Apri il menu principale

Villafranca Padovana

comune italiano
Villafranca Padovana
comune
Villafranca Padovana – Stemma Villafranca Padovana – Bandiera
Villafranca Padovana – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
SindacoDorio Fausto (Centro destra) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate45°30′N 11°48′E / 45.5°N 11.8°E45.5; 11.8 (Villafranca Padovana)Coordinate: 45°30′N 11°48′E / 45.5°N 11.8°E45.5; 11.8 (Villafranca Padovana)
Altitudine22 m s.l.m.
Superficie23,96 km²
Abitanti10 476[1] (30-11-2018)
Densità437,23 ab./km²
FrazioniRonchi di Campanile, Taggì di Sopra, Taggì di Sotto
Comuni confinantiCampodoro, Limena, Mestrino, Padova, Piazzola sul Brenta, Rubano
Altre informazioni
Cod. postale35010
Prefisso049
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT028103
Cod. catastaleL947
TargaPD
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitantiVillafranchesi
PatronoSanta Cecilia
Giorno festivo13 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villafranca Padovana
Villafranca Padovana
Villafranca Padovana – Mappa
Posizione del comune di Villafranca Padovana all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Villafranca Padovana (Viłafranca in veneto) è un comune italiano di 10 476 abitanti[1] della provincia di Padova in Veneto, situato a nord-ovest del capoluogo di provincia.

StoriaModifica

Il nome di Villafranca appare per la prima volta nel 1190 in un documento scritto che riporta l'atto di fondazione della chiesa di S. Cecilia.
Il toponimo Villafranca si riferisce probabilmente ad una zona libera da dazi sulle merci già costituita da piccoli comuni rurali che tentavano di sottrarsi a vincoli feudali. La posizione del territorio, al confine tra Padova e Vicenza potrebbe inoltre aver favorito il nascere di un centro che poteva godere di particolari esenzioni.
Durante il periodo medievale il territorio di Villafranca fu teatro dei frequenti scontri tra padovani e vicentini fino a quando, col passaggio sotto la dominazione veneziana, si ebbe un duraturo periodo di pace. In quest'epoca vennero intraprese opere di bonifica e canalizzazione e si procedette alla riorganizzazione del paesaggio agrario.

Nel 1499 venne eretto il santuario della Madonna delle Grazie a ricordo dell'apparizione della Madonna ad una fanciulla muta, avvenuta nel 1479. L'edificio conserva all'interno affreschi dell'epoca che descrivono il miracolo e una statua tardogotica della Madonna.

In seguito alla disfatta della Repubblica di Venezia, anche il territorio di Villafranca venne coinvolta nelle trasformazioni apportate dalla dominazione napoleonica e poi austriaca.
Documenti del 1827 testimoniano infatti la presenza a Villafranca di una scuola comunale, di un medico condotto e del servizio delle guardie comunali.
Nei decenni che precedettero l'annessione del Veneto al Regno d'Italia (1866) il territorio di Villafranca fu spesso soggetto a requisizioni di animali e generi alimentari imposte dagli austriaci per esigenze militari.

Nella prima metà del XX secolo, contraddistinta dalla due guerre mondiali, lo stato di povertà e degrado della classe contadina si riacutizzò e solo negli anni '60 cominciò una lenta e graduale ripresa del miglioramento delle condizioni di vita e sociali.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture civiliModifica

  • Villa Maschio (Villa Camerini - Villafranca Padovana)
  • Villa Suppiej-Busetto (Ronchi di Campanile)

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

CulturaModifica

IstruzioneModifica

Villafranca Padovana comprende nel suo sistema di istruzione scolastica anche l'adiacente comune di Campodoro formando così l'Istituto Comprensivo di Villafranca Padovana[3]. La scuola statale, racchiude sul territorio comunale sia l'istruzione Primaria che l'istruzione Secondaria di Primo Grado.

EconomiaModifica

Nel territorio comunale di Villafranca operano 873 aziende. Sono presenti 378 aziende operanti nel settore agricolo. Il settore artigianale e della piccola e media industria riguarda 324 imprese. Sono infine presenti 31 attività industriali di notevole importanza.

Infrastrutture e trasportiModifica

Mobilità urbanaModifica

  • Busitalia-Sita Nord
  • APS Holding Padova - Linea 11 (Taggì o Via Due Palazzi - Via Montà - Barriera Trento - Via Giotto - Riviere - Prato della Valle - Via Crescini - Sant'Osvaldo - Via de Lazara)

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Sito istituzionale dell'Istituto comprensivo[1] Archiviato il 23 aprile 2014 in Internet Archive.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN244357569 · WorldCat Identities (EN244357569
  Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova