Tambov

città della Russia
Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tambov (disambigua).

Tambov (in russo Тамбо́в, pronuncia /tɐmˈbof/) è una città della Russia sud-occidentale di 280.856 abitanti[1], situata nella parte centrale del bassopiano della Oka e del Don, sulla sponda sinistra del fiume Cna 480 km a sudest di Mosca; è capoluogo dell'omonimo oblast' e del rajon (distretto) Tambovskij, dal quale è però amministrativamente separata.

Tambov
città (gorod)
Тамбо́в
Tambov – Stemma
Tambov – Bandiera
Tambov – Veduta
Tambov – Veduta
Il Monastero di Nostra Signora di Kazan.
Localizzazione
StatoBandiera della Russia Russia
Circondario federaleCentrale
Soggetto federale Tambov
RajonNon presente
Territorio
Coordinate52°43′00″N 41°25′00″E / 52.716667°N 41.416667°E52.716667; 41.416667 (Tambov)
Altitudine130 m s.l.m.
Superficie90,87 km²
Abitanti288 895[1] (2015)
Densità3 179,21 ab./km²
Altre informazioni
LingueRusso
Cod. postale392000
Prefisso4752
Fuso orarioUTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Tambov
Tambov
Sito istituzionale

Storia modifica

L'origine della città risale al 1636, quando fu fondata per decreto dello zar Michail Fëdorovič Romanov come fortezza per presidiare il confine tra il Granducato di Mosca e il territorio dei Tatari di Crimea; dopo poco tempo divenne preponderante il suo ruolo come centro di commercio. Al 1781 risale il suo curioso stemma comunale, che rappresenta un alveare che dovrebbe simboleggiare, a quanto pare, l'operosità dei residenti. Dal 1796 al 1937 fu capoluogo dell'omonimo Governatorato.

Nel 1920 fu teatro di una delle più grandi insurrezioni contadine nei confronti delle autorità sovietiche. I contadini si ribellarono alla leva obbligatoria, alle requisizioni forzate dei cereali da parte dell’Armata Rossa e all’ammasso coatto del raccolto nei depositi statali. Ridotti all'indigenza, i contadini organizzarono una rivolta, che durò ben undici mesi, prima di venire sconfitta (1921).[senza fonte].

Durante la seconda guerra mondiale fu un'importante città situata in una posizione strategica rispetto allo scenario di guerra e sede di campi di prigionia sovietici ove furono internati migliaia di prigionieri italiani, durante la campagna di Russia.[2]

Al giorno d'oggi Tambov è un importante centro industriale e culturale, sede di teatri, gallerie d'arte e università.

Società modifica

Evoluzione demografica[3] modifica

Questo grafico non è disponibile a causa di un problema tecnico.
Si prega di non rimuoverlo.

Sport modifica

La principale società calcistica cittadina, il Futbol'nyj Klub Tambov, ha ottenuto per la prima volta la promozione in Prem'er-Liga per la stagione sportiva 2019-2020.

Monumenti modifica

Note modifica

  1. ^ a b stima di Rosstat
  2. ^ Carlo Vicentini, Documentazione russa relativa ai prigionieri di guerra italiani (PDF)[collegamento interrotto], Unione Nazionale Italiana Reduci di Russia, p. 12. URL consultato l'8 gennaio 2019.
  3. ^ (RU) Cities and towns of Russia, su pop-stat.mashke.org. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  4. ^ Monumenti di Tambov

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN143071643 · LCCN (ENn81003326 · GND (DE4240877-5 · J9U (ENHE987007566730505171
  Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Russia