Apri il menu principale

Andrea Sambucco

comico e cantante italiano

Andrea Sambucco, noto anche con lo pseudonimo di Ruggero de I Timidi (Udine, 9 luglio 1975), è un comico e cantante italiano.

BiografiaModifica

Udinese di nascita, vive per un periodo a Pavia e a Casalpusterlengo per poi stabilirsi a Milano.[1] La sua carriera artistica comincia nell'ambito teatrale, recitando in spettacoli come Le Negre di Jane Janet e Chi ruba un piede è fortunato in amore di Dario Fo.[2] Nei primi anni duemila tenta la professione di cantautore, partecipando a manifestazioni locali e pubblicando tre album.[3]

Dal 2005 si dedica al mondo del cabaret, ottenendo diversi riconoscimenti, tra cui il premio al Festival di Cabaret Cabawave nell'ambito della manifestazione Arezzo Wave Love Festival a luglio 2005 e il Premio della Critica al Festival Locomix di San Marino 2008. Nel 2007 realizza la sigla di Berto Lôf, versione in friulano del cartone di Lupo Alberto.[4][5]

Nel 2008 fa il suo esordio in televisione nella trasmissione Central Station[3] con lo sketch corso pratico: cabarettista in 5 minuti. Nel 2009 partecipa a Colorado Cafè[4] e l'anno seguente passa a Zelig Off. In quest'ambiente conosce la sua futura consorte, l'architetta Fabiana Incoronata Bisceglia.[6] Nel 2011 entra a far parte del cast di Zelig, portando in scena il personaggio del signor Maniaco.[2] Negli anni ha partecipato anche alle trasmissioni Glob, Quelli che il calcio e Wikitaly e ha condotto il programma radiofonico Si salvi chi può di Radio Monte Carlo.[7]

Nel 2013 crea il personaggio di "Ruggero de I Timidi" e pubblica su YouTube il suo singolo d'esordio, Timidamente io. La musica del brano e il nome d'arte sono ispirati alla scena musicale italiana anni sessanta, in aperto contrasto con il testo, che invece affronta in maniera demenziale il tema non propriamente "leggero" dello squirting. Il successo del brano è immediato e lo porta a dedicarsi completamente al nuovo personaggio, pubblicando numerosi singoli che mantengono lo stesso schema musica leggera/testo demenziale. Comincia anche a esibirsi dal vivo con il "Notte Romantica Tour"[8] e il "Ruggero de I Timidi Christmas Show".[9] Nel 2014 partecipa al programma Tú sí que vales,[10] classificandosi al terzo posto.

Il 24 febbraio 2015 pubblica il suo primo album come Ruggero de I Timidi, intitolato Frutto proibito,[11] il quale entra al 12º posto nella classifica italiana di iTunes.[12] Il disco contiene tre inediti e nuove registrazioni dei brani precedentemente pubblicati su YouTube.[13] L'11 dicembre esce la raccolta Natale romantico con cover di famose canzoni natalizie e rivisitazioni di vecchi brani.[14] Nel 2017 appare in un cameo nel film Si muore tutti democristiani de Il Terzo Segreto di Satira,[15] suoi stretti collaboratori.[1] È poi ospite fisso di 90 Special nell'edizione 2018.[16] Il 15 aprile 2018 presenta a Vinitaly il suo vino rosso, Rougero.[17]

Il 21 giugno pubblica il singolo La canzone dell'estate, in collaborazione con il tenore Maestro Ivo. Il 7 settembre esce il secondo album, Giovani emozioni, che omaggia la musica dei cantautori degli anni settanta, tra cui Franco Battiato, Francesco De Gregori e Ivan Graziani.[18] Al Lucca Comics 2018 presenta l'albo a fumetti Fumetti timidi, disegnato da Giuseppe Zironi e Stefano Conte, con copertina di Giorgio Cavazzano.[19]

DiscografiaModifica

AlbumModifica

RaccolteModifica

  • 2013 – I primi cinque più grandi successi
  • 2014 – I più grandi successi di Ruggero de I Timidi
  • 2015 – Natale romantico

Singoli extra albumModifica

  • 2013 – Banana Juice (feat. Vallanzaska)
  • 2015 – Toy Boy
  • 2016 – Natale al motel
  • 2017 – L'estate del reggaeton

NoteModifica

  1. ^ a b Chiara Galeazzi, Una timida intervista a Ruggero de I Timidi, su Noisey, 6 dicembre 2013. URL consultato il 27 marzo 2019.
  2. ^ a b Igor, Andrea Sambucco - Il Maniaco di Zelig, su www.samigo.it. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  3. ^ a b Scheda comico su Comedycentral.it Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive.
  4. ^ a b Scheda Andrea Sambucco Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive. Zeroconfini.it
  5. ^ Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Notizie dalla Giunta, su www.regione.fvg.it. URL consultato il 27 marzo 2019.
  6. ^ Cambio vita: dal catasto al cabaret, su Archinoia, 7 luglio 2016. URL consultato il 27 marzo 2019.
  7. ^ Ruggero de "I Timidi" al Tenda bar di Lignano, su UdineToday. URL consultato il 27 marzo 2019.
  8. ^ Ruggero de I Timidi si rivela: "Io, udinese a Milano, cittadino del mondo", in UdineToday. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  9. ^ Ruggero de i Timidi festeggia i 5 anni di carriera con il primo raduno timido, in MonzaToday. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  10. ^ RUGGERO DEI TIMIDI - Chi e il cantante comico finalista di Tu si que vales Il Sussidiario.net 29 novembre 2014
  11. ^ Ruggero de I Timidi affronta un tema navigato: le Milf Rolling Stones
  12. ^ Itunes charts 24 febbraio 2015
  13. ^ Il primo magico disco di Ruggero de I Timidi, in Orrore a 33 Giri, 8 aprile 2015. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  14. ^ "Natale Romantico", l'album di Natale di Ruggero De I Timidi, in VareseNews, 11 dicembre 2015. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  15. ^ Ruggero de I Timidi: «Il pubblico si tatua la parrucca in mio onore», su Rolling Stone Italia, 16 novembre 2018. URL consultato il 27 marzo 2019.
  16. ^ Savino e gli anni '90, non tutto è “special”, 19 gennaio 2018. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  17. ^ Ruggero de I Timidi presenta: Rougero il primo vino timido - 15 Aprile 2018, su Evensi. URL consultato il 27 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2019).
  18. ^ Andrea Giovannetti, Ruggero de I Timidi: «Sono io l'alternativa alla trap» (intervista) - Spettakolo.it, in Spettakolo!, 20 settembre 2018. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  19. ^ Una timida incursione nel fumetto: intervista a Ruggero de I Timidi, su Lo Spazio Bianco, 13 dicembre 2018. URL consultato il 27 marzo 2019.

Collegamenti esterniModifica