Agremiação Sportiva Arapiraquense

società calcistica brasiliana
ASA
Calcio Football pictogram.svg
Fantasma, Gigante, Alvinegro
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 630px seven vertical stripes Black and White.svg Nero, bianco
Simboli Fantasma
Dati societari
Città Arapiraca
Nazione Brasile Brasile
Confederazione CONMEBOL
Federazione Flag of Brazil.svg CBF
Campionato Alagoas Campeonato Alagoano
Fondazione 1952
Presidente Brasile Nelson Filho
Allenatore Brasile Marcelo Vilar
Stadio Fumeirão
(12 000 posti)
Sito web www.asa-arapiraca.com.br
Palmarès
Trofei nazionali 7 Campionati Alagoani
Si invita a seguire il modello di voce

L'Agremiação Sportiva Arapiraquense, noto anche come ASA de Arapiraca o semplicemente ASA, è una società calcistica brasiliana con sede nella città di Arapiraca, nello stato dell'Alagoas.

StoriaModifica

Il 25 settembre 1952, il club è stato fondato come Associação Sportiva Arapiraquense da imprenditori e autorità cittadine, dopo che il precedente club della città, chiamato Ferroviário de Arapiraca, era fallito. Antônio Pereira Rocha è stato il primo presidente del club.

Nel 1953, l'ASA ha partecipato per la prima volta a una competizione professionistica, il Campionato Alagoano. L'ASA raggiunse la finale, ma il suo avversario, il Ferroviário, si rifiutò di giocare contro l'ASA, e così, l'ASA è stato dichiarato campione dalla Federação Alagoana de Futebol. Questo è stato anche il primo titolo del club.

Il 4 settembre 1977, il club ha cambiato denominazione con quella attuale, Agremiação Sportiva Arapiraquense.[1]

Nel 1979, l'ASA ha partecipato al Campeonato Brasileiro Série A, terminando al 40º posto.[2] A causa della buona stagione del club, è stato soprannominato Fantasma dell'Alagoas (Fantasma das Alagoas, in portoghese).

Nel 1982, il colore verde è stato adottato come uno dei colori del club. Tuttavia, quel colore è stato rapidamente scartato.

Negli anni 2000, il club ha avuto molto successo nel campionato statale, vincendo la competizione nel 2000, nel 2001, nel 2003, e nel 2005.[3] Nel 2000, l'ASA ha partecipato alla Copa João Havelange, venendo inserito nel "Modulo Verde" (che era l'equivalente della terza divisione in quella stagione). Il club è stato eliminato al primo turno.[4] Nel 2001, il club ha partecipato per la prima volta alla Coppa del Brasile. L'ASA è stato eliminato al primo turno dal Vitória.[5] Nel 2002, l'ASA ha partecipato di nuovo alla Coppa del Brasile. Al primo turno, il club ha sorprendentemente eliminato il Palmeiras, ma è stato eliminato al secondo turno dal Confiança.[6] L'ASA è stato finalista del Campeonato Brasileiro Série C nel 2009, perdendo la finale con l'América-MG.[7]

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori del club sono il nero e il bianco,[1] che sono gli stessi colori del defunto Ferroviário de Arapiraca.[8]

Simboli ufficialiModifica

InnoModifica

Il testo dell'inno ufficiale dell'ASA è stato composto da Pedro de França Reys, e la musica da Jovelino José de Lima.

MascotteModifica

La mascotte del club è il personaggio Disney Macchia Nera. Che in Brasile è noto come Mancha Negra.[8]

StruttureModifica

StadioModifica

L'ASA gioca le partite casalinghe all'Estádio Municipal Coaracy da Mata Fonseca, che ha una capacità massima di 12 000 posti.

PalmarèsModifica

Competizioni stataliModifica

1953, 2000, 2001, 2003, 2005, 2009, 2011

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2009
Terzo posto: 2014
Finalista: 2013

NoteModifica

  1. ^ a b Arquivo de Clubes, su arquivodeclubes.com. URL consultato l'11 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2009).
  2. ^ 1979 Campeonato Brasileiro at RSSSF, su rsssfbrasil.com. URL consultato il 22 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2011).
  3. ^ Campeonato Alagoano at RSSSF
  4. ^ 2000 Copa João Havelange at RSSSF, su rsssfbrasil.com. URL consultato il 22 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2016).
  5. ^ 2001 Copa do Brasil at RSSSF
  6. ^ 2002 Copa do Brasil at RSSSF
  7. ^ (PT) América-MG vence o ASA e conquista o título da Série C, UOL Esporte, 19 settembre 2009. URL consultato il 22 novembre 2015.
  8. ^ a b Enciclopédia do Futebol Brasileiro, Volume 1 – Lance, Rio de Janeiro: Aretê Editorial S/A, 2001.

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su asa-arapiraca.com.br. URL consultato l'11 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2014).