Bermuda

territorio d'oltremare britannico
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bermuda (disambigua).
Bermuda
Bermuda - Bandiera Bermuda - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Motto: Quo fata ferunt
(Dove ci porta il destino)
Bermuda - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Bermuda
Nome ufficiale Bermuda
Dipendente da Regno Unito Regno Unito
Lingue ufficiali inglese
Capitale Hamilton
Politica
Status Territorio d'oltremare
Regina Elisabetta II
Governatore: John Rankin
Premier Michael Dunkley
Superficie
Totale 58.8 km² (233º)
Popolazione
Totale 65.773 ab. (2006)
Densità 1.096 ab./km²
Nome degli abitanti Bermudiani
Geografia
Continente America Settentrionale
Fuso orario UTC-4
Economia
Valuta Dollaro della Bermuda
Fecondità 1,8 (2010)[1]
Varie
TLD .bm
Prefisso tel. +1441
Inno nazionale God Save The Queen
Hail to Bermuda
Bermuda - Mappa
Membro del CARICOM

Il Bermuda (anche conosciuto come le Bermude o le Bermudas) (British English: [bəˈmjuːdə]; American English: [bɚˈmjuːdə]) è un territorio d'oltremare britannico nel Nord Atlantico, costituito da un arcipelago che comprende circa trecento isolotti corallini, venti dei quali abitati, detti le Bermude (errato il plurale Bermuda[2]).

Il capoluogo è Hamilton, situato nella Grande Bermuda. Bermuda è un membro associato della CARICOM.

Gli abitanti sono in prevalenza di pelle scura o mulatti, ma vi sono anche minoranze di pelle bianca.

Indice

NomeModifica

 
Bermuda vista dal satellite

Queste isole atlantiche prendono il nome del loro scopritore, lo spagnolo Juan de Bermúdez, che le raggiunse nel 1505. In seguito colonizzate dai naufraghi della Sea Venture nel 1609, assunsero il nome di Isole Somers, in onore dell'ammiraglio George Somers.

Il triangolo delle BermudeModifica

L'arcipelago di Bermuda insieme alla Florida e a Puerto Rico dà il nome al cosiddetto "triangolo delle Bermude".

StoriaModifica

 
John Smith ha scritto una delle prime Storia di Bermuda nel 1624 (insieme a quella della Virginia e New England).

Prime esplorazioniModifica

Il primo esploratore ad aver raggiunto Bermuda è stato il capitano spagnolo Juan de Bermúdez nel 1503, da cui l'arcipelago prende il nome. In seguito alla sua esplorazione le isole furono assegnate all'impero spagnolo, anche se per tutto il XVI secolo non vi venne mai costruito un insediamento permanente.

Insediamento IngleseModifica

Nel 1607 l'inglese Virginia Company aveva fondato la colonia di Jamestown in Virginia; due anni dopo un gruppo di imbarcazioni salpò dall'Inghilterra con destinazione Jamestown, per ampliare la nuova colonia, ma una tempesta costrinse le navi a trovare riparo presso l'arcipelago. Qui i naufraghi trovarono riparo e si fermarono per circa dieci mesi, fondando la prima colonia stabile e costruendo alcune nuove imbarcazioni per riprendere la navigazione in direzione della Virginia. Nel 1610, dopo aver rivendicato il possesso dell'arcipelago per la corona britannica, gran parte dei sopravvissuti salpò verso il continente americano, ma alcuni di loro rimasero a Bermuda. Due anni più tardi, dall'Inghilterra salpò la nave Plough, con l'intenzione di popolare queste isole e fondare una vera e propria città, Saint George, che divenne quindi la prima capitale della nuova colonia.

L'isola è stata amministrata, come estensione della Virginia, da parte della Virginia Company fino al 1614. Nel 1615 la colonia venne assegnata alla Somers Isles Company, che la gestì fino al 1684, dopo di che la concessione alla società venne revocata e l'amministrazione passò direttamente al governo inglese.

Le isole divennero una colonia britannica a seguito dell'Atto di Unione del 1707, l'unificazione dei parlamenti della Scozia e dell'Inghilterra, che ha creato il Regno di Gran Bretagna.

XX secoloModifica

Dopo il 1949, quando Terranova divenne una provincia del Canada, Bermuda è rimasta il più vecchio territorio britannico d'oltremare.

 
Mappa dell'Unione europea nel mondo con i paesi e territori d'oltremare e delle regioni periferiche amministrati da stati europei.

Dal momento del ritorno di Hong Kong alla Cina nel 1997, Bermuda è il Territorio più popoloso. La sua prima capitale, St. George's Town, è il più antico insediamento inglese delle Americhe abitato in modo continuativo dalla sua fondazione fino ad oggi.

GeografiaModifica

 
Vista dalla parte superiore della Gibb's Hill Lighthouse
 
Mappa topografica di Bermuda

Bermuda è un arcipelago di isole di origine vulcanica situate nell'Oceano Atlantico, nella parte occidentale del Mar dei Sargassi, a circa 578 miglia nautiche ad est-sud-est di Capo Hatteras[3].

L'arcipelago è formato dai punti più alti sul bordo della caldera di un vulcano sottomarino che forma una montagna sottomarina. Il vulcano è parte di una serie che si è formata nello stesso processo che ha creato il fondale dell'Atlantico e la dorsale medio-atlantica. La parte superiore di questo monte ha attraversato periodi di sommersione completa, durante il quale un gran numero di organismi marini ha formato la sua copertura calcarea, seguiti da periodi in cui l'abbassamento del livello del mare portava allo scoperto grandi parte di terraferma, come ad esempio durante i periodi delle glaciazioni, in cui si formava un'isola la cui estensione poteva superare i 500 km quadrati.

Sebbene solitamente indicato al singolare, il territorio è costituito da 181 isole[4], con una superficie totale di 53,3 chilometri quadrati.[4] L'isola più grande è Grande Bermuda, a volte chiamata semplicemente Bermuda. Otto delle isole più grandi, quelle abitate, sono collegate da ponti.[4]

La redazione di un elenco delle isole è spesso complicata, poiché molte di esse hanno più di un nome (come d'altra parte succede per lo stesso arcipelago, che è stato storicamente conosciuto anche come La Garza, Virgineola e Isola dei demoni).

Suddivisione amministrativaModifica

 
Parrocchie cvili di Bermuda.

Bermuda è suddivisa amministrativamente in 9 parrocchie civili e 2 municipalità esterne alle parrocchie (le cittadine di Hamilton e Saint George).

Le nove parrocchie civili di Bermuda sono:

Municipalità:

Villaggi:

PopolazioneModifica

LingueModifica

Si parlano l'inglese (lingua ufficiale) e il portoghese.

EtnieModifica

  • Neri 55%
  • Bianchi 34%
  • Mulatti 6,5%
  • Altri 4,5%

ReligioniModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Diocesi di Hamilton in Bermuda.

La religione predominante è il protestantesimo con circa il 52% della popolazione, segue quella cattolica con il 15% e le altre con il 32%.

PoliticaModifica

 
The State House, la sede del parlamento di Bermuda tra il 1620 e il 1815.
 
Sessions House, attuale sede della Camera dell'Assemblea e la Corte Suprema.

Organizzazione dello StatoModifica

Il potere esecutivo spetta al monarca, ed è esercitato a suo nome dal governatore, nominato dalla Regina su consiglio del governo britannico. L'attuale governatore è John Rankin, in carica dal 5 dicembre 2016.[5] C'è anche un vice governatore (attualmente David Arkley).[6]

Bermuda è classificato come territorio d'oltremare britannico, ma è la più antica colonia britannica.

Nel 1620, un assenso reale ha concesso alle Bermuda un limitato autogoverno; il suo Parlamento è il quinto più antico del mondo, dopo quello del Regno Unito, il Tynwald dell'Isola di Man, l'Althing islandese e il Sejm della Polonia.[7] Di questi, solo il parlamento di Bermuda e il Tynwald dell'Isola di Man sono stati in vigore dal 1620 in maniera continuativa.[8]

EconomiaModifica

Importante per l'economia di Bermuda è il turismo; nell'isola si producono inoltre frutta e ortaggi. Notevole è l'esportazione di fiori, essenze e bulbi.

Paradiso fiscaleModifica

Rispetto all'ItaliaModifica

Bermuda è considerata un paradiso fiscale. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale 04/05/1999, l'ha inserita tra gli Stati o Territori aventi un regime fiscale privilegiato, nella cosiddetta Lista nera, ponendo quindi limitazioni fiscali ai rapporti economico commerciali che si intrattengono tra le imprese italiane ed i soggetti ubicati in tale territorio.

Bermuda applica imposte dirette molto basse su redditi di persone fisiche o giuridiche. Il sistema fiscale locale si basa su diritti doganali, imposte da redditi e sui consumi.

NoteModifica

  1. ^ Tasso di fertilità nel 2010, data.worldbank.org. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  2. ^ Bruno Migliorini et al., Scheda sul lemma "Bermuda", in Dizionario italiano multimediale e multilingue d'ortografia e di pronunzia, Rai Eri, 2007, ISBN 978-88-397-1478-7.
  3. ^ George Rushe, Bermuda Islands, Atlantic Ocean, su Britannica. URL consultato il 28 settembre 2015.
  4. ^ a b c Lauren Rybeck, Bermuda Fact Sheet (PDF), su Bermuda Tourism Authority. URL consultato il 22 dicembre 2016.
  5. ^ Owain Johnston-Barnes, Rankin named new Governor | The Royal Gazette:Bermuda News, in The Royal Gazette, 19 settembre 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  6. ^ Taylor, Matthew. "The Governor's right hand man", The Royal Gazette, 15 January 2007.
  7. ^ Pethen, Valarie: Bermuda Report, Second Edition 1985–1988, p. 17. Department of Information Services, 1988. Bermuda
  8. ^ Jeff Cumberbatch, Editorial got it right, Mr. Simmons, in The Barbados Advocate, 5 maggio 2010. URL consultato il 7 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2012).
    «Barbados' Parliament, which postdates that of Britain and Bermuda could not then be the third oldest. Perhaps Barbados might take a leaf from Bermuda's book and describe our Parliament not as the third oldest in the world or the third oldest in the Commonwealth, but truthfully as "the oldest continuous Parliament of an independent Commonwealth country outside the British Isles".».

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica