Yamaha YZF-R7

(Reindirizzamento da Yamaha R7)
Yamaha YZF-R7
YAMAHA YZF-R7.JPG
CostruttoreGiappone Yamaha
Tipostradale sportiva
Produzionedal 1999 al 2002
Sostituisce laYamaha YZF750
Modelli similiKawasaki ZX-7RR
Suzuki GSX-R750

La Yamaha YZF-R7 è una motocicletta prodotta dalla casa motociclistica giapponese Yamaha.

Profilo e contestoModifica

Costruita in soli 500 esemplari con lo scopo di ottenere l'omologazione alle gare del Campionato mondiale Superbike, venne impiegata nelle competizioni fino al 2002.[1]

La versione in vendita al pubblico aveva delle caratteristiche leggermente meno sportive di quella destinata al mondiale Superbike, con delle prestazioni non esaltanti pari a una moto di cubatura inferiore[2].

Venne portata al debutto dal pilota giapponese Noriyuki Haga con l'italiano Vittoriano Guareschi come compagno di squadra, ma l'anno iniziale fu avaro di successi per questo modello. Meglio andò l'anno successivo dove il pilota giapponese si classificò al secondo posto finale.

Era dotata di un motore a quattro tempi e quattro cilindri con cilindrata limitata a 750 cm³ per osservare il regolamento della categoria che, in quegli anni, prevedeva appunto tale limite per i motori plurifrazionati, in rapporto ai 900 cm³ consentiti ai modelli tricilindrici e ai 1.000 cm³ consentiti per i modelli bicilindrici. Era dotata di 20 valvole, 5 per cilindro ed erogava una potenza di 106 CV a 11.000 g/min con peso di 176 kg.

Caratteristiche tecnicheModifica

Caratteristiche tecniche - Yamaha YZF-R7
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2060 × 720 × 1125 mm
Altezze Sella: 840 mm - Minima da terra: 120 mm
Interasse: 1400 mm Massa a vuoto: Serbatoio: 24 l
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea, inclinati in avanti a 4 tempi Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 749 cm³ (Alesaggio 72 x Corsa 46 mm)
Distribuzione: 20 valvole, DOHC Alimentazione: iniezione elettronica con doppio iniettore per cilindro
Potenza: 106 Cv (78,1Kw) a 11.000 giri Coppia: Rapporto di compressione:
Frizione: multidisco in bagno d'olio con sistema antisaltellamento Cambio: sequenziale a 6 marce (sempre in presa)
Accensione elettronica
Trasmissione a tre assi ravvicinati
Avviamento elettrico
Ciclistica
Telaio Deltabox II in alluminio
Sospensioni Anteriore: forcella telescopica Öhlins, rovesciata, completamente regolabileidraulica a steli rovesciati Ø43 mm / Posteriore: sistema monocross con forcellone extra-lungo in alluminio scatolato di derivazione Moto GP e ammortizzatore Öhlins completamente regolabile
Freni Anteriore: Doppio disco flottante da 320mm con pinze monoblocco a 4 pistoncini di derivazione R1 / Posteriore: Disco singolo, Ø 245 mm
Pneumatici anteriore da 120/70-ZR 17; posteriore da 180/55-ZR 17
Fonte dei dati: http://www.motorcyclespecs.co.za/model/yamaha/yamaha_r7.htm http://wsb-archives.co.uk/Bikes/Yamaha/R7.html

NoteModifica

  1. ^ Yamaha YZF-R7: vita breve ma gloria eterna, su www.omnimoto.it. URL consultato il 29 luglio 2017.
  2. ^ Le Belle e Possibili di Moto.it: Yamaha YZF-R7. URL consultato il 29 luglio 2017.

Collegamenti esterniModifica