Apri il menu principale

Vito Chimenti

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Vito Chimenti
PistoieseChimenti.png
Vito Chimenti alla Pistoiese nel 1980-1981
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Squadre di club1
1972-1973 Matera 36 (16)
1973 Lazio 0 (0)
1973-1974 Lecco 25 (5)
1974-1975 Salernitana 29 (3)
1975-1977 Matera 63 (27)
1977-1979 Palermo 74 (29)
1979-1980 Catanzaro 26 (1)
1980-1981 Pistoiese 25 (9)
1981-1982 Avellino 26 (3)
1982-1985 Taranto 83 (22)
Carriera da allenatore
1995 Matera
1995-1996 Matera Vice
1996-1997 Rimini Vice
1998-1999 Casarano Vice
1999-2000 Lanciano Vice
2000-2001 Messina Vice
2004-2005 Matera
2006 Leonessa Altamura[1][2]
2007 Foggia Vice
2009-2011 Salernitana Vice
2011-2012 Messina Coll. tecnico
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vito Chimenti (Bari, 9 dicembre 1953) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

È il fratello minore di Donato e di Francesco Chimenti, anch'egli attaccante, e zio di Antonio Chimenti, ex portiere.[3][4]

Caratteristiche tecnicheModifica

Di corporatura tozza ma agile, fu un attaccante affidabile e dalla buona media realizzativa. Chimenti è divenuto celebre per aver utilizzato spesso un particolare modo di alzarsi e portare avanti il pallone chiamato bicicletta. È infatti ricordato come il bomber della bicicletta.[5][6]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

 
Vito Chimenti con la divisa del Palermo a fine anni '70

La sua carriera di calciatore, nel ruolo di attaccante, si svolge prevalentemente in Serie B ed in Serie C, con tre stagioni disputate in Serie A (77 presenze e 13 reti complessive nella massima serie).

Ha vestito la maglia dell'Avis Edilsport Altamura, passando poi al Matera dove ha giocato il suo primo campionato di Serie C nella stagione 1972-1973. Dopo una breve parentesi con la Lazio, torna in Serie C prima con il Lecco, poi con la Salernitana ed ancora con il Matera.

Nella stagione 1977-1978 passa al Palermo in Serie B, dove gioca due stagioni ad alto livello con 29 reti complessive.[6] I risultati con la squadra rosanero sono un sesto posto, un settimo posto e sconfitta nella finale di Coppa Italia 1978-1979, quando con un suo gol al primo minuto di gioco il Palermo passa in vantaggio perdendo poi la partita;[6][7] Chimenti in quell'incontro esce durante l'intervallo a causa di un infortunio ad un ginocchio procuratogli da Antonio Cabrini.[6][7]

Esordisce in Serie A il 16 settembre 1979 una volta passato al Catanzaro, con cui segnerà una sola volta in campionato. Successivamente passa sempre in massima serie alla Pistoiese, dove nella stagione 1980-1981 realizza 9 reti che non evitano ai toscani l'ultimo posto in classifica ma valgono a Chimenti il titolo di miglior cannoniere della Pistoiese in Serie A, essendo stata quella stagione l'unica del sodalizio arancione nella massima serie.

 
Vito Chimenti con la maglia dell'Avellino nel 1981

Nell'estate 1981 passa all'Avellino, dove segna 3 reti. Sceglie quindi di scendere di categoria nelle file del Taranto dapprima in Serie C1, dove è capocannoniere del torneo nella stagione 1982-1983 con 13 reti, e successivamente in Serie B, dove resta fino al 1985, quando subisce una squalifica di 5 anni per il caso Padova e termina l'attività agonistica.

AllenatoreModifica

Vito Chimenti è stato sia allenatore in seconda che allenatore del Matera.[8][9] Ha lavorato anche nello staff tecnico del Messina, del Lanciano, della Virtus Casarano, del Rimini e del Foggia.

Nel novembre 2009 diventa vice di Gianluca Grassadonia alla guida della Salernitana,[10] quindi successivamente diviene collaboratore tecnico della stessa. Nel 2011 torna al Messina dove ricopre il ruolo di collaboratore tecnico.[11]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Matera: 1975-1976 (girone H)

NoteModifica

  1. ^ Calcio – Nuovo allenatore per la Leonessa: ritorna Massimo Tutrone. Altamurgia.it (Ivan Commisso, 16 Novembre 2006) -URL consultato il 22 marzo 2017 -
  2. ^ società registrata agli atti FIGC, ancora come "San Paolo Bari".
  3. ^ Chimenti si scopre il migliore a trent'anni archiviostorico.gazzetta.it
  4. ^ Chimenti suona la carica: "Salernitana non pensare alla classifica ma gioca in LIBERTA'!" Goal.com
  5. ^ Amarcord, la bicicletta di Vito Chimenti Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive. Soloavellino.com
  6. ^ a b c d Amarcord Palermo: la "bicicletta" Chimenti Gazzetta.it
  7. ^ a b Chimenti e i segreti della finale del '79 La Repubblica, 24 maggio 2011
  8. ^ Stagione 1995-96, materacalciostory.it. URL consultato l'8 agosto 2013.
  9. ^ Stagione 2004-05, materacalciostory.it. URL consultato l'8 agosto 2013.
  10. ^ Sito ufficiale Salernitana: prima squadra e staff tecnico stagione 2009-2010, su salernitana1919.it. URL consultato il 3 novembre 2009.
  11. ^ Al San Filippo prenderà il via la preparazione. Intesa raggiunta con undici atleti[collegamento interrotto], Messinasportiva.it. URL consultato il 30 agosto 2011.

Collegamenti esterniModifica