Apri il menu principale

Uomini coccodrillo

film del 1959 diretto da Roy Del Ruth
Uomini coccodrillo
Titolo originaleThe Alligator People
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1959
Durata74 min
Dati tecnicib/n
Generefantascienza, orrore
RegiaRoy Del Ruth
SoggettoOrville H. Hampton, Charles O'Neal
SceneggiaturaOrville H. Hampton, Robert M. Fresco (non accreditato)
FotografiaKarl Struss
MontaggioHarry Gerstad
MusicheIrving Gertz
ScenografiaJohn Mansbridge, Lyle R. Wheeler
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Uomini coccodrillo è un film horror fantascientifico del 1959, diretto dal regista Roy Del Ruth.

È una delle pochissime pellicole di fantascienza degli anni '50 - insieme all'inedita Attack of the Giant Leeches (1959) di Bernard L. Kowalski - ad essere ambientata nel Profondo Sud degli Stati Uniti (nel caso specifico, nelle paludi della Louisiana).

TramaModifica

Terribilmente ustionato nel viso e con tutte le ossa fratturate a seguito di un incidente aereo, Paul Webster viene portato nella casa materna in Louisiana, dove il dottor Sinclair ha allestito una clinica nella quale sta studiando le proprietà di un siero ricavato dalle cellule di un alligatore che nelle sue intenzioni dovrebbe rigenerare, come accade ai rettili, parti mutilate o gravemente danneggiate. L'uomo, come diversi altri pazienti reduci dalla guerra, si sottopone fiducioso alle cure dello scienziato sperando di poter tornare dalla moglie Joyce. Ma durante la partenza per la luna di miele, riceve un telegramma dal dottor Sinclair e se ne va senza spiegazioni; il siero nonostante il successo iniziale, dopo un anno presenta effetti collaterali spaventosi: la pelle di Paul si indurisce ed assume un orrido colorito verdastro e gli si arrochisce la voce. Joyce, nel frattempo sulle tracce del marito e decisa a non arrendersi, giunge alla casa laboratorio e scopre l'orribile verità dal dottore e dalla madre di Paul. Durante una notte piovosa, mentre è alla ricerca di Paul nella palude, viene trovata e quasi violentata dal folle Manon, ossessionato dagli alligatori dopo che uno di essi gli ha amputato una mano. Joyce viene tratta in salvo proprio da Paul. Assetato di vendetta, Manon assalta il laboratorio sabotando i macchinari e rimane ucciso da un corto circuito durante un breve scontro con Paul, che intanto si stava sottoponendo ad un ultimo disperato esperimento, venendo invece trasformato in un alligatore antropomorfo dal raggio al cobalto fuori controllo che doveva curarlo. Mentre la madre di Paul e Sinclair muoiono in un'esplosione che distrugge il laboratorio, il povero Paul, resosi conto del suo aspetto mostruosamente peggiorato, fugge nelle paludi dove cade e affonda in una pozza di sabbie mobili sotto lo sguardo dell’amata Joyce, che urla addolorata.

Collegamenti esterniModifica