Apri il menu principale

Dominica

stato insulare del Mar dei Caraibi
Dominica
Dominica – Bandiera Dominica - Stemma
(dettagli) (dettagli)
"Après Bondie, C'est La Ter" (Creolo delle Antille)
"Dopo il buon Dio, è la Terra"
"Après le Bon Dieu, c'est la Terre"
Dominica - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Commonwealth della Dominica
Nome ufficiale Commonwealth of Dominica
Lingue ufficiali inglese
Capitale Roseau  (16 582 ab. / 2007)
Politica
Forma di governo Repubblica parlamentare
Presidente della Repubblica Charles Savarin
Primo ministro Roosevelt Skerrit
Indipendenza Dal Regno Unito nel 1978
Ingresso nell'ONU 18 dicembre 1978
Superficie
Totale 754 km² (221º)
% delle acque 1,6%
Popolazione
Totale 72 324 ab. (2016) (195º)
Densità 105 ab./km²
Tasso di crescita 0,216% (2012)[1]
Nome degli abitanti dominicensi
Geografia
Continente America Centrale
Confini Nessuno
Fuso orario UTC−4
Economia
Valuta Dollaro dei Caraibi Orientali
PIL (nominale) 480[2] milioni di $ (2012) (182º)
PIL pro capite (nominale) 6 780 $ (2012) (81º)
PIL (PPA) 990 milioni di $ (2012) (180º)
PIL pro capite (PPA) 13 994 $ (2012) (70º)
ISU (2011) 0,724 (alto) (81º)
Varie
Codici ISO 3166 DM, DMA, 212
TLD .dm
Prefisso tel. +1-767
Sigla autom. WD
Inno nazionale Isle of Beauty, Isle of Splendour
Festa nazionale
Dominica - Mappa
 

Coordinate: 15°25′N 61°20′W / 15.416667°N 61.333333°W15.416667; -61.333333

La Dominica (pronuncia Dominìca, /domi'nika/[3]; ufficialmente il Commonwealth della Dominica, in inglese Commonwealth of Dominica) è uno Stato insulare del Mar dei Caraibi, democrazia parlamentare all'interno del Commonwealth con capitale la città di Roseau. Appartenente all'arcipelago delle Piccole Antille, l'sola è situata a metà strada tra le isole della Guadalupa e della Martinica. Contrariamente ad altre ex-colonie della regione, la Dominica non è mai stata un reame del Commonwealth con il monarca britannico come capo di Stato: divenne infatti una repubblica al momento dell'indipendenza.

L'isola era inizialmente abitata dagli indigeni Kalinago e fu successivamente colonizzata dagli europei, essenzialmente dai francesi, che la possederono dal 1690 al 1763. Colombo affermò di aver passato l'isola la domenica del 3 novembre 1493; di qui il suo nome Dominica. La Gran Bretagna prese possesso dell'isola nel 1763 dopo la Guerra dei sette anni, e vi sostituì gradualmente l'inglese come lingua ufficiale. L'isola ottenne quindi l'indipendenza dal Regno Unito nel 1978.

La Dominica non va confusa con la Repubblica Dominicana, altro Paese caraibico.

Indice

StoriaModifica

La Dominica fu l'ultima isola caraibica ad essere colonizzata dagli europei a causa della fiera resistenza dei nativi caribi. Possedimento francese, nel 1763 fu ceduta ai britannici al termine della guerra dei sette anni; la Gran Bretagna la trasformò in una colonia nel 1805, ma i francesi cercarono di ritornare in possesso dell'isola e la riconquistarono temporaneamente per due volte: nel 1778 durante la guerra d'America e nel 1805 durante le guerre napoleoniche.

Nel 1871 la Dominica fu aggregata alle Isole Sottovento britanniche, mentre nel 1940 fu unita alle Isole Sopravento britanniche; quindi, dal 1958 al 1962, fu una provincia delle Federazione delle Indie Occidentali. Raggiunse l'indipendenza il 3 novembre 1978, con la contestuale proclamazione della repubblica. Nel 1980, la situazione del paese migliorò quando le autorità corrotte e dispotiche furono sostituite dal governo guidato da Mary Eugenia Charles, la prima donna a diventare primo ministro nei Caraibi e che rimase tale per 15 anni.

Geografia fisicaModifica

La Dominica è un'isola nazione situata nel mar dei Caraibi, ed è l'isola più meridionale delle isole Sopravento Settentrionali (sebbene talune volte la si è considerata come la più settentrionale delle isole Sopravento Meridionali). L'estensione della nazione si aggira intorno ai 750 km2.

 
La Dominica è un'isola dei Caraibi orientali, situata a circa metà strada tra le isole e dipartimenti d'oltremare francesi della Guadalupa (a nord) e della Martinica (a sud)

Nota come "l'isola della natura", la Dominica è in buona parte coperta da lussureggianti foreste pluviali e ospita quello che secondo alcuni è il secondo lago di vapore del mondo in ampiezza. La Dominica ha inoltre numerose cascate, sorgenti e fiumi (ben 365). L'area di Calibishie, nel nordest dell'isola, è invece caratterizzata da spiagge sabbiose[4]. Animali e piante credute estinte sulle isole limitrofe possono essere ancora rinvenuti nelle foreste della Dominica. Numerose sono infine le aree protette, tra cui spiccano il Parco nazionale di Cabrits nonché il Parco nazionale Morne Trois Pitons, costituito da un territorio caratterizzato da un forte vulcanesimo e ricoperto da una fitta foresta tropicale, valsogli il riconoscimento di patrimonio dell'umanità il 4 aprile 1995[5].

La Dominica intrattiene una disputa territoriale di lunga data con il Venezuela sulle acque di pertinenza dell'isola di Aves (in spagnolo Isla de Aves, tradotto in italiano come isola dell'uccello), un piccolo isolotto situato a circa 225 km a ovest dell'isola della Dominica.

ClimaModifica

La Dominica è particolarmente vulnerabile agli uragani, dal momento che è situata in quella che è definita come la regione degli uragani. Nel 1979 l'uragano David, uragano di categoria 4, colpì l'isola causando danni ingenti. il 17 agosto 2007, l'uragano Dean, in quel momento un uragano di categoria 1, investì l'isola, causando la morte di una madre e della sua figlioletta di sette anni, rimaste sepolte da una frana causata dalle pesanti piogge e che aveva colpito la loro casa. In un altro incidente due persone furono ferite quando un albero cadde sulla loro abitazione. Il primo ministro Roosevelt Skerrit stimò che dalle 100 alle 125 abitazioni furono danneggiate, e che il settore agricolo era stato particolarmente colpito, specialmente la produzione di banane.

PoliticaModifica

Il presidente è il capo dello Stato, mentre il potere esecutivo spetta ad un gabinetto guidato dal primo ministro. Il parlamento unicamerale è composto dai 30 membri della House of Assembly di cui 21 sono direttamente eletti, mentre gli altri nove, i senatori, possono essere nominati dal presidente o dagli altri membri della House. La Dominica è un membro a pieno titolo della Comunità dei Caraibi (Caribbean Community, CARICOM).

EconomiaModifica

Il sistema economico dipende in larga parte dall'agricoltura, specialmente dalla coltivazione delle banane. Il 40% dei lavoratori del paese è impiegato nel settore agricolo, le esportazioni riguardano soprattutto prodotti della terra (banane, olio di alloro, succhi e arance). Vi sono alcune industrie (sapone, olio di noce di cocco, turismo, copra, mobili, cemento, calzature) che occupano il 32% della forza-lavoro. Tuttavia, vi sono alti tassi di povertà (30%) e di disoccupazione (23%) e un basso PIL pro-capite (5 400 $). L'intero sistema economico soffre duramente il crollo dei prezzi delle banane o i raccolti scarsi causati dalle cattive condizioni atmosferiche.

L'Unione europea ha eliminato gli accessi preferenziali al suo mercato, provocando una caduta della domanda di banane. Perciò, il governo ha deciso di privatizzare l'industria delle banane. Inoltre, si è deciso di diversificare l'economia e di alzare i prezzi tenuti sotto controllo in modo tale da risolvere il ritardo economico del paese. Vi sono inoltre progetti riguardanti la costruzione di una raffineria, si sta tentando di incoraggiare la crescita di un settore finanziario offshore e di sviluppare il turismo, in particolare l'ecoturismo.

La mancanza di un aeroporto internazionale e il fatto che le spiagge sono prevalentemente di sabbia nera scoraggiano il turismo vacanziero tradizionale, ma le foreste pluviali e i maestosi paesaggi dell'isola potrebbero affascinare coloro che sono interessanti a esperienze ecoturistiche anticonvenzionali.

Dominica è considerato un paradiso fiscale. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale 04/05/1999, l'ha inserita tra gli Stati o Territori aventi un regime fiscale privilegiato, nella cosiddetta Lista nera, ponendo quindi limitazioni fiscali ai rapporti economico commerciali che si intrattengono tra le aziende italiane ed i soggetti ubicati in tale territorio.

Ordinamento dello statoModifica

Suddivisioni amministrativeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Parrocchie della Dominica.

La Dominica è suddivisa in 10 parrocchie.

DemografiaModifica

La gran parte degli abitanti discende dagli schiavi africani deportati dai proprietari delle piantagioni nel XIX secolo. Tuttavia, la Dominica è l'unica isola dei Caraibi orientali a conservare una sparuta comunità di stirpe precolombiana (gli indigeni caribi) che vivono in una piccola porzione della costa orientale.

Il tasso di crescita della popolazione è molto basso, a causa dell'emigrazione verso isole caraibiche più ricche, verso il Regno Unito, gli Stati Uniti e il Canada. L'inglese è la lingua ufficiale; ciononostante, per via della precedente colonizzazione francese, è parlata correntemente la lingua creola delle Antille, basata sul francese.

ReligioniModifica

  • Cristianesimo 95% (principalmente cattolici, con minoranze metodiste, battiste, pentecostali, avventiste, luterane e anglicane)
  • Rastafarianesimo 1,5%
  • Non religiosi 3,5%

CinematografiaModifica

L'isola Dominica è stata il luogo in cui si è svolta parte delle riprese della trilogia cinematografica Pirati dei Caraibi.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Population growth rate, su CIA World Factbook. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  2. ^ Dati dal Fondo Monetario Internazionale, su imf.org, ottobre 2013.
  3. ^ Bruno Migliorini et al., Scheda sul lemma "Dominica", in Dizionario d'ortografia e di pronunzia, Rai Eri, 2007, ISBN 978-88-397-1478-7.
  4. ^ A Photo Tour of the Calibishie Coast, su www.calibishiecoast.com. URL consultato il 3 ottobre 2018.
  5. ^ (EN) UNESCO World Heritage Centre, Morne Trois Pitons National Park, su whc.unesco.org. URL consultato il 3 ottobre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN124281406 · ISNI (EN0000 0001 1425 5416 · LCCN (ENn50065763 · GND (DE4085456-5