Antonio Günther II di Schwarzburg-Sondershausen-Arnstadt

nobile
Antonio Günther II
Conte di Schwarzburg-Sondershausen zu Arnstadt
Nascita Sondershausen, 10 ottobre 1653
Morte Arnstadt, 20 dicembre 1716
Padre Antonio Gundicaro I, conte di Schwarzburg-Sondershausen
Madre Contessa Palatina Maria Maddalena di Birkenfeld
Consorte Augusta Dorotea di Brunswick-Wolfenbüttel

Antonio Günther II di Schwarzburg-Sondershausen (Sondershausen, 10 ottobre 1653Arnstadt, 20 dicembre 1716) è stato Conte di Schwarzburg-Arnstadt, Conte di Hohnstein, Signore di Sondershausen, Arnstadt e Leutenberg.

BiografiaModifica

Antonio Günther II era figlio del Conte Antonio Günther I e di sua moglie, Maria Maddalena del Palatinato-Birkenfeld. Nel 1666 succedette al padre governando in coreggenza assieme al fratello maggiore Cristiano Guglielmo. Nel 1681, i fratelli divisero la loro eredità, con Anton Günther II che ricevette i distretti di Ebeleben, Schernberg, Keula, e Arnstadt fondando quindi la linea cadetta dalla vita breve. Nel 1697, i fratelli furono elevati a principi imperiali, ma Anton Günther II si astenne dall'uso di questo titolo fino al 1709.

Antonio Günther stabilì la propria residenza ad Arnstadt: qui fu un notevole patrono della musica del tuo tempo, interessandosi anche di storia e di arte come collezionista. Egli fu infatti protettore di Johann Sebastian Bach il quale lo assunse quale suo Organista a Arnstadt, cittadina che sotto la reggenza di Antonio Günthers divenne uno dei centri più importanti della cultura tedesca.

Nel 1684 sposò Augusta Dorotea (1666-1751), figlia del Duca Antonio Ulrico di Brunswick-Wolfenbüttel.

Alla sua morte, non avendo avuto eredi, gli succedette il fratello Cristiano Guglielmo, che rimase l'unico regnante dello stato.

BibliografiaModifica

  • Apfelstedt, Börner u. Donhof: "Heimathskunde für die Bewohner des Fürstenthums Schwarzburg-Sondershausen. 3. Tl. Geschichte des Fürstlich-Schwarzburgischen Hauses (1856)" (Gebundene Ausgabe - Mai 1998)
  • H. F. Apfelstedt: "Das Haus Kevernburg-Schwarzburg von seinem Ursprunge bis auf unsere Zeit" ISBN 3-910132-29-4
Controllo di autoritàVIAF (EN15554768 · GND (DE117764337 · CERL cnp00946209 · WorldCat Identities (ENviaf-15554768
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie