TOP500

ranking

Il progetto TOP500 mira a creare una lista aggiornata dei 500 più potenti supercomputer non distribuiti del pianeta. Il progetto venne avviato nel 1993 e aggiorna la lista dei sistemi due volte all'anno. Il primo aggiornamento coincide con l'International Supercomputing Conference di giugno, il secondo si ha a novembre durante la ACM/IEEE Supercomputing Conference. Il progetto mira a fornire una base di riferimento comune per analizzare l'evoluzione del supercalcolo. Le prestazioni dei sistemi vengono valutate tramite il benchmark HPL, una implementazione portabile del benchmark LINPACK scritta in Fortran per sistemi non distribuiti.

Potenza di calcolo totale dei sistemi elencati dalla TOP500 dal 1993 al 2014. La scala che indica la potenza (Y) in GigaFLOPS è in base logaritmica

La lista TOP500 è compilata da Jack Dongarra (Università del Tennessee), Erich Strohmaier e Horst Simon (NERSC/Lawrence Berkeley National Laboratory); dal 1993 fino alla sua morte nel 2014, era compilata anche da Hans Meuer (Università di Mannheim).

Storia del progettoModifica

All'inizio degli anni novanta la diffusione di diversi supercomputer, basati su architetture e filosofie diverse rendeva difficile definire quale fosse il sistema più potente del pianeta. All'inizio del 1992 presso l'Università di Mannhein venne avviata la creazione di una lista dei più potenti sistemi del pianeta. All'inizio del 1993 Jack Nongarra persuase i responsabili del progetto a utilizzare il test LINPACK per misurare le prestazioni dei sistemi. Il primo elenco venne pubblicato nel maggio del 1993 utilizzando dati presenti su internet, incluse le seguenti liste:[1][2]

Le informazioni furono utilizzate per compilare le prime due liste. Dal giugno 1993 la TOP500 viene aggiornata ogni due anni tramite le informazioni provenienti dai produttori e dai proprietari dei sistemi.

Fin dal 1993 la potenza di calcolo del sistema in prima posizione segue la legge di Moore e ogni 14 mesi si raddoppia. Il più rapido sistema a novembre del 2014 (il Tianhe-2 con un Rpeak di 54,9024 PFLOPS) è 419 102 volte più veloce di quello esistente nel novembre del 1993, il Connection Machine CM-5/1024 (con 1024 core ed un Rpeak di 131 GFLOPS).

Lista (prime 10 posizioni)Modifica

La seguente tabella mostra le prime dieci posizioni della 51ª TOP500 di giugno 2018[3]
Posizione Rmax
Rpeak
(PFLOPS)
Nome computer Modello Architettura CPU Interconnessione Produttore Site
country, year
Sistema operativo
1   122.300
187.659
Summit Power System AC922 POWER9, Tesla V100 Infiniband EDR IBM Oak Ridge National Laboratory
  Stati Uniti, 2018
Linux (RHEL)
2   93.015
125.436
Sunway TaihuLight Sunway MPP SW26010 Sunway[4] NRCPC National Supercomputing Center in Wuxi
  Cina, 2016[4]
Linux (Raise)
3   71.610
119.194
Sierra Power System S922LC POWER9, Tesla V100 Infiniband EDR IBM Lawrence Livermore National Laboratory
  Stati Uniti, 2018
Linux (RHEL)
4   61.445
100.679
Tianhe-2A TH-IVB-FEP Xeon E5–2692 v2, Matrix-2000 TH Express-2 NUDT National Supercomputing Center in Guangzhou
  Cina, 2013
Linux (Kylin)
5   19.880
32.577
AI Bridging Cloud Infrastructure[5] PRIMERGY CX2550 M4 Xeon Gold 6148, Tesla V100 Infiniband EDR Fujitsu National Institute of Advanced Industrial Science and Technology
  Giappone, 2018
Linux
6   19.590
25.326
Piz Daint Cray XC50 Xeon E5-2690 v3, Tesla P100 Aries Cray Inc. Swiss National Supercomputing Centre
  Svizzera, 2016
Linux (CLE)
7   17.590
27.113
Titan Cray XK7 Opteron 6274, Tesla K20X Gemini Cray Inc. Oak Ridge National Laboratory
  Stati Uniti, 2012
Linux (CLE, SLES)
8   17.173
20.133
Sequoia Blue Gene/Q A2 Custom IBM Lawrence Livermore National Laboratory
  Stati Uniti, 2013
Linux (RHEL e CNK)
9   14.137
43.903
Trinity Cray XC40 Xeon E5–2698 v3, Xeon Phi 7250 Aries Cray Inc. Los Alamos National Laboratory
  Stati Uniti, 2015
Linux (CLE)
10   14.015
27.881
Cori Cray XC40 Xeon Phi 7250 Aries Cray National Energy Research Scientific Computing Center
  Stati Uniti, 2016
Linux (CLE)

Legenda:

  • Posizione Posizione nella classifica TOP500. Nella classifica la posizione viene definita in base alla Rmax. Nel caso due sistemi abbiano lo stesso valore di Rmax, si utilizza il valore Rpeak. Per i siti con lo stesso sistema l'ordine dipende dalla memoria installato e per ultimo si utilizza l'ordine alfabetico.
  • Rmax - Il massimo valore ottenuto con il benchmark LINPACK. Questo rappresenta il numero di operazioni in virgola mobile eseguite dal sistema durante lo svolgimento dei test.
  • Nome - Molti supercomputer sono unici e quindi il proprietario tende ad assegnare un nome specifico al sistema.
  • Modello - La piattaforma sulla quale è costruito il sistema.
  • Architettura - L'architettura dei core.
  • Interconnessione - Il protocollo utilizzato per l'interconnessione dei nodi.
  • Produttore - Il produttore del sistema.
  • Sito - Nome del sito dove è installato il sistema.
  • Nazione - Nazione dove si trova il sito.
  • Anno - Anno di installazione/di aggiornamento del sistema.
  • Sistema Operativo - Sistema operativo utilizzato dal supercomputer

Confronto primi 10 paesiModifica

Dati aggiornati a giugno 2020[6]

Nazione Numero di
supercomputer
nella TOP500
Rmax
Rpeak
(GFLOPS)
Core
1   Cina 226 565553102
1184700707
31277940
2   Stati Uniti 113 136696802
195094995
15216248
3   Giappone 29 527607512
691558660
11153228
4   Francia 19 79878820
121553694
2428600
5   Germania 16 68713720
101130880
1747574
6   Paesi Bassi 15 24736650
31795200
864000
7   Irlanda 14 23087540
29675520
806400
8   Canada 13 27923060
50348729
767296
9   Regno Unito 10 30950142
37703042
1168368
10   Italia 7 87188790
128918596
1811568

Sistema in prima posizione dal 1993Modifica

NoteModifica

  1. ^ AN INTERVIEW WITH JACK DONGARRA by Alan Beck, editor in chief HPCwire Archiviato il 28 settembre 2007 in Internet Archive.
  2. ^ Statistics on Manufacturers and Continents
  3. ^ TOP500 Supercomputer Sites, su top500.org, giugno 2018.
  4. ^ a b China Tops Supercomputer Rankings with New 93-Petaflop Machine – TOP500 Supercomputer Sites, su top500.org.
  5. ^ ABCI, ABCI, su abci.ai, National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST). URL consultato il 25 giugno 2018.
  6. ^ (EN) TOP500 List Statistics, su top500.org, TOP500.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica