazia, America meridionale (Bolivia, Brasile, Ecuador), e Africa (Kenya, Malawi);[4] la sede generalizia è a Bergamo.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 810 religiose in 101 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1676.
  2. ^ a b DIP, vol. VIII (1988), coll. 165-166, voce a cura di P. Calliari.
  3. ^ Tabella riassuntiva delle beatificazioni avvenute nel corso del pontificato di Giovanni Paolo II, su vatican.va. URL consultato il 19-11-2009.
  4. ^ Da oltre centoventisette anni a servizio del Vangelo (PDF) [collegamento interrotto], su sacramentinedibergamo.it. URL consultato il 20 novembre 2009.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo