Apri il menu principale
XVIII Giochi del Commonwealth
Australia Melbourne 2006
Commonwealth Games Federation Logo.png
Periodo dal 15 marzo
al 26 marzo
Paesi partecipanti 71
Sport
Discipline
16
24
Stadio Melbourne Cricket Ground
Cronologia
Precedente
XVII Giochi del Commonwealth
Successiva
XIX Giochi del Commonwealth
Inghilterra Manchester India Nuova Delhi
 

I XVIII Giochi del Commonwealth si tennero a Melbourne, Australia, tra il 15 e il 26 marzo 2006. Fu l'evento sportivo più grande mai svoltosi nella città australiana, superando nettamente in termini di squadre, atleti ed eventi i Giochi della XVI Olimpiade del 1956.

Le cerimonie di apertura e chiusura, come successo ai Giochi olimpici di 50 anni prima, si tennero al Melbourne Cricket Ground.

La mascot dei giochi era Karak, un Cacatua nero dalla coda rossa, una specie di Cacatuidae in via di estinzione.

Indice

Sviluppo e preparazioneModifica

Sedi di garaModifica

Durante i Giochi del Commonwealth 2006 sono stati utilizzati i seguenti impianti.

ImpiantiModifica

Melbourne
Ballarat
Bendigo
Geelong
Lysterfield Park
Traralgon

I GiochiModifica

Paesi partecipantiModifica

Ai Giochi del Commonwealth 2006 parteciparono 71 paesi, territori e regioni del Commonwealth. In ordine alfabetico:

SportModifica

Il programma dei XVIII Giochi del Commonwealth vide disputarsi 16 sport, 12 individuali e 4 di squadra, per un totale di 247 eventi.

CalendarioModifica

Cerimonia di apertura Competizioni Finali Cerimonia di chiusura
Marzo 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 Totale
Atletica leggera 3 10 6 6 8 9 11 53
Badminton 5 5
Ciclismo 3 3 3 3 2 2 2 18
Ginnastica 1 1 2 5 5 1 1 4 24
Hockey su prato 2 2 2 6
Lawn bowls 2 2 2 6
Netball 1 1
Nuoto 5 5 9 5 11 7 42
Nuoto sincronizzato 2 2
Pallacanestro 1 1 2
Pugilato 11 11
Rugby a 7 1 1
Sollevamento pesi 2 2 2 2 2 2 2 1 1 16
Squash 2 2 4
Tennistavolo 2 2 2 4
Tiro a volo 6 4 6 5 4 5 5 3 2 40
Triathlon 2 2
Tuffi 2 2 2 2 8
Totale medaglie d'oro 11 18 22 21 41 26 19 19 21 29 17 253
Ceremonie
Marzo 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 Totale

MedagliereModifica

# Nazione       Totale
1   Australia 84 69 68 221
2   Inghilterra 36 40 34 110
3   Canada 26 29 31 86
4   India 22 17 11 50
5   Sudafrica 12 13 13 38
6   Scozia 11 7 11 29
7   Giamaica 10 4 8 22
8   Malaysia 7 12 10 29
9   Nuova Zelanda 6 12 13 31
10   Kenya 6 5 7 18
11   Singapore 5 6 7 18
12   Nigeria 4 6 7 17
13   Galles 3 5 11 19
14   Cipro 3 1 2 6
15   Ghana 2 0 1 3
  Uganda 2 0 1 3
17   Pakistan 1 3 1 5
18   Papua Nuova Guinea 1 1 0 2
19   Isola di Man 1 0 1 2
  Namibia 1 0 1 2
  Tanzania 1 0 1 2
22   Sri Lanka 1 0 0 1
23   Mauritius 0 3 0 3
24   Bahamas 0 2 0 2
  Irlanda del Nord 0 2 0 2
26   Cambogia 0 1 2 3
27   Botswana 0 1 1 2
  Malta 0 1 1 2
  Nauru 0 1 1 2
30   Bangladesh 0 1 0 1
  Grecia 0 1 0 1
  Lesotho 0 1 0 1
33   Trinidad e Tobago 0 0 3 3
34   Seychelles 0 0 2 2
35   Barbados 0 0 1 1
  Figi 0 0 1 1
  Mozambico 0 0 1 1
  Samoa 0 0 1 1
  Swaziland 0 0 1 1
Totale 245 244 254 743

Atleti dispersiModifica

Il 20 marzo 2006 è stata annunciata la scomparsa di due atleti dal villaggio dei giochi: il pugile della Tanzania Omari Idd Kimweri e il corridore del Bangladesh Mohammad Tawhidul Islam.[1]

Il 22 marzo 2006 è stata la volta di sette atleti della Sierra Leone (tre donne e quattro uomini). Altri sette atleti della Sierra Leone sono scomparsi durante i giochi, per un totale di 14 atleti, i due terzi della spedizione. La polizia crede che si siano rifugiati a Sydney dove la comunità di loro connazionali è più consistente rispetto a Melbourne.

Due ore prima la cerimonia di chiusura del 26 marzo, ufficiali del Camerun hanno comunicato alla polizia la scomparsa di nove partecipanti ai giochi.

Durante i Giochi di Manchester 2002 scomparvero ventuno atleti della Sierra Leone, cinque del Bangladesh e uno del Pakistan e altri ottanta casi simili si verificarono durante le Olimpiadi di Sydney.[2]

Su richiesta della Sierra Leone, la federazione dei Giochi del Commonwealth ha cancellato gli accrediti dei fuggitivi, permettendo al Dipartimento dell'immigrazione australiano di cancellare già il 27 marzo i loro visti e cominciare ad investigare. Alle 7:20 di quel giorno la polizia del Nuovo Galles del Sud ha rintracciato sei atleti della Sierra Leone in una casa di Harbord vicino Manly Beach. Tutti i sierraleonesi espressero la volontà di chiedere asilo politico e gli fu garantito il rinnovo dei visti in attesa del completamento della procedura relativa ai rifugiati politici. Gli atleti hanno affermato di essere stati vittima di torture e violenze, la diciassettenne Isha Conteh ha dichiarato di rischiare l'infibulazione nel caso fosse tornata nel proprio paese.[3] Il 28 marzo altri sei atleti dello stato africano si consegnarono alle autorità di Sydney chiedendo asilo politico.[4] Due dei camerunensi dispersi sono stati trovati a Perth.

NoteModifica

  1. ^ Herald Sun:Mystery of missing athletes - 22 marzo 2006
  2. ^ BBC News Online:Athletes 'go missing from Games' - 23 marzo 2006
  3. ^ ABC.net:ABC
  4. ^ The Age:Visas for second group of athletes - 28 marzo

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Sito ufficiale, su melbourne2006.com.au.
  • (EN) Medagliere ufficiale, su melbourne2006.com.au. URL consultato il 18 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2007).
  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport