Amy Holden Jones

sceneggiatrice e regista statunitense

Amy Holden Jones (...) è una sceneggiatrice e regista statunitense.

BiografiaModifica

Figlia di un medico diagnosta, cresce dall'età di 11 anni a Buffalo, dove si diploma nel 1971.[1] Si iscrive al Wellesley College per sfruttarvi l'opportunità di frequentare metà dei propri corsi nel vicino MIT senza doverne superare i requisiti d'accesso, dove può così studiare fotografia con Minor White.[2] Al MIT, Jones si appassiona al cinema documentario, dirigendo un cortometraggio che viene premiato nel 1973 al festival cinematografico studentesco dell'AFI, la cui giuria è composta da Frederick Wiseman, Eleanor Perry e Martin Scorsese.[2][3]

Memore del film, il regista la vuole qualche anno dopo come propria assistente durante la produzione di Taxi Driver (1976).[1][2][3][4] Ritenendola "troppo brava per fare d'assistente", la raccomanda poi al produttore Roger Corman, alla ricerca di un montatore "abile e poco costoso" per il film Hollywood Boulevard, che dà inizio alla breve carriera di montatrice della Jones.[2] Dopo aver lavorato per un anno e mezzo con Hal Ashby al montaggio del suo Cuori di seconda mano, Jones decide infatti di passare dietro la macchina da presa per avere il completo controllo creativo e rifiuta il montaggio di E.T. l'extra-terrestre offertole da Steven Spielberg in favore di un film a basso costo da dirigere per Corman, lo slasher The Slumber Party Massacre (1982).[2][5][6]

Nonostante i seguenti film da lei scritti e diretti, Passione fatale (1983), con Jamie Lee Curtis, e la commedia A servizio ereditiera offresi (1987), riscuotano dei buoni risultati al botteghino, Jones continua a non ricevere nessuna offerta da parte degli studios,[2][3] e, quando nel 1988, al termine di una serie di vicissitudini produttive, la sceneggiatura da lei scritta di Mystic Pizza finisce per diventare un film di successo per la regia di qualcun altro, decide di dedicarsi esclusivamente alla scrittura per il cinema, professione nella quale «essere donna era accettabile [...] e potevi venire assunta».[2][7] Nel 1991 scrive il dramma sentimentale Proposta indecente, portato al cinema da Adrian Lyne due anni dopo con Robert Redford, Demi Moore e Woody Harrelson.[7] Il film incassa più di 260 milioni di dollari nel mondo nonostante le critiche perlopiù negative e la vittoria di Jones di un Razzie Award alla peggior sceneggiatura,[8][9][10] facendo di lei «un nome importante come sceneggiatrice in un'epoca in cui si potevano fare un sacco di soldi in questo modo».[2] Contemporaneamente, riscrive, accreditata, la sceneggiatura di John Hughes del film per famiglie Beethoven (1992), anch'esso di grande successo e primo di una serie.[11] Nel corso del resto degli anni novanta, sceneggerà Getaway con Alec Baldwin e Kim Basinger, remake del film omonimo di Sam Peckinpah, La moglie di un uomo ricco con Halle Berry, con cui tornerà momentaneamente anche alla regia, e il film dell'orrore Relic, riscritto da Rick Jaffa e Amanda Silver.[12]

Decide poi di passare alla televisione, lavorando ad un nuovo genere di serie medical drama ispirato alle esperienze di suo padre nella diagnostica, finché la messa in onda di Dr. House - Medical Division non renderà obsoleto il progetto.[1][2] Dopo quasi vent'anni di assenza, nel 2014 crea per ABC il medical drama Black Box, durato una sola stagione, mentre nel 2018 crea per la Fox la serie The Resident.[2]

Vita privataModifica

È stata sposata col direttore della fotografia Michael Chapman, che aveva conosciuto durante le riprese di Taxi Driver (1976),[1] fino alla morte di lui nel 2020.[13]

FilmografiaModifica

SceneggiatriceModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

RegistaModifica

MontatriceModifica

ProduttriceModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Alan Pergament, Fox's popular 'The Resident' is creation of Buffalo Seminary grad, in The Buffalo News, 21 maggio 2019. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  2. ^ a b c d e f g h i j (EN) Amy Holden Jones e Chris Eggertson, 'The Resident' Co-Creator Amy Holden Jones: How I Made It in Hollywood, in The Hollywood Reporter, 22 gennaio 2018. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  3. ^ a b c d e f Engel 1995, p. 56.
  4. ^ (EN) Will Thorne, ‘The Resident’ Co-Creator Amy Holden Jones Signs 20th Century Fox TV Deal, in Variety, 1º maggio 2019. URL consultato il 18 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Larry Kart, Why one tough woman turned down 'E.T.' for 'Slumber Party Massacre', in Chicago Tribune, 29 aprile 1984, p. 14. URL consultato il 18 ottobre 2020. Ospitato su newspapers.com.
  6. ^ (EN) Chris Nashawaty, Crab Monsters, Teenage Cavemen and Candy Stripe Nurses: Roger Corman: King of the B Movie, New York, Harry N. Abrams, Inc., 2013, p. 185, ISBN 978-1-419-70669-1.
  7. ^ a b Engel 1995, p. 57.
  8. ^ (EN) Jeffrey Wells, Movies: The reviews panned 'Indecent Proposal,' but the box office generated $24 million in five days. Star power didn't hurt., in Los Angeles Times, 13 aprile 1993. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  9. ^ (EN) Proposta indecente (1993), su Box Office Mojo, Amazon.com. URL consultato il 29 maggio 2010.
  10. ^ (EN) ‘Indecent Proposal,’ Madonna, Burt Reynolds Dubbed Hollywood’s Worst With PM-Oscars, Bjt, in Associated Press, 21 marzo 1994. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  11. ^ Engel 1995, p. 59.
  12. ^ (EN) Amy Holden Jones, The Relic, early draft, su dailyscript.com, 16 marzo 1995. URL consultato il 24 ottobre 2020. Ospitato su dailyscript.com.
  13. ^ (EN) Natalie Oganesyan, Michael Chapman, ‘Taxi Driver’ and ‘Raging Bull’ Cinematographer, Dies at 84, in Variety, 21 settembre 2020. URL consultato il 18 ottobre 2020.

BiografiaModifica

  • (EN) Joel Engel (a cura di), Screenwriters on Screen-Writing: The Best in the Business Discuss Their Craft, New York, Hachette Books, 1995, ISBN 9780786880577.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74051772 · Europeana agent/base/115176 · LCCN (ENn93101070 · GND (DE137943954 · BNE (ESXX1405925 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-86106504