Alexander von Bunge

botanico tedesco (1803–1890)

Alexander von Bunge, in russo: Александр Андреевич Бунге? Aleksandr Andreevič Bunge (Kiev, 24 settembre o 6 ottobre 1803Kiltsi, 6 o 18 luglio 1890), è stato un botanico tedesco-russo, membro dell'Accademia imperiale delle scienze[1] di San Pietroburgo e professore dell'Università di Dorpat.

Alexander von Bunge

È ricordato soprattutto per le spedizioni scientifiche in Asia e in particolare in Siberia.

BiografiaModifica

Bunge nacque in una famiglia che apparteneva alla minoranza tedesca nella Russia zarista. Suo padre Andreas Theodor era figlio di Georg Friedrich Bunge, un farmacista emigrato dalla Prussia orientale in Russia nel XVIII secolo.

Bunge studiò medicina e scienze naturali all'Università di Dorpat. Nel 1825, dopo aver ottenuto il dottorato con la tesi De Relatione Methodi plantarum naturalis in vires vegetabilium medicales[2] con il suo maestro Karl Friedrich von Ledebour[3] si è recato nelle steppe kirghize e della Zungaria, e sui monti Altaj per studiare le piante di montagna, raggiungendo nel 1829 le fonti del Katun'. Nel 1830 ha raggiunto Pechino, in Cina, attraversando la Siberia e la Mongolia, studiando la flora delle steppe e del Gobi[4]. Da questo viaggio tornò in Russia nel 1831.

Nel 1834 ha insegnato botanica a Kazan'. Nel 1835, ha viaggiato attraverso le steppe del Volga e il governatorato di Astrachan'. Nel 1836 si è recato a Dorpat, dove è diventato professore di botanica e direttore del giardino botanico.

Nel dicembre del 1857 si è unito alla spedizione scientifica diretta in Persia, che lo ha portato fino in Afghanistan. Da Gorgan è stato a Shahrud, Nishapur, Mashhad e infine ha raggiunto Herat nel 1858, per poi dirigersi verso Tabas e il bordo orientale del Grande deserto salato (Dasht-e Kavir). Nel febbraio 1859 ha preso la via del ritorno attraverso il deserto, ha toccato Zabol, Kerman, Isfahan, Teheran, Tabriz, fino a Tbilisi (Georgia), nell'agosto del 1859, ed è ritornato a Dorpat, dove si è dedicato all'elaborazione del materiale raccolto in Persia e alla stesura delle informazioni raccolte in questo viaggio.

È rimasto a Dorpat fino al 1881, trascorrendo i suoi ultimi anni svolgendo indagini sulla flora estone. È morto a Kiltsi, un villaggio del comune rurale di Väike-Maarja, nel Governatorato dell'Estonia ed è stato sepolto a Dorpat.

Uno dei suoi figli, Aleksandr Aleksandrovič Bunge (1851-1930)[5], fu uno zoologo e un esploratore dell'Artide; un altro figlio Gustav von Bunge (1844–1920) era un fisiologo.

Luoghi e specie che portano il suo nomeModifica

GeografiaModifica

PianteModifica

Opere scelteModifica

  • Flora Altaica; scripsit Carolus Fridericus a Ledebour, adiutoribus Car. Ant. Meyer et Al. a Bunge. (1829-1833)
  • Enumeratio plantarum quas in China boreali collegit (San Pietroburgo 1831).
  • Plantarum mongolica-chinensium decas I. (Kasan 1835)
  • Alexandri Lehmann reliquiae botanicae; sive, Enumeratio plantarum in itinere per deserta Asiae Mediae ab A. Lehmann annis 1839-1842 collectarum. Scripsit Al. Bunge. (1847)
  • Beitrag zur kenntniss der flor Russlands und der steppen Central-Asiens, (1851) - Contributo alla conoscenza della flora nativa della Russia e delle steppe dell'Asia centrale.
  • Plantas Abichianas in itineribus per Caucasum regionesque Transcaucasicas collectas, enumeravit A. Bunge. (1858)
  • Generis Astragali species gerontogeae. (San Pietroburgo 1868-1869).[10]
  • Labiatae persicae, (San Pietroburgo 1873).[11]

NoteModifica

  1. ^ L'Accademia è stata fondata a San Pietroburgo da Pietro il Grande, su ispirazione e consiglio di Gottfried Leibniz, nel 1724. In origine era chiamata Accademia delle Scienze di San Pietroburgo (in russo: Петербургская Академия наук). Il nome è variato nel corso degli anni, diventando Accademia Imperiale delle Scienze e delle Arti (Императорская Академия наук и художеств; 1747-1803), Accademia Imperiale delle Scienze (Императорская Академия Наук; 1803-1836), e, infine, Imperial Accademia delle Scienze di San Pietroburgo (Императорская Санкт-Петербургская Академия Наук, dal 1836 e fino alla fine dell'impero nel 1917).
  2. ^ De relatione methodi plantarum naturalis in vires vegetabilium medicales on-line
  3. ^ (DE) Ledebour, Karl Friedrich von (russischer Dienstadel 1823) Archiviato il 28 ottobre 2014 in Internet Archive.
  4. ^ (DE) Alexander von Bunge (1803-1890), ein bedeutender Erforscher der mongolischen Flora Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  5. ^ Бунге Александр Александрович (28.10.1851–1930) Archiviato il 25 dicembre 2012 in Archive.is.
  6. ^ Ci sono fonti contraddittorie sull'attribuzione della dedica a lui o al figlio Aleksandr Aleksandrovič Bunge
  7. ^ The Plant List: [1]
  8. ^ Encyclopedia of Stanford Trees, Shrubs, and Vines PINACEAE
  9. ^ Manchurian Catalpa Catalpa bungei by Richard T. Olsen and Joseph H. Kirkbride, Jr.
  10. ^ JSTOR Global Plants Bunge, Alexander Andrejewitsch (Aleksandr Andreevic (Aleksandrovic) von (1803-1890)
  11. ^ Biodiversity Heritage Library (bibliography)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Bunge è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Alexander von Bunge.
Consulta l'elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI.
Controllo di autoritàVIAF (EN73966865 · ISNI (EN0000 0000 8153 9796 · CERL cnp00388824 · LCCN (ENno94006008 · GND (DE117155780 · BNF (FRcb12552020f (data) · J9U (ENHE987007294149605171 · WorldCat Identities (ENlccn-no94006008
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie