Apri il menu principale

BiografiaModifica

Indimenticabile volto di caratterista nel cinema americano, Arthur O'Connell iniziò la carriera con l'ingresso nel Mercury Theatre, la compagnia teatrale di Orson Welles, il quale gli affidò poi un brevissimo ruolo in Quarto potere (1941)[1].

Attivo a Broadway nella prima metà degli anni quaranta, O'Connell si affermò anche sul grande schermo in ruoli di carattere, solitamente di perdente o alcolizzato per via del suo aspetto da individuo oppresso dalle circostanze[1], e fu candidato due volte all'Oscar come migliore attore non protagonista per Picnic (1955) di Joshua Logan, in cui era accanto a William Holden e Kim Novak, e per Anatomia di un omicidio (1959) di Otto Preminger, con James Stewart e Lee Remick.

Tra le sue altre interpretazioni, sono da ricordare i ruoli brillanti in Fermata d'autobus (1956), ancora diretto da Logan, e Operazione sottoveste (1959) di Blake Edwards.

Dopo una lunga serie di caratterizzazioni al cinema, O'Connell tornò ancora a Broadway e trovò nel piccolo schermo l'occasione per proseguire stabilmente la carriera, pur restando sempre legato a Hollywood[1]. Prese parte a numerose serie televisive, tra cui Il fuggiasco e Bonanza. Dagli anni settanta fu costretto a diradare le proprie apparizioni sulle scene, a causa del deterioramento delle sue condizioni di salute[1].

Filmografia parzialeModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2000, pag. 852

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39576759 · ISNI (EN0000 0000 8374 4830 · LCCN (ENn87914499 · GND (DE1175507334 · BNF (FRcb14030848j (data) · WorldCat Identities (ENn87-914499