Atom Heart Mother World Tour

Atom Heart Mother World Tour
Tour dei Pink Floyd
Album Atom Heart Mother
Inizio Shepton Mallet, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord
27 giugno 1970
Fine Birmingham, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord
11 ottobre 1971
Tappe 6
Spettacoli 92 (103 programmati)
Cronologia dei tour dei Pink Floyd
The Man and The Journey Tour
(1969)
Meddle Tour
(1971)

Atom Heart Mother World Tour è stato un tour internazionale di concerti dei Pink Floyd iniziato a settembre 1970 e terminato a ottobre 1971. Segnò la prima volta che la band visitò paesi come il Giappone e l'Australia. Destinato a promuovere il loro nuovo album Atom Heart Mother, la band ingaggiò orchestre e cori locali in alcune date per eseguire la omonima traccia, mentre lo eseguiva in un arrangiamento di quattro pezzi in altre occasioni.

StoriaModifica

Nei primi anni del 1970, i Pink Floyd suonarono una piccola parte della colonna sonora del film Zabriskie Point detta "The Violent Sequence". Questa è la base musicale della traccia "Us and Them", la quale apparirà successivamente nell'album The Dark Side of the Moon del 1973.Anche la canzone "Embryo" fu suonata molto ai concerti di questi anni, ma non verrà mai pubblicata una versione da studio, finché non viene rilasciata nella compilation Picnic - A Breath of Fresh Air del 1970 solo come demo, la cui uscita è stata involuta della band. Questa demo fu di nuovo rilasciata nella compilation Pink Floyd compilation Works (1983). Nel 2016 il cofanetto dell'album The Early Years 1965–1972 contiene molti live di "Embryo" e anche la demo precedentemente rilasciata.

Nel 17 giugno 1970, il gruppo iniziò a eseguire un brano strumentale senza titolo, che sarebbe diventato la traccia omonima del loro prossimo album Atom Heart Mother. A questo punto, non aveva ancora accompagnamento di orchestra o coro. Questa è la prima volta che eseguirono una canzone dal vivo in forma incompiuta come lavori in corso, cosa che hanno continuato a fare fino al 1975.La canzone ha debuttato ufficialmente al Bath Festival, nel Somerset, in Inghilterra, il 27 giugno 1970, con il titolo "The Amazing Pudding "e per la prima volta con accompagnamento di orchestra e coro.

Annunciato come "The Atom Heart Mother" dal famosissimo broadcaster inglese John Peel nel suo canale BBC Radio 1 Peel's Sunday Concert il 16 luglio 1970, un nome da lui suggerito dalla band, è stato anche annunciato come "The Atomic Heart Mother" due giorni dopo al concerto gratuito di Hyde Park. In parte a causa delle difficoltà nel trovare e assumere orchestre e cori locali, la band suonava spesso quella che viene definita la versione "piccola band" della canzone quando la eseguivano dal vivo. Diverse esibizioni dal vivo e una demo in studio di "Atom Heart Mother" sono incluse nel cofanetto The Early Years 1965–1972 (2016).

I Pink Floyd sono apparsi anche ad un festival gratuito a Canterbury il 31 agosto, che è stato girato. Questa è stata la tappa finale del tour di Medicine Ball Caravan organizzato da Warner Brothers, che è stato successivamente trasformato in un film con lo stesso nome. Sembra che il filmato sui Pink Floyd non sia stato incluso nel film, ma gli spettatori riportano che Atom Heart Mother faceva parte del set che è stato registrato. Il pubblico deve essere stato uno dei più piccoli a vedere i Pink Floyd in questa era, solo 1500 erano presenti poiché il festival non era ampiamente promosso.

Al contrario, oltre 500.000 persone hanno assistito al loro spettacolo alla Fête de L'Humanité, a Parigi, il 12 settembre 1970, la loro più grande folla di sempre. Girato dalla TV francese, lo spettacolo non è mai stato trasmesso.

Anche la traccia "Alan's Psychedelic Breakfast" venne suonata ad alcuni concerti nel dicembre 1970.

FormazioneModifica

Roger Waters basso,chitarra acustica,voce

David Gilmour chitarra elettrica,voce

Richard Wright tastiere,vibrafono,voce

Nick Mason percussioni,batteria

ScalettaModifica

una tipica scaletta del 1970 includeva molte di queste canzoni :

NoteModifica

  Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo