Wentworth Miller

Attore e sceneggiatore statunitense con cittadinanza britannica

Wentworth Earl Miller III (Chipping Norton, 2 giugno 1972) è un attore e sceneggiatore britannico con cittadinanza statunitense.

Wentworth Miller nel 2016.

Noto per aver interpretato Michael Scofield nella serie Prison Break e Captain Cold nelle serie Legends of Tomorrow e The Flash.

BiografiaModifica

Wentworth trascorre il primo anno di vita nell'Oxfordshire e nasce da padre afroamericano ricercatore per suoi studi di giurisprudenza. Alla fine dell'esperienza come ricercatore la famiglia Miller si trasferisce a New York.

Frequenta la scuola superiore Midwood High School a Brooklyn e la Quaker Valley Senior High School nella cittadina di Leetsdale, in Pennsylvania (nell'area metropolitana della città di Pittsburgh), dove si trasferisce con la sua famiglia, dopo la nascita delle due sorelle. Dopo essersi diplomato, nel 1994 Wentworth si iscrive a una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, l'Università di Princeton dove si laurea nel 1995 in letteratura inglese. Pochi anni dopo Wentworth si trasferisce a Los Angeles per entrare a far parte del mondo dello spettacolo, dove all'inizio voleva lavorare come produttore.

Miller successivamente è comparso in famosi telefilm quali E.R. - Medici in prima linea e Buffy l'ammazzavampiri (in quest'ultimo ha esordito nel 1998).[1] Così ha iniziato ad avere alcune apparizioni nei film Underworld, Joan of Arcadia e Ghost Whisperer - Presenze prima di accettare il contratto propostogli dalla Fox per la famosissima serie Prison Break. Qui Miller ha dovuto interpretare il ruolo di Michael Scofield che gli ha valso la nomination al Golden Globe for Best Performance by an Actor in a Television Series - Drama. Nel 2004 ha interpretato il ruolo di David nella miniserie Dinotopia. Nel 2005 ha partecipato a due video musicali di Mariah Carey, It's like That e We Belong Together.[1]

Miller apparirà in TV, dopo la serie di Prison Break, nel primo episodio della stagione 11 della serie televisiva Law & Order - Unità vittime speciali, nel ruolo del poliziotto Nate Kendall.

Nel 2010 ha interpretato Chris Redfield in Resident Evil: Afterlife, quarto adattamento cinematografico della famosa serie di videogiochi horror.[1]

Esordisce come sceneggiatore scrivendo, sotto lo pseudonimo Ted Foulke, il film Stoker diretto da Park Chan-wook.

Dopo un periodo di alcuni anni lontano dagli schermi, gira il film The Loft, in seguito viene scritturato per interpretare Capitan Cold nella serie televisiva The Flash, ruolo che riprende nello spin-off Legends of Tomorrow, in onda nel 2016. Nel cast ritrova Dominic Purcell nei panni di Heatwave, dopo aver collaborato con lui nella serie Prison Break.

L'8 novembre 2020 decide di non rientrare nella serie Prison Break (dopo essere apparso nella quinta stagione nel 2017)[1] in quanto non voleva più interpretare personaggi eterosessuali,[2] rimanendo comunque nell'ambito televisivo e facendo ritorno in due episodi della serie Law & Order - Unità vittime speciali nelle stagioni 21 e 22, questa volta nel ruolo dell'assistente di distretto Isaiah Holmes.[3][4]

Vita privataModifica

 
Miller nel 2011

Ha la doppia cittadinanza britannica e statunitense, poiché è nato in Gran Bretagna da due genitori americani.[5] Si è trasferito a Brooklyn quando aveva un anno,[5] e successivamente ha vissuto fino al 2015 a Los Angeles. Successivamente si è trasferito per impegni lavorativi a Vancouver, Canada. Ha due sorelle: Leigh e Gillian.

Il 21 agosto 2013 in una lettera di risposta all'invito alla partecipazione del St. Petersburg International Film Festival ha condannato l'atteggiamento del governo russo contro i gay, precisando "sono gay, devo declinare l'invito".[6]

Nel 2016 ha condiviso su Facebook una nota dove ha rivelato e confessato di "avere lottato con la depressione fin da bambino, e che è stata una battaglia che gli è costata un sacco di tempo, opportunità, relazioni, e mille notti insonni", invitando coloro che soffrono di depressione a farsi sentire.[7][8] Questo suo post/rivelazione fu una reazione a un meme che lo riguardava sul suo aumento di peso nel 2010.[7][8] Miller ha poi dichiarato che il suo aumento di peso era dovuto a una dipendenza da cibo, confessando che al tempo riusciva a trovare conforto nel cibo, data la tendenza suicida che lo attanagliava.[7][8] Proprio per tale motivo nel mese di ottobre 2016 ottiene il premio "man of the year" in occasione dell'evento "Attitude" per l'impegno preso sul sociale e alla lotta contro la depressione e gira un video rappresentativo per una campagna pubblicitaria contro il silenzio e la vergogna in cui conduce la depressione e i disturbi schizoaffettivi.[9][10]

Il 18 ottobre 2016 l'associazione ACTIVE MINDS lo nomina ambasciatore della propria organizzazione no profit, per aver saputo parlare dell'importanza che ha la comunicazione, non solo con i giovani affetti da depressione e tendenze suicide, ma anche con tutti coloro che sono imprigionati dallo stigma della vergogna, invitandoli alla conversazione e a trovare le ragioni per distruggere i muri del silenzio.[11]

FilmografiaModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

  • The Confession, regia di Ash (2005)
  • 2 Hours to Vegas, regia di Avi Cohen (2015)

VideoclipModifica

DoppiatoreModifica

SceneggiatoreModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film e serie televisive, Miller è stato doppiato da:

NoteModifica

  1. ^ a b c d Prison Break, il cast: chi è Wentworth Miller, su tg24.sky.it. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  2. ^ Wentworth Miller ha chiuso con Prison Break: "Non voglio più interpretare personaggi etero", su blog.screenweek.it, 10 novembre 2020. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  3. ^ Ileana Cirulli, Wentworth Miller, di Prison Break, resta nel mondo delle serie Tv, su gogomagazine.it, 18 novembre 2020. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  4. ^ Law & Order: SVU, Wentworth Miller tornerà come ADA Isaiah Holmes, su serial.everyeye.it. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  5. ^ a b (EN) Kevin Wicks, Yes, the Newly Out Wentworth Miller is British, su bbcamerica.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Caroline Davies, Wentworth Miller comes out in protest against Russia's anti-gay laws, in The Guardian, 22 agosto 2013. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  7. ^ a b c L'attore di Prison Break è ingrassato, i fan lo deridono, ma la sua risposta fa tacere tutti, su huffingtonpost.it, 30 marzo 2016. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  8. ^ a b c Wentworth Miller risponde all'ironia del web: Ingrassato? Volevo farla finita, su repubblica.it, 29 marzo 2016. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  9. ^ Quanto guadagna Wentworth Miller? Le cifre che ha incassato la star di Prison Break, su serial.everyeye.it. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  10. ^ (EN) Attitude's Man of Year, supported by Virgin Holidays: Wentworth Miller, su Attitude.co.uk, 12 ottobre 2016. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  11. ^ (EN) Wentworth Miller Named Active Minds' Ambassador for Mental Health, su activeminds.org. URL consultato il 16 dicembre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37224600 · ISNI (EN0000 0001 1622 0399 · LCCN (ENno2005104703 · GND (DE137961383 · BNF (FRcb155212587 (data) · BNE (ESXX4616458 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005104703