Apri il menu principale
Air Gear
エア・ギア
(Ea Gya)
Air gear 1.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Genereazione, fantascienza
Manga
AutoreOh! great
EditoreKōdansha
RivistaWeekly Shōnen Magazine
Targetshōnen
1ª edizione6 novembre 2002 – 28 maggio 2012
Periodicitàtrimestrale
Tankōbon37 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Manga Superstars
1ª edizione it.23 marzo 2007 – 16 marzo 2013
Periodicità it.bimestrale
Volumi it.37 (completa)
Testi it.Simona Stanzani
Serie TV anime
RegiaHajime Kamegaki
ProduttoreNobuaki Suzuki, Takao Yoshizawa
Composizione serieChiaki J. Konaka
Musicheskankfunk, Wall 5 Project
StudioToei Animation
ReteTV Tokyo
1ª TV4 aprile – 26 settembre 2006
Episodi25 (completa) (+1 special)
Aspect ratio4:3
Durata ep.24 min
Episodi it.inedito
OAV
Air Gear: Break on the Sky
RegiaShinji Ishihara
Composizione serieAtsushi Maekawa
StudioSatelight
1ª edizione17 novembre 2010 – 17 giugno 2011
Episodi3 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.28 min
Episodi it.inedito

Air Gear (エア・ギア Ea ghia?) è uno shōnen manga scritto ed illustrato da Ito "Oh! great" Ōgure. Air Gear ruota intorno alla vita di Itsuki Minami, noto anche come "Ikki o Crow", ma anche come "Baby Face", "Lil (o Little Crow", ed i suoi amici. La storia segue il loro inizio nell'utilizzare le Air Gear, un'invenzione derivata da pattini normali. Le parti iniziali della trama introducono i personaggi che alla fine si uniranno a Ikki. Con il continuare la storia, si concentra sui loro ruoli come Storm Riders e sulla loro ricerca di arrivare sulla cima della Trophaeum Tower. Pubblicato in origine sulla rivista contenitore Weekly Shōnen Magazine da novembre 2002 a maggio 2012[1]. I singoli capitoli sono stati raccolti in 37 volumi formato tankōbon e pubblicati dal 16 maggio 2003 al 17 luglio 2012. In Italia il manga è pubblicato dalla casa editrice Panini Comics, nella divisione Planet Manga, a partire dal 23 marzo 2007, concludendosi il 16 marzo 2013 con l'uscita del 37° albo. Nel 2006 il manga ha vinto il primo premio per la categoria shōnen nel Kodansha Manga Award[2].

Nel 2006 ha ricevuto una trasposizione in un anime da 25 episodi realizzato da Toei Animation trasmesso dal 4 aprile al 26 settembre 2006. Inoltre sono stati realizzati tre OAD dallo studio di animazione Satelight.

Indice

TramaModifica

La storia ha inizio con una scaramuccia tra due diverse scolaresche per il possesso del territorio. Minami "Ikki" Itsuki, capo di una delle due bande belligeranti, riesce a vincere contro gli avversari, che prima di andarsene lo minacciano di mandare come rappresaglia i loro amici Skull Saders, un team di storm riders (letteralmente "domatori della tempesta", sono gli utilizzatori di Air Treck) famosi per la loro spietatezza.

Il giorno dopo gli Skull linciano i poveri compagni di Ikki, il quale si ritroverà impotente davanti a un team numericamente superiore e inoltre munito di Air Treck (speciali pattini a motore che permettono di compiere acrobazie mortali e spettacolari, abbreviato anche in "AT"). Ikki viene sconfitto e umiliato pesantemente, e al suo ritorno a casa le sorelle adottive, le quattro sorelle Noyamano, anch'esse facenti parte di un team che utilizza le AT, decidono di vendicare il povero fratello adottivo e andare di persona al covo degli Skull.

La notte vede l'annientamento degli Skull, debolissimi in confronto alla Sleeping Forest, il leggendario team a cui appartengono le sorelle Noyamano. Il loro capo Maga, come ultimo disperato tentativo di salvarsi la faccia, sfida Ikki a una battaglia di Air Treck, dalla quale quest'ultimo ne uscirà vincitore. Inizia così l'appassionante carriera del ragazzo che, ormai completamente affascinato da questo nuovo mezzo tecnologico, punterà sempre più in alto per tentare di diventare infine il "Re del Cielo", il più forte e temuto Storm Rider esistente.

PersonaggiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Air Gear.
  • Itsuki Minami (南樹イッキ Minami Itsuki?): soprannominato Ikki, è il leader dei Kogarasumaru, che ha fondato insieme a Kazuma e Onigiri a cui più tardi si aggiungeranno Agito e Buccha. Ha un grande talento con le Air Treck ed una affinità col vento (tanto da essere definito "amato dal vento"), che lo rendono il candidato principale al titolo di Wind King. In seguito al tradimento di Sora Takeuchi, che gli porterà via il titolo e le Air Treks, diventerà il nuovo Storm King, seguendo la "Hurricane Road". Vive con le sorelle Noyamano a causa della morte dei propri genitori, e saranno proprio loro ad introdurlo nel mondo delle Air Treks. I suoi capelli fanno da nido al suo corvo. Doppiato da: Kenta Kamakari, Haruhi Terada (da giovane).
  • Ringo Noyamano (野山野林檎 Noyamano Ringo?): è la terza delle sorelle Noyamano ed amica di infanzia di Ikki, fa parte del gruppo Sleeping Forest ed è la detentrice della "Sonia Road". In seguito diventerà anche il leader del gruppo. Ha sempre nutrito molto affetto per Ikki, affetto che poi si è tramutato in amore che la porterà ad aiutare sempre Ikki ed i Kogarasumaru nonostante lei appartenga ad un altro gruppo. Doppiata da: Mariya Ise.
  • Kazuma Mikura (美鞍数馬 Mikura Kazuma?): un amico di lunga data di Ikki e sempre al suo fianco. È un rider che basa tutto sulla velocità ed è il più veloce del team Kogarasumaru. Erediterà dopo la morte di Spitfire il titolo di Flame King e le sue Air Treck, diventando così in grado di utilizzare la "Flame Road". Inoltre riuscirà ad imparare la tecnica di manipolazione del tempo da Aeon Clock. Doppiato da: KENN.
  • Onigiri (オニギリ Onigiri?): un amico di lunga data di Ikki. È in grado di utilizzare la "Smell Road", una via che solo lui è capace di utilizzare, che stravolge i sensi del nemico. Indossa sempre la sua Air Treck sulla testa e muovendosi sottosopra. Doppiato da: Masami Kikuchi.
  • Issha Mihotoke (御仏一茶 Mihotoke Issha?): soprannominato Buccha, è un ex-membro del team Night Kings, viene sconfitto da Ikki durante uno scontro sul terreno scolastico. Si unirà ai Kogarasumaru proprio dopo lo scontro. Ha un corpo enorme che riesce a cambiare a proprio piacimento, pompando il sangue negli arti inferiori o superiori a seconda della necessità. Doppiato da: Hitoshi Bifu.
  • Akito Wanijima (鰐島亜紀人 Wanijima Akito?): è una delle tre personalità che si trovano nel suo corpo, insieme a quella di Agito ( Agito?) e di Lind (凜鱗人 Rindo?). Indossa sempre una benda sull'occhio destro, mentre quando diventa Agito la benda viene spostata sull'occhio sinistro. La sua terza personalità si rivela solo durante lo scontro con Orca e si ritiene la personalità originale del corpo. Viene soprannominato lo squalo ed è il "Fang King". Doppiato da: Kokoro Kikuchi.
  • Sora Takeuchi (武内空 Takeuchi Sora?): uno dei Gravity Child, si presenta inizialmente amichevole con Ikki per poi cambiare radicalmente comportamento rivelando la sua vera natura, tradendo Ikki e rubandogli il titolo di Wind King. Fonda il gruppo Genesis insieme al fratello gemello Nike in modo da vincere il Tropaion e diventare lo Sky King. Doppiato da: Mitsuru Miyamoto.

MediaModifica

MangaModifica

Pubblicato in origine sulla rivista contenitore Weekly Shōnen Magazine da maggio 2003 a maggio 2012. I singoli capitoli sono stati raccolti in 37 volumi formato tankōbon e pubblicati dal 16 maggio 2003 al 17 luglio 2012. Un'edizione italiana è pubblicata dalla casa editrice Panini Comics, nella divisione Planet Manga, a partire dal 23 marzo 2007 a cadenza prima mensile, successivamente bimestrale ed infine trimestrale. Essa si è conclusa con il 37º albo il 16 marzo 2013. Negli Stati Uniti il manga è stato pubblicato prima da Del Rey Manga, che ha pubblicato il primo volume il 25 luglio 2006[3], e poi da Kodansha Comics USA[4] a partire dal volume 18, uscito nel giugno 2011.

VolumiModifica

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
114 maggio 2003[5]ISBN 978-4-06-363242-2 23 marzo 2007[6]
215 luglio 2003[7]ISBN 978-4-06-363266-8 19 aprile 2007[8]
317 ottobre 2003[9]ISBN 978-4-06-363303-0 24 maggio 2007[10]
417 dicembre 2003[11]ISBN 978-4-06-363325-2 21 giugno 2007[12]
517 marzo 2004[13]ISBN 978-4-06-363347-4 19 luglio 2007[14]
617 maggio 2004[15]ISBN 978-4-06-363370-2 23 agosto 2007[16]
717 agosto 2004[17]ISBN 978-4-06-363415-0 20 settembre 2007[18]
817 novembre 2004[19]ISBN 978-4-06-363450-1 18 ottobre 2007[20]
917 febbraio 2005[21]ISBN 978-4-06-363486-0 22 novembre 2007[22]
1017 maggio 2005[23]ISBN 978-4-06-363528-7 20 dicembre 2007[24]
1117 agosto 2005[25]ISBN 978-4-06-363562-1 21 febbraio 2008[26]
1216 dicembre 2005[27]ISBN 978-4-06-363613-0 17 aprile 2008[28]
1317 marzo 2006[29]ISBN 978-4-06-363639-0 19 giugno 2008[30]
1416 giugno 2006[31][32]ISBN 978-4-06-363678-9 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-362056-6 (ed. limitata)
4 settembre 2008[33]
1515 settembre 2006[34][35]ISBN 978-4-06-363717-5 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-362061-0 (ed. limitata)
16 ottobre 2008[36]
1617 gennaio 2007[37]ISBN 978-4-06-363775-5 18 dicembre 2008[38]
1717 aprile 2007[39]ISBN 978-4-06-363816-5 15 febbraio 2009[40]
1817 agosto 2007[41]ISBN 978-4-06-363865-3 19 aprile 2009[42]
1916 novembre 2007[43]ISBN 978-4-06-363909-4 21 giugno 2009[44]
2017 marzo 2008[45][46]ISBN 978-4-06-363960-5 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-362101-3 (ed. limitata)
30 agosto 2009[47]
2117 giugno 2008[48][49]ISBN 978-4-06-363996-4 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-362115-0 (ed. limitata)
31 ottobre 2009[50]
2217 settembre 2008[51]ISBN 978-4-06-384036-0 27 dicembre 2009[52]
2317 dicembre 2008[53]ISBN 978-4-06-384082-7 28 febbraio 2010[54]
2417 marzo 2009[55]ISBN 978-4-06-384109-1 30 aprile 2010[56]
2517 giugno 2009[57]ISBN 978-4-06-384144-2 20 giugno 2010[58]
2617 settembre 2009[59]ISBN 978-4-06-384183-1 29 agosto 2010[60]
2717 dicembre 2009[61]ISBN 978-4-06-384220-3 24 ottobre 2010[62]
2816 aprile 2010[63]ISBN 978-4-06-384279-1 23 gennaio 2011[64]
2916 luglio 2010[65]ISBN 978-4-06-384325-5 28 maggio 2011[66]
3017 novembre 2010[67]ISBN 978-4-06-384394-1 6 agosto 2011[68]
3117 marzo 2011[69]ISBN 978-4-06-384457-3 3 dicembre 2011[70]
3217 giugno 2011[71]ISBN 978-4-06-384501-3 11 febbraio 2012[72]
3316 settembre 2011[73]ISBN 978-4-06-384550-1 12 maggio 2012[74]
3416 dicembre 2011[75]ISBN 978-4-06-384596-9 14 luglio 2012[76]
3516 marzo 2012[77]ISBN 978-4-06-384640-9 17 novembre 2012[78]
3615 giugno 2012[79]ISBN 978-4-06-384685-0 19 gennaio 2013[80]
3717 luglio 2012[81]ISBN 978-4-06-384702-4 16 marzo 2013[82]

AnimeModifica

 
Mikan Noyamano nell'anime

Nel 2006 è stata prodotta una trasposizione anime in 25 episodi (più un episodio speciale) da parte di Toei Animation, trasmessa in Giappone dal 4 aprile al 26 settembre 2006, i cui diritti sono stati acquistati in Italia dalla Yamato Video[83].

È stato prodotta anche una serie OAD, composta da tre episodi, intitolata Air Gear: Kuro no hane to nemuri no mori -Break on the Sky- (エア・ギア 黒の羽と眠りの森 -Break on the Sky-?); il primo OAD è uscito in Giappone il 17 novembre 2010, il secondo il 17 marzo 2011 e il terzo è stato pubblicato il 17 giugno 2011, allegati alle edizioni limitate dei volumi 30, 31 e 32 del manga. Il primo OAD narra le vicende legate al 16° tankōbon del manga (ovvero lo scontro tra Ikki e Ringo), mentre nel secondo e nel terzo è raccontata la battaglia virtuale tra i Kogarasumaru e i membri della vecchia Sleeping Forest (rispettivamente nel 24° e nel 25° tankōbon)[84][85][86]. Gli OAD sono stati realizzati dallo studio di animazione Starlight.

EpisodiModifica

GiapponeseKanji」 - RōmajiIn onda
Giapponese
1「Trick:1」4 aprile 2006
2「Trick:2」11 aprile 2006
3「Trick:3」18 aprile 2006
4「Trick:4」25 aprile 2006
5「Trick:5」2 maggio 2006
6「Trick:6」9 maggio 2006
7「Trick:7」16 maggio 2006
8「Trick:8」23 maggio 2006
9「Trick:9」30 maggio 2006
10「Trick:10」6 giugno 2006
11「Trick:11」20 giugno 2006
12「Trick:12」27 giugno 2006
13「Trick:13」4 luglio 2006
14「Trick:14」11 luglio 2006
15「Trick:15」18 luglio 2006
16「Trick:16」25 luglio 2006
17「Trick:17」1º agosto 2006
18「Trick:18」8 agosto 2006
19「Trick:19」15 agosto 2006
20「Trick:20」22 agosto 2006
21「Trick:21」29 agosto 2006
21.5「Trick:21.5」-
22「Trick:22」5 settembre 2006
23「Trick:23」12 settembre 2006
24「Trick:24」19 settembre 2006
25「Trick:25」26 settembre 2006

MusicalModifica

Il manga è stato adattato anche in un musical chiamato Musical Air Gear[87] venendo rappresentato dal 7 al 21 gennaio 2007. I ruoli di Ikki, Kazuma e Spitfire sono stati interpretati rispettivamente da Kenta Kamakari, KENN e Kenjiro Tsuda[88]. Per il suo successo ha anche avuto una replica a maggio 2007 intitolata Musical Air Gear vs. Bacchus Super Range Remix (ミュージカル「エア·ギア」vs.バッカス Super Range Remix Myūjikaru "Ea Gia" tai Bakkasu Sūpā Renji Rimikkusu?), col cast precedente, ad eccezione di Kenta Kamaraki, che ha ripreso i vecchi ruoli. Ad aprile 2010 il musical ha avuto una ulteriore replica chiamata Musical Air Gear vs. Bacchus Top Gear Remix.

NoteModifica

  1. ^ Termina Air Gear di Oh! Great, su mangaforever.net, 6 aprile 2012. URL consultato il 17 luglio 2014.
  2. ^ (EN) More Manga Awards, su animenewsnetwork.com, 12 maggio 2006. URL consultato il 17 luglio 2014.
  3. ^ (EN) Del Rey Acquires Air Gear, su animenewsnetwork.com, 20 gennaio 2006. URL consultato il 17 luglio 2014.
  4. ^ (EN) Kodansha USA Adds Phoenix Wright, Monster Hunter, Deltora Quest, su animenewsnetwork.com, 12 dicembre 2010. URL consultato il 17 luglio 2014.
  5. ^ (JA) エア・ギア(1), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  6. ^ Air Gear 1, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  7. ^ (JA) エア・ギア(2), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  8. ^ Air Gear 2, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  9. ^ (JA) エア・ギア(3), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  10. ^ Air Gear 3, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  11. ^ (JA) エア・ギア(4), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  12. ^ Air Gear 4, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  13. ^ (JA) エア・ギア(5), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  14. ^ Air Gear 5, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  15. ^ (JA) エア・ギア(6), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  16. ^ Air Gear 6, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  17. ^ (JA) エア・ギア(7), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  18. ^ Air Gear 7, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  19. ^ (JA) エア・ギア(8), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  20. ^ Air Gear 8, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  21. ^ (JA) エア・ギア(9), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  22. ^ Air Gear 9, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  23. ^ (JA) エア・ギア(10), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  24. ^ Air Gear 10, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  25. ^ (JA) エア・ギア(11), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  26. ^ Air Gear 11, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  27. ^ (JA) エア・ギア(12), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  28. ^ Air Gear 12, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  29. ^ (JA) エア・ギア(13), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  30. ^ Air Gear 13, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  31. ^ (JA) エア・ギア(14), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  32. ^ (JA) エア・ギア(14)限定版, Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  33. ^ Air Gear 14, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  34. ^ (JA) エア・ギア(15), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  35. ^ (JA) エア・ギア(15)限定版, Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  36. ^ Air Gear 15, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  37. ^ (JA) エア・ギア(16), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  38. ^ Air Gear 16, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  39. ^ (JA) エア・ギア(17), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  40. ^ Air Gear 17, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  41. ^ (JA) エア・ギア(18), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  42. ^ Air Gear 18, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  43. ^ (JA) エア・ギア(19), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  44. ^ Air Gear 19, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  45. ^ (JA) エア・ギア(20), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  46. ^ (JA) エア・ギア 限定版(20), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  47. ^ Air Gear 20, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  48. ^ (JA) エア・ギア(21), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  49. ^ (JA) エア・ギア 限定版(21), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  50. ^ Air Gear 21, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  51. ^ (JA) エア・ギア(22), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  52. ^ Air Gear 22, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  53. ^ (JA) エア・ギア(23), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  54. ^ Air Gear 23, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  55. ^ (JA) エア・ギア(24), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  56. ^ Air Gear 24, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  57. ^ (JA) エア・ギア(25), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  58. ^ Air Gear 25, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  59. ^ (JA) エア・ギア(26), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  60. ^ Air Gear 26, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  61. ^ (JA) エア・ギア(27), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  62. ^ Air Gear 27, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  63. ^ (JA) エア・ギア(28), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  64. ^ Air Gear 28, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  65. ^ (JA) エア・ギア(29), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  66. ^ Air Gear 29, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  67. ^ (JA) エア・ギア(30), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  68. ^ Air Gear 30, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  69. ^ (JA) エア・ギア(31), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  70. ^ Air Gear 31, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  71. ^ (JA) エア・ギア(32), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  72. ^ Air Gear 32, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  73. ^ (JA) エア・ギア(33), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  74. ^ Air Gear 33, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  75. ^ (JA) エア・ギア(34), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  76. ^ Air Gear 34, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  77. ^ (JA) エア・ギア(35), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  78. ^ Air Gear 35, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  79. ^ (JA) エア・ギア(36), Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  80. ^ Air Gear 36, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  81. ^ (JA) エア・ギア(37)<完>, Kōdansha. URL consultato il 22 maggio 2018.
  82. ^ Air Gear 37, AnimeClick.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  83. ^ Yamato Video a Lucca 2009: Claymore, Kyashan Sins e molto altro, su animeclick.it, 1º novembre 2009. URL consultato il 17 luglio 2014.
  84. ^ (EN) Air Gear Anime DVD Bundled with 30th Manga Volume, su animenewsnetwork.com, 14 luglio 2007. URL consultato il 17 luglio 2014.
  85. ^ (EN) Air Gear Manga Volume 31 to Bundle 2nd Anime DVD, su animenewsnetwork.com, 9 novembre 2009. URL consultato il 17 luglio 2014.
  86. ^ (EN) Air Gear Manga Volume 32 to Bundle 3rd Anime DVD, su animenewsnetwork.com, 16 marzo 2011. URL consultato il 17 luglio 2014.
  87. ^ (JA) Musical Air Gear Official Site, su mmv.co.jp. URL consultato il 17 luglio 2014 (archiviato il 18 dicembre 2008).
  88. ^ (JA) Air Gear Musical Cast, su mmv.co.jp (archiviato il 12 dicembre 2008).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga