Apri il menu principale
Viale Regina Margherita
Roma - Salario - Viale Regina Margherita.jpg
Viale Regina Margherita nei pressi di piazza Buenos Aires.
Nomi precedentiViale Regina
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
CircoscrizioneMunicipio Roma II
QuartiereQ. IV Salario
Q. V Nomentano
Q. XVII Trieste
Codice postale00198
Informazioni generali
TipoStrada carrabile
Lunghezza1 600m circa
PavimentazioneAsfalto
IntitolazioneA ricordo della prima Regina di Italia Margherita di Savoia (1851-1926), moglie di Re Umberto I
Collegamenti
InizioVia Salaria
FinePiazza Sassari
IntersezioniVia Nomentana
Luoghi d'interesseVilla Albani

Viale Regina Margherita è una strada di Roma che collega i quartieri Trieste, Salario e Nomentano.

Dedicato alla Regina Margherita di Savoia, consorte del re Umberto I, costituisce un continuum con viale Liegi e viale Regina Elena. Il viale inizia con l'incrocio di via Salaria e termina a piazza Sassari, nei pressi del policlinico Umberto I e della Sapienza.

Nel tratto da via Nomentana a piazza Sassari, il viale è caratterizzato dalla presenza di palazzine e villini di pregevole fattura, realizzati nel periodo compreso tra il 1910 e il 1917. La maggior parte di essi sono opera di Pio e Marcello Piacentini[1].

Il viale Regina Margherita è stato inaugurato il 24 maggio 1932, alla presenza di Benito Mussolini.

L'intitolazione del viale alla Regina MargheritaModifica

 
Edifici a viale Regina Margherita

La strada e la piazza all'incrocio con via Alessandria furono intitolate alla Regina Margherita il 21 gennaio 1926, a seguito della sua morte avvenuta il 4 gennaio, con deliberazione del Governatore Filippo Cremonesi n. 90[2] che così recita:

«Se tutto il popolo italiano, in ogni ordine e ceto, ha vivi la memoria e il culto della sua prima regina, questo culto ha ragioni e radici ben più profonde nell'anima di Roma che per la sua funzione di Capitale, come nessun'altra città, sentì impersonata dall'Augusta Sovrana la tradizione di gentilezza, di nobiltà di fierezza della gente italica, sia che Ella sul Quirinale splendesse nella grazia dell'ingegno temprato a ogni cosa bella, sia che regalmente umile si chinasse a lenire ogni dolore, ogni sofferenza.»

«Ed Ella fu invero l'incarnazione e l'espressione di quanto gentile e fiero ha l'anima italiana; Ella fu il fiore del latin sangue gentile sbocciato di sul robusto ceppo della Casa Sabauda feconda di eroi: fu la prima Regina che il popolo espresse dalla compiuta unità»

figlia e regina del sacro
rinnovato popolo latino

«Fervida assertrice di spiriti italiani nel dolore e nella gioia, sembrò l'immagine vivente della gente italica dalle molte gioie e dai molti dolori, e mai non disperò, nè pure in tristi tempi, delle fortune della Patria perchè è romano e italiano virilmente patire e fortemente amare. Poi, quando apparvero i segni precursori di una risurrezione, Ella li salutò e seguì con presago cuore.»

«Ora la Signora Augusta dorme nella gloria del Pantheon, ma il Suo spirito è vivo e operante nello spirito degli italiani. Nulla potrebbe accrescere il prestigio della Sua memoria: Roma ama tuttavia che dal Suo venerato Nome si intitolino alcuni luoghi dell'abitato là dove la Città sembra lanciarsi con la sua espansione alla conquista del nuovi destini, perchè il Nome Augusto le sia di augurio.»

«Il Governatore delibera perciò che al nome della Regina Margherita vengano intitolati il Viale e la Piazza Regina.»

CollegamentiModifica

È percorsa dalle linee tramviarie:

  • Linea  : Valle Giulia - Piazzale Ostiense
  • Linea  : Piazza Risorgimento - Piazza dei Gerani

Lungo Viale Regina Margherita ci sono 5 fermate dei tram:

  • Buenos Aires
  • Viale Regina Margherita/Nizza
  • Viale Regina Margherita/Nomentana
  • Viale Regina Margherita/Galeno
  • Viale Regina Margherita/Morgagni

NoteModifica

  1. ^ Rendina-Paradisi, p. 1109-1110.
  2. ^ Governatorato, Deliberazione n. 90 del 21 gennaio 1926.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma