Angelo Grillo

Angelo Grillo (Genova, 1557Parma, ottobre 1629) è stato uno scrittore e poeta italiano, «uno dei poeti più letti e ammirati in Italia, influente al punto da entrare nel canone dei massimi lirici tra Cinque e Seicento, accanto a Tasso, Chiabrera e Marino»[1].

BiografiaModifica

Nato da una nobile famiglia genovese nel 1557, vestì fin da giovane l'abito dei benedettini di Monte Cassino. Fu abate del monastero di San Paolo fuori le mura a Roma, dove fondò la celebre Accademia degli Umoristi. Fu amico di Torquato Tasso, Battista Guarini e Giovan Battista Marino. I suoi madrigali furono musicati da Claudio Monteverdi, Filippo Bonaffino, Orazio Vecchi, Luca Marenzio, Giuliano Paratico, Salamone Rossi, Pomponio Nenna e altri.

OpereModifica

  • Rime morali (1580 e 1599);
  • Affetti pietosi (1581);
  • Pompe della Morte (1599);
  • Elogio di Giovanni Imperiali di doge a Genova (1618).

NoteModifica

  1. ^ Ferretti (2012), p. 123.

BibliografiaModifica

  • Giovanni Battista Spotorno, Storia letteraria della Liguria, Genova 1824-26, IV, pp. 444–446;
  • Michele Giustiniani, Scrittori liguri, Roma 1667, pp. 73–78;
  • Luigi Tosti, Torquato Tasso e i Benedettini Cassinesi, in Atti della R. Accademia di archeologia lettere e scienze di Napoli, VIII (1877), poi Roma 1886;
  • Angelo Solerti, Vita di Torquato Tasso, I, Torino 1895, p. 385 segg.;
  • Nicolò Giuliani, Ansaldo Cebà, in Giornale ligustico, 1882, pp. 100–101, 113-134, 151-159 e passim.
  • Francesco Ferretti, Le muse del calvario: Angelo Grillo e la poesia dei benedettini cassinesi, Il mulino, 2012, ISBN 9788815237125.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN100182785 · ISNI (EN0000 0001 0803 8730 · LCCN (ENn89602818 · BNF (FRcb13185740s (data) · BAV (EN495/73371 · CERL cnp00959780 · WorldCat Identities (ENlccn-n89602818