Apri il menu principale

Babak Karimi

attore e montatore iraniano
Babak Karimi nel 2012

Babak Karimi (persiano: بابک کریمی‎‎; Praga, 22 marzo 1960) è un attore e montatore iraniano, residente in Italia[1].

BiografiaModifica

Babak Karimi è nato Praga nel 1960 da genitori iraniani[2]. Suo padre, Nosrat Karimi, è un attore, regista e drammaturgo e sua madre, Alam Danai, è un'attrice di teatro e regista.

Debutta sul grande schermo all'età di 10 anni, recitando in quello che è considerato il primo film neorealista iraniano, Doroshkechi, diretto e interpretato da suo padre. In seguito, è protagonista di numerosi spot pubblicitari[1].

Nel 1971 si trasferisce in Italia dove studia specializzazione in ripresa e montaggio all'Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione "Roberto Rossellini"[1].

Nel 1991, in collaborazione con la pittrice Mahshid Mussavi, ha fatto distribuire un film iraniano, Bashu il piccolo straniero di Bahram Beyzai, e da quel momento ha svolto un lavoro di interconnessione e promozione tra l'Italia e il cinema iraniano, curando, tra l'altro, il doppiaggio di numerosi film di Abbas Kiarostami, Mohsen Makhmalbaf, Jafar Panahi, Abolfazl Jalili e Asghar Farhadi[2].

Oltre a diventare consulente per la Biennale Cinema di Venezia del cinema iraniano è stato anche docente di montaggio presso il Centro sperimentale di cinematografia di Roma[2].

Nel 2011 è stato chiamato in patria dall'amico Asghar Farhadi che lo voleva come attore per il suo film Una separazione, un'interpretazione che gli ha valso la vittoria dell'Orso d'argento per il miglior attore al Festival di Berlino 2011. Il sodalizio con Farhadi continuerà anche con il secondo film del regista, Il passato. In entrambi i casi, Karimi ha curato il doppiaggio e doppiato personalmente in italiano i suoi personaggi. Nel 2016 recita nel film vincitore del Prix du scénario al Festival di Cannes 2016 Il cliente, sempre diretto da Farhadi.

FilmografiaModifica

AttoreModifica

MontatoreModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Babak Karimi, HonarAks. URL consultato il 15 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2015).
  2. ^ a b c Babak Karimi, MYmovies.it. URL consultato il 15 luglio 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN60961200 · ISNI (EN0000 0000 3641 082X · LCCN (ENn2005182972 · WorldCat Identities (ENn2005-182972