Apri il menu principale

Teresa Del Vecchio

attrice teatrale e attrice cinematografica italiana

BiografiaModifica

[1]

Dopo essersi diplomata al liceo classico, decide di frequentare diversi corsi di recitazione e dizione, oltre che una scuola di tango e canto come soprano leggero.[2]
Debutta nel 1985 in Cabaret e L'uccellino azzurro di Maurice Maeterlinck. Successivamente recita nell'adattamento teatrale del romanzo di Evgenij Schwarz Il drago diretta da Francesco Bovicelli. Continua ininterrottamente la sua carriera teatrale;recita in Sogno di una notte di mezza estate diretta da Maria Luisa Santella, in Francesco D'Assisi diretta da Salvatore Condelli e poi è chiamata a declamare le poesie della rassegna Theatron. Viene poi scelta da Francesco Silvestri per le sue due commedie musicali:Ali e La guerra di Martin. Nel 1991 scrive la commedia Chi ha ucciso Concettina Scapece? con la quale si classifica al 2º posto al festival di Lariano.[3] Dopo questa esperienza comincia a lavorare con i grandi nomi del teatro partenopeo. Dapprima entra a far parte della compagnia di Carlo Giuffré, con il quale recita in Le voci di dentro e Napoli Milionaria (di Eduardo De Filippo), e I casi sono due e La fortuna con l' effe maiuscola. Dopo una breve esperienza con Luigi De Filippo, entra a far parte stabilmente nella compagnia di Vincenzo Salemme, con il quale recita in Passerotti o pipistrelli, Di Mamma ce n' è una sola, Sogni e bisogni, L'amico del cuore, Faccio a pezzi il teatro, Cose da pazzi, La gente vuole ridere, La gente vuole ridere ancora.
Dopo la felice esperienza con Salemme, entra a far parte della compagnia di Biagio Izzo. Con quest'ultimo recita in Due comici in Paradiso, Il re di New York, Una pillola per piacere, Un tè per tre, Guardami Guardami, Tutti con me".

CinemaModifica

[4]

Con Salemme e Izzo recita anche al cinema. Li affianca in: L'amico del cuore, Amore a prima vista, Volesse il cielo, Cose da pazzi, No problem (di Salemme), Ci sta un francese, un inglese e un napoletano (di Eduardo Tartaglia).
Al 62º Festival di Venezia riceve il premio della critica per il film Mater Natura di Massimo Andrei, oltre ad essere premiata per l'interpretazione di Armandina al Festival del Cinema di Pantelleria.

TeatroModifica

  • L'uccellino azzurro (1980)
  • Camorristi (1984)
  • Little bar (1984)
  • Cesare e tanti altri (1984)
  • Ali (1984)
  • La guerra di Martin (1984)
  • Francesco d'Assisi (1984)
  • Sogno di una notte di mezza estate (1984)
  • Il drago (1984)
  • Cabaret (1985)
  • Un valletto su misura (1985)
  • Lisistrata (1985)
  • Varietà (1985)
  • Il re villano (1985)
  • Chi ha ucciso Concettina Scapece? (1991)
  • Non è vero... ma ci credo (1992)
  • I casi sono due (1992)
  • Le voci di dentro (1992)
  • Passerotti o pipistrelli? (1993)
  • Delizie e misteri napoletani (1995)
  • Miseria e nobiltà (1995)
  • La fortuna con l'effe maiuscola (1995)
  • Lo strano caso di Felice C. (1996)
  • Non ti pago (1997)
  • L'amico del cuore (1998)
  • La fabbrica delle creature (2000)
  • Faccio a pezzi il teatro! (2001)
  • Sogni e bisogni (2001)
  • Di mamma ce n'è una sola (2001)
  • Tina fai presto (2003)
  • La gente vuole ridere (2005)
  • La gente vuole ridere ancora (2006)
  • Due comici in paradiso (2007)
  • Il re di New York (2008)
  • Un tè per tre (2010)
  • Guardami guardami (2011)
  • Una pillola per piacere (2011)
  • Tutti con me (2013)
  • Come un Cenerentolo (2014)

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TvModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica