Apri il menu principale

Tanguy (film)

film del 2001 diretto da Étienne Chatiliez
Tanguy
Titolo originaleTanguy
Paese di produzioneFrancia
Anno2001
Durata108 min
Generecommedia
RegiaÉtienne Chatiliez
SceneggiaturaÉtienne Chatiliez
Laurent Chouchan
ProduttoreCharles Gassot
MusichePascal Andreacchio
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tanguy è un film commedia romantica francese del 2001 scritta e diretta da Étienne Chatiliez.

Il film descrive in maniera talmente accurata il fenomeno sociologico dei figli ormai adulti che non vogliono andare a vivere da soli, che in Francia la parola Tanguy è diventata sinonimo di un adulto che vive ancora con i suoi genitori.

Nel 2006 è stato realizzato un remake statunitense di questo film, A casa con i suoi.

TramaModifica

Tanguy è un ragazzo di 28 anni, ormai prossimo alla laurea, parla il cinese e il giapponese e ha una passione per la filosofia orientale. Conduce la sua vita in tranquillità insieme ai genitori e non ha alcuna intenzione di andare via da casa almeno fino a dopo la tesi, la quale dovrebbe aprirgli le porte di un lavoro a Pechino. Quando manca un mese alla laurea tanto attesa, Tanguy comunica ai genitori di aver deciso di rinviare tutto di un anno e mezzo per evitare di rovinare per la fretta il lavoro svolto. Il padre prende la cosa con apparente tranquillità, ma la madre inizia a essere infastidita da ciò, poiché il figlio ingombra in casa e toglie loro qualunque possibile momento di intimità. Tanguy non si decide neanche con la propria ragazza e così si diverte a portare a casa conoscenze occasionali che ospita per la notte e presenta ai genitori la mattina dopo a colazione. Quando non sopporta più la situazione, Edith, la madre, decide che il figlio deve essere in qualche modo spinto ad andare via. Così lei e il marito cominciano a fare a Tanguy una serie di dispetti, sperando di indurlo a uscire di casa. Tutto si rivela inutile e così alla fine i genitori parlano apertamente a Tanguy, dicendogli che è giunta l'ora di lasciare il nido familiare. Tanguy trova un appartamentino a Chinatown, ma vi resta poco poiché non sa vivere solo, non riesce a dormire, ha crisi di panico e così torna a casa. Per ripicca i genitori cominciano a trattarlo come un bambino, finché Tanguy arriva a citarli in tribunale e Paul, su consiglio del giudice, sta per assoldare due malviventi per far picchiare il figlio. Però proprio prima che questo accada, Tanguy decide di partire per Pechino. Dopo dieci mesi i genitori vanno dal figlio che si è sposato, sta per diventare padre ma vive con la famiglia di lei.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema