24 Ore di Le Mans 1988

1leftarrow blue.svgVoce principale: 24 Ore di Le Mans.

24 Ore di Le Mans 1988
Edizione n. 56 del 24 Ore di Le Mans
Dati generali
Inizio11 giugno
Termine12 giugno
valevole anche per il Campionato del Mondo Sport Prototipi
Titoli in palio
Vittoria assolutaPaesi Bassi Jan Lammers
Regno Unito Johnny Dumfries
Regno Unito Andy Wallace
su Jaguar XJR-9
Classe C2Regno Unito Ray Bellm
Regno Unito Gordon Spice
Francia Pierre de Thoisy
su Spice SE88C
Classe GTPGiappone Yojiro Terada
Irlanda Dave Kennedy
Belgio Pierre Dieudonné
su Mazda 757
Altre edizioni
Precedente - Successiva

La 24 Ore di Le Mans 1988 è stata la 56ª maratona automobilistica svoltasi sul Circuit de la Sarthe di Le Mans, in Francia, il 11 e il 12 giugno 1988, valevole come 5ª prova del Campionato del Mondo Sport Prototipi 1988. Hanno gareggiato assieme 3 classi di automobili da competizione, ognuna delle quali ha avuto il suo vincitore. Tutte vetture erano Sport Prototipi: la maggior parte erano costruiti secondo le norme FIA di Gruppo C, suddivisi in classi C1 e C2; è stata inoltre consentita la partecipazione di alcune vetture di classe GTP, costruite in base ai regolamenti IMSA.

ContestoModifica

L'edizione del 1988 vede la partecipazione in veste ufficiale di diverse case automobilistiche: Jaguar, Mercedes-Benz, Porsche, Nissan, Toyota e Mazda; vengono inoltre schierate da team privati innumerevoli Porsche 962 molto competitive sul Circuit de la Sarthe.
Dopo diversi anni di vittorie incontrastate della Porsche, Tom Walkinshaw promette di riuscire finalmente a battere la casa automobilistica tedesca vincendo con le sue Jaguar XJR-9, nella nuova configurazione LM sviluppata appositamente per il circuito di Le Mans. La squadra Jaguar si presenta in forze per l'occasione: la TWR schiera 3 vetture, altre 2 vengono schierate dal reparto statunitense della squadra impegnato nel campionato IMSA GTP, 14 piloti e oltre 100 persone tra tecnici e meccanici. La Porsche che si è ritirata dal mondiale prototipi alla fine del 1987, ritorna però a Le Mans con la propria squadra ufficiale per cercare di riconfermare le vittorie degli anni precedenti.

QualificheModifica

Le Porsche 962 sono i prototipi più veloci nelle prove di qualificazione, le 3 vetture della squadra ufficiale Porsche AG fanno segnare i 3 migliori tempi in griglia; aumentando la pressione di sovralimentazione nei loro motori, ottengono potenze superiori ai motori aspirati delle Jaguar XJR-9 LM, le principali rivali, che tuttavia partono a ridosso delle Porsche.

Grossi problemi per le Sauber C9 Mercedes, attese fra le protagoniste della corsa, lamentano invece seri inconvenienti di tenuta di strada durante le prove, causati da pneumatici non in grado di reggere alle forti sollecitazioni del carico aerodinamico alle alte velocità in rettilineo, procurando allarmanti forature che inducono il team per prudenza a ritirare le vetture in vista della corsa.

Tempi di qualificaModifica

 
La Jaguar XJR-9 #2 vincitrice della gara
 
La Porsche 962C #17 partita in pole position e 2ª assoluta al traguardo
 
La Mazda 757 #203 giunta 1ª in classe GTP

Qui di seguito vengono riportati i tempi delle prime 20 posizioni in griglia di partenza.

  • Il leader di ogni classe è scritto in grassetto e ombreggiato di giallo.
Posizione Squadra Vettura Classe Tempo
1 17  Porsche AG Porsche 962C C1 3:15.640
2 18  Porsche AG Porsche 962C C1 3:18.620
3 19  Porsche AG Porsche 962C C1 3:21.770
4 1  Silk Cut Jaguar Jaguar XJR-9 LM C1 3:21.780
5 8  Blaupunkt Joest Racing Porsche 962C C1 3:23.300
6 2  Silk Cut Jaguar Jaguar XJR-9 LM C1 3:23.740
7 11  Leyton House Kremer Porsche 962C C1 3:24.730
8 36  Toyota Team Tom's Toyota 88C C1 3:25.390
9 21  Silk Cut Jaguar Jaguar XJR-9 LM C1 3:25.420
10 37  Toyota Team Tom's Toyota 88C C1 3:26.570
11 22  Silk Cut Jaguar Jaguar XJR-9 LM C1 3:26.780
12 3  Silk Cut Jaguar Jaguar XJR-9 LM C1 3:26.820
13 5  Repsol Brun Motorsport Porsche 962C C1 3:28.090
14 33  Takefuji Schuppan Racing Team Porsche 962C C1 3:28.300
15 23  Nissan Motorsport Nissan R88C C1 3:29.440
16 127  Chamberlain Engineering Spice SE86C C2 3:30.260
17 13  Primagaz Competition Cougar C20B C1 3:30.370
18 62  Team Sauber Mercedes Sauber C9 C1 3:30.460
19 4  Camel Brun Motorsport Porsche 962C C1 3:30.550
20 61  Team Sauber Mercedes Sauber C9 C1 3:30.800

GaraModifica

In gara le prestazioni dei prototipi vengono livellate dal sussistere della formula consumo imposta dal regolamento di Gruppo C, sono consentite solo 24 soste per rifornimenti di carburante e le vetture dispongono di serbatoi di benzina con una capacità massima di 100 litri, influenzando così le strategie di gara.
Le Porsche, che durante le qualifiche hanno incrementato la pressione di sovralimentazione dei loro motori per ottenere maggior potenza, in gara dispongono invece di potenze più contenute, partite in testa vengono gradualmente riprese o sorpassate dalle Jaguar ufficiali, circa 6 vetture si contendono la gara alternandosi al comando per la maggior parte della corsa, la leadership cambia 22 volte tra Jaguar e Porsche.
Una Jaguar si ritira dopo 8 ore per rottura del cambio, su di un altro esemplare si rompe una guarnizione di testa del motore e abbandona dopo 19 ore. Anche la Porsche perde una delle sue vetture ufficiali per problemi all'impianto di raffreddamento e sull'esemplare guidato dalla famiglia Andretti, si rompe una bobina, costringendo la vettura spinta dal 6 cilindri boxer a concludere la gara con solo 5 cilindri funzionanti.
Gran parte della corsa è caratterizzato da un lungo testa a testa tra la Jaguar XJR-9 numero 2 e la Porsche 962 numero 17, che spesso si alternano al comando. La Jaguar di testa è costretta a fermarsi ai box per sostituire il parabrezza danneggiato da un sasso e la Porsche torna in testa, ma pochi minuti più tardi anche la vettura tedesca si deve fermare per una sosta non prevista, per sostituire la pompa dell'acqua[1] e Lammers torna in testa con un giro di vantaggio. Quando manca circa mezz'ora al termine la Jaguar numero 2 di Jan Lammers, che conduce la corsa con un discreto margine, si ferma per il rifornimento, tornato in pista però il pilota si accorge tempestivamente di analoghi problemi al cambio che avevano costretto al ritiro l'altra Jaguar. Lammers avverte forti vibrazioni viaggiando in terza marcia e consapevole che usandola ancora sarebbe andato incontro ad una inevitabile rottura della trasmissione consegnando così la vittoria alla Porsche, via radio non dà spiegazioni precise dei problemi che lo affliggono per non fornire indicazioni ai rivali della Porsche che possono intercettare le sue comunicazioni, e con tenacia termina la corsa sfruttando solo gli altri rapporti del cambio[2], portando la sua Jaguar alla vittoria con 2 minuti e 36 secondi di vantaggio sulla Porsche 962 seconda classificata, che in ogni caso non avrebbe potuto rimontare dato che in seguito si apprende che ha terminato la corsa con solo 1,5 litri di benzina nel serbatoio. L'equipaggio vincitore è composto dai piloti: Jan Lammers, Johnny Dumfries e Andy Wallace, a bordo della loro vettura hanno percorso 5.332,780 km, primato sulla distanza per la formula consumo Gruppo C e per la conformazione del circuito, di poco inferiore alla migliore prestazione assoluta del 1971. Degno di nota l'exploit della WM P88 Peugeot pilotata da Roger Dorchy che nel corso della gara raggiunge una velocità massima di 405 km/h sul rettilineo delle Hunaudières, stabilendo il primato velocistico del circuito stradale, prima di ritirarsi per il surriscaldamento del motore.

Classifica finaleModifica

I vincitori di classe sono scritti in grassetto e ombreggiati in giallo. Le vetture che non hanno coperto almeno il 70% della distanza coperta dal vincitore non vengono classificate.

Posizione Classe Squadra Piloti Vettura Pneumatici Giri
Motore
1 C1 2   Silk Cut Jaguar
  Tom Walkinshaw Racing
  Jan Lammers
  Johnny Dumfries
  Andy Wallace
Jaguar XJR-9LM D 394
Jaguar 7.0L V12
2 C1 17   Porsche AG   Hans-Joachim Stuck
  Klaus Ludwig
  Derek Bell
Porsche 962C D 394
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
3 C1 8   Blaupunkt Joest Racing   Frank Jelinski
  Louis Krages
  Stanley Dickens
Porsche 962C G 385
Porsche Type-935 2.8L Turbo Flat-6
4 C1 22   Silk Cut Jaguar
  Tom Walkinshaw Racing
  Derek Daly
  Kevin Cogan
  Larry Perkins
Jaguar XJR-9LM D 383
Jaguar 7.0L V12
5 C1 7   Blaupunkt Joest Racing   David Hobbs
  Didier Theys
  Franz Konrad
Porsche 962C G 380
Porsche Type-935 2.8L Turbo Flat-6
6 C1 19   Porsche AG   Mario Andretti
  Michael Andretti
  John Andretti
Porsche 962C D 375
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
7 C1 5   Repsol Brun Motorsport   Jésus Pareja
  Massimo Sigala
  Uwe Schäfer
Porsche 962C M 372
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
8 C1 11   Leyton House Kremer Racing   Kris Nissen
  Harald Grohs
  George Fouché
Porsche 962C Y 371
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
9 C1 10   Kenwood Kremer Racing   Kunimitsu Takahashi
  Hideki Okada
  Bruno Giacomelli
Porsche 962CK6 Y 370
Porsche Type-935 2.8L Turbo Flat-6
10 C1 33   Takefuji Schuppan Racing Team   Brian Redman
  Eje Elgh
  Jean-Pierre Jarier
Porsche 962C D 359
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
11 C1 72   Primagaz Competition   Jürgen Lässig
  Pierre Yver
  Dudley Wood
Porsche 962C G 356
Porsche Type-935 2.8L Turbo Flat-6
12 C1 36   Toyota Team Tom's   Geoff Lees
  Masanori Sekiya
  Kaoru Hoshino
Toyota 88C B 351
Toyota 3S-GT 2.1L Turbo I4
13 C2 111   Spice Engineering   Ray Bellm
  Gordon Spice
  Pierre de Thoisy
Spice SE88C G 351
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
14 C1 32   Nissan Motorsports   Allan Grice
  Mike Wilds
  Win Percy
Nissan (March) R88C B 344
Nissan VRH30 3.0L Turbo V8
15 GTP 203   Mazdaspeed Co. Ltd.   Yojiro Terada
  Dave Kennedy
  Pierre Dieudonné
Mazda 757 D 337
Mazda 13G 2.0L 3-Rotori
16 C1 21   Silk Cut Jaguar
  Tom Walkinshaw Racing
  Danny Sullivan
  Davy Jones
  Price Cobb
Jaguar XJR-9LM D 331
Jaguar 7.0L V12
17 GTP 201   Mazdaspeed Co. Ltd.   Yoshimi Katayama
  David Leslie
  Marc Duez
Mazda 767 D 330
Mazda 13J 2.6L 4-Rotori
18 C2 115   ADA Engineering   Ian Harrower
  Jiro Yoneyama
  Hideo Fukuyama
ADA 03 G 318
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
19 GTP 202   Mazdaspeed Co. Ltd.   Takashi Yorino
  Hervé Regout
  Will Hoy
Mazda 767 D 305
Mazda 13J 2.6L 4-Rotori
20 C2 123   Charles Ivey Racing
  Team Istel
  Tim Harvey
  Chris Hodgetts
  John Sheldon
Tiga GC287 D 301
Porsche Type-935 2.8L Turbo Flat-6
21 C2 124   MT Sport Racing   Jean Messaoudi
  Pierre-Francois Rousselot
  Jean-Luc Roy
Argo JM19C A 300
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
22 C2 177   Automobiles Louis Descartes (ALD)   Jacques Heuclin
  Louis Descartes
  Dominique Lacaud
ALD 04 A 294
BMW M80 3.5L I6
23 C2 198   Roy Baker Racing   Mike Allison
  David Andrews
  Steve Hynes
Tiga GC286 D 294
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
24 C1 37   Toyota Team Tom's   Paolo Barilla
  Hitoshi Ogawa
  Tiff Needell
Toyota 88C B 283
Toyota 3S-GT 2.1L Turbo I4
25 C1 117   Team Lucky Strike Schanche   Martin Schanche
  Robin Smith
  Robin Donovan
Argo JM19C G 278
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
26
NC
C2 113   Primagaz Competition   Max Cohen-Olivar
  Patrick de Radigues
Cougar C12 ? 273
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
27
NC
C2 151   Pierre-Alain Lombardi   Pierre-Alain Lombardi
  Bruno Sotty
Rondeau M379 A 271
Ford Cosworth DFL 3.0L V8
28
ABD
C1 1   Silk Cut Jaguar
  Tom Walkinshaw Racing
  Martin Brundle
  John Nielsen
Jaguar XJR-9LM D 306
Jaguar 7.0L V12
29
ABD
C1 23   Nissan Motorsports   Kazuyoshi Hoshino
  Takao Wada
  Aguri Suzuki
Nissan (March) R88C B 286
Nissan VRH30 3.0L Turbo V8
30
ABD
C2 103   Spice Engineering   Almo Coppelli
  Thorkild Thyrring
  Eliseo Salazar
Spice SE88C G 281
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
31
ABD
C2 131   Graff Racing   Jean-Philippe Grand
  Jacques Terrien
  Maurice Guenoun
Spice SE86C ? 263
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
32
ABD
C1 24   Dollop Racing   Nicola Marozzo
  Jean-Pierre Frey
  Ranieri Randaccio
Lancia LC2 D 255
Ferrari 308C 3.0L Turbo V8
33
ABD
C2 127   Chamberlain Engineering   Nick Adams
  Martin Birrane
  Richard Jones
Spice SE86C A 223
Hart 418T 1.8L Turbo I4
34
ABD
C1 18   Porsche AG   Bob Wollek
  Sarel van der Merwe
  Vern Schuppan
Porsche 962C D 192
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
35
ABD
C1 42   Noël del Bello Racing   Bernard Santal
  Noël del Bello
  Bernard de Dryver
Sauber C8 G 157
Mercedes-Benz M117 5.0L Turbo V8
36
ABD
C2 121   Cosmik GP Motorsport   Costas Los
  Wayne Taylor
  Evan Clements
Spice SE87C G 145
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
37
ABD
C2 191   PC Automotive   Olindo Iacobelli
  Alain Ianette
  John Graham
Argo JM19C G 130
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
38
ABD
C1 3   Silk Cut Jaguar
  Tom Walkinshaw Racing
  John Watson
  Raul Boesel
  Henri Pescarolo
Jaguar XJR-9LM D 129
Jaguar 7.0L V12
39
ABD
C1 13   Primagaz Competition   Pierre-Henri Raphanel
  Michel Ferté
Cougar C20B M 120
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
40
ABD
C2 178   Automobiles Louis Descartes (ALD)   Sylvain Boulay
  Gérard Tremblay
  Michel Lateste
ALD 04 A 103
BMW M80 3.5L I6
41
ABD
C1 4   Camel Brun Motorsport   Manuel Reuter
  Walter Lechner
  Franz Hunkeler
Porsche 962C M 91
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
42
ABD
C1 85   Italiya Sport
  Team Le Mans Co.
  Michel Trollé
  Toshio Suzuki
  Danny Ongais
March 88S Y 74
Nissan VG30ET 3.2L Turbo V6
43
ABD
C1 86   Italiya Sport
  Team Le Mans Co.
  Lamberto Leoni
  Akio Morimoto
  Anders Olofsson
March 88S Y 69
Nissan VG30ET 3.2L Turbo V6
44
ABD
C1 30   Courage Compétition   Paul Belmondo
  François Migault
  Ukyo Katayama
Courage C22 M 66
Porsche Type-935 2.8L Turbo Flat-6
45
ABD
C1 51   WM Secateva   Roger Dorchy
  Claude Haldi
  Jean-Daniel Raulet
WM P88 M 59
Peugeot ZNS4 2.8L Turbo V6
46
ABD
C2 132   Roland Bassaler   Jean-François Yver
  Roland Bassaler
  Remy Pochauvin
Sauber C6 A 53
BMW M80 3.5L I6
47
ABD
C1 52   WM Secateva   Pascal Pessiot
  Jean-Daniel Raulet
WM P87 M 22
Peugeot ZNS4 3.0L Turbo V6
48
ABD
C2 107   Chamberlain Engineering   Claude Ballot-Léna
  Jean-Louis Ricci
  Jean-Claude Andruet
Spice SE88C A 17
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
49
ABD
C1 20   Team Davey   Tim Lee-Davey
  Tom Dodd-Noble
Tiga GC88 D 5
Ford Cosworth DFL 3.3L Turbo V8
NP C2 181   Luigi Taverna Technoracing   Luigi Taverna
  Fabio Magnani
  Roberto Ragazzi
Olmas GLT-200 A -
Ford Cosworth DFL 3.3L V8
NP C1 61   Team Sauber Mercedes   Mauro Baldi
  James Weaver
  Jochen Mass
Sauber C9 M -
Mercedes-Benz M117 5.0L Turbo V8
NP C1 62   Team Sauber Mercedes   Klaus Niedzwiedz
  Kenny Acheson
Sauber C9 M -
Mercedes-Benz M117 5.0L Turbo V8

Leggenda:

  • NP=Non partita - ABD=Abbandono - NQ= Non qualificata- NC=Non classicicata
  • La numero 113 Cougar C12 e la numero 151 Rondeau M379 non sono state classificate per distanza insufficiente (meno del 70% della distanza percorsa dal vincitore)

StatisticheModifica

Giri al comandoModifica

  • numero 17 Porsche 962 C- Porsche A.G. : 22 (1-6 / 10-12 / 24-26 / 37-40 / 254-255 / 258-261)
  • #2 Jaguar XJR 9 - Silk Cut Jaguar/Tom Walkinshaw Racing: 279 (7-9 / 14-23 / 28-36 / 42-50 / 56-61 / 68-73 / 140 / 153-253 / 256-257 / 262-394)
  • #18 Porsche 962 C - Porsche A.G. : 85 (13 / 51-53 / 62-67 / 74-95 / 98-139 / 141-152)
  • #19 Porsche 962 C - Porsche A.G. : 6 (27 / 41 / 54-55 / 96-97)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport