Vicariato apostolico dell'Anatolia

Vicariato apostolico dell'Anatolia
Vicariatus Apostolicus Anatoliensis
Chiesa latina
Mappa della diocesi
Vicario apostolico Paolo Bizzeti, S.J.
Sacerdoti 8 di cui 8 regolari
187 battezzati per sacerdote
Religiosi 10 uomini, 6 donne
Battezzati 1.500
Parrocchie 6
Erezione 13 marzo 1845; ristabilita 20 giugno 1931
Rito romano
Cattedrale Annunciazione
Concattedrali Sant'Antonio di Padova
Indirizzo Yenisehir Mah. Mithat, Pasa Caddesi 5, P.K. 75, 31201 Iskenderun, Turkiye
Sito web www.anadolukatolikkilisesi.org
Dati dall'Annuario pontificio 2018 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Turchia
La chiesa di San Paolo ad Adana
La concattedrale di Sant'Antonio di Padova a Mersin.

Il vicariato apostolico dell'Anatolia (in latino: Vicariatus Apostolicus Anatoliensis) è una sede della Chiesa cattolica in Turchia immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2017 contava 1.500 battezzati. È retta dal vescovo Paolo Bizzeti, S.J.

TerritorioModifica

Il vicariato apostolico ha giurisdizione sui fedeli cattolici di rito latino residenti nella parte centro-orientale della regione turca dell'Anatolia.[1]

Sede del vicariato è la città di Alessandretta (Iskenderun in turco), dove si trova la cattedrale dell'Annunciazione. A Mersin sorge la concattedrale dedicata a sant'Antonio di Padova.

Il territorio è suddiviso in 6 parrocchie. Sono presenti comunità cattoliche nelle seguenti città: Adana, Alessandretta, Antiochia, Güzelyayla, Mersin, Samsun, Tarso, Trebisonda.

StoriaModifica

La prefettura apostolica di Trebisonda fu eretta il 13 marzo 1845 ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Costantinopoli; fu affidata alle cure dei frati Cappuccini, che erano stati cacciati dalla missione di Tbilisi dai Russi. Essa comprendeva la zona costiera sul Mar Nero, nella parte centro-orientale dell'Anatolia (per questo motivo è conosciuta anche con il nome di prefettura apostolica del Mar Nero). Il 12 settembre 1896 la prefettura apostolica fu soppressa ed il suo territorio incorporato nuovamente a quello del vicariato apostolico di Costantinopoli.

Il 20 giugno 1931 con il breve Quae ad christiani di papa Pio XI le due circoscrizioni furono nuovamente separate ed in questa occasione fu creata la missione sui iuris di Trebisonda, immediatamente soggetta alla Congregazione di Propaganda Fide, che comprendeva sostanzialmente il medesimo territorio della prefettura apostolica precedente. Sede del superiore ecclesiastico era la città di Samsun.

Il 30 novembre 1990 con il decreto Quo melius della Congregazione per le Chiese Orientali la missione sui iuris è stata elevata a vicariato apostolico, incorporando la parte centro-meridionale dell'Anatolia (appartenuta in precedenza al vicariato apostolico di Costantinopoli) ed assumendo il nome attuale. Sede del vicario apostolico era la città di Mersin, trasferita il 29 giugno 2000 ad Alessandretta.[2]

Il 3 giugno 2010 il vicario apostolico Luigi Padovese fu assassinato dal suo autista.[3]

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Damiano da Viareggio, O.F.M.Cap. † (1845 - 1852)
  • Filippo Maria da Bologna, O.F.M.Cap. † (1852 - 1881)
  • Eugenio da Modica, O.F.M.Cap. † (1881 - 12 settembre 1896)
    • Sede soppressa (1896-1931)
  • Michele da Capodistria, O.F.M.Cap. † (1931 - 1933)
  • Giovanni da Fivizzano, O.F.M.Cap. † (9 marzo 1933 - 1955)
  • Prospero Germini da Ospitaletto, O.F.M.Cap. † (1955 - 1961)
  • Michele Salardi da Novellara, O.F.M.Cap. † (1961 - 1966)
  • Giuseppe Germano Bernardini, O.F.M.Cap. (19 dicembre 1966 - 22 gennaio 1983 nominato arcivescovo di Smirne)
    • Giuseppe Germano Bernardini, O.F.M.Cap. (22 gennaio 1983 - 2 luglio 1993 dimesso) (amministratore apostolico)
  • Ruggero Franceschini, O.F.M.Cap. (2 luglio 1993 - 11 ottobre 2004 nominato arcivescovo di Smirne)
  • Luigi Padovese, O.F.M.Cap. † (11 ottobre 2004 - 3 giugno 2010 deceduto)
  • Paolo Bizzeti, S.J., dal 14 agosto 2015

StatisticheModifica

Il vicariato apostolico nel 2017 contava 1.500 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 175 3.850.000 0,0 4 4 43 3
1970 200 4.500.000 0,0 4 2 2 50 4
1999 3.000 ? ? 10 1 9 300 1 19 10 6
2000 4.500 ? ? 11 5 6 409 1 15 10 7
2002 4.500 ? ? 14 8 6 321 1 14 12 6
2003 4.550 ? ? 9 3 6 505 1 14 12 7
2004 4.550 ? ? 11 4 7 413 1 15 11 8
2010 4.363 ? ? 8 1 7 545 8 7 6
2014 2.800 ? ? 7 7 400 9 3 6
2015 3.000 ? ? 7 7 428 8 3 6
2017 1.500 ? ? 8 8 187 10 6 6

NoteModifica

  1. ^ Storia del vicariato apostolico, su anadolukatolikkilisesi.org. URL consultato il 13 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2012).
  2. ^ S.I.C.O. 2000, p. 260.
  3. ^ Notizia sull'Osservatore Romano.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN150832319 · WorldCat Identities (EN150832319
  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi