Bajoriani

I Bajoriani sono una specie extraterrestre umanoide dell'universo fantascientifico di Star Trek. Sono nativi del pianeta Bajor nel Quadrante Alfa.
Appaiono per la prima volta nella serie Star Trek - The Next Generation e hanno fatto parte integrante della serie Star Trek - Deep Space Nine. Il capitano Jean-Luc Picard ha in forza per un certo periodo nel suo equipaggio la bajoriana Ro Laren, mentre il capitano Benjamin Sisko comanda la stazione situata nello spazio di Bajor e lavora con una nativa, il maggiore (poi colonnello) Kira Nerys.

La Flotta Stellare annovera diversi bajoriani fra i suoi ufficiali (ne compaiono parecchi sulla nave stellare USS Voyager e sulla USS Enterprise-E).

BiologiaModifica

Come molte altre specie aliene dell'universo di Star Trek, i Bajoriani hanno una fisionomia simile a quella dei terrestri, anche se presentano delle caratteristiche grinze sul naso fra gli occhi.

Malgrado il loro aspetto umano, vi sono parecchie differenze biologiche tra le due specie; la gestazione delle donne di Bajor dura cinque mesi, rispetto ai nove umani, e questo è dovuto all'elevata vascolarizzazione che c'è tra il feto e la madre. Durante il parto sono estremamente rilassate e sentono poco o nessun dolore per la nascita del bambino, diversamente dalle donne umane.

CulturaModifica

Contadini bajorianiModifica

I contadini bajoriani rappresentano la grande maggioranza della popolazione bajoriana.

I Bajoriani possiedono una delle culture più ricche e antiche di tutto il quadrante. Questo popolo ha raggiunto l'apice della sua civilizzazione migliaia di anni prima di molte altre razze, compresi i Terrestri. Mentre questi ultimi vivevano ancora nelle caverne, i Bajoriani erano diventati grandi architetti, artigiani e filosofi, esportando la loro cultura in molti altri mondi. In questo periodo i Bajoriani erano un popolo pacifico, senza grandi conflitti, con una religione unita e abbastanza presente nella vita quotidiana.

In tempi recenti i bajoriani hanno subìto una invasione da parte dei Cardassiani, evento che ha provocato la morte di alcuni milioni di bajoriani e ha dato vita al movimento della Resistenza bajoriana. Con la liberazione dai Cardassiani e la scoperta del tunnel spaziale bajoriano, si stanno affermando come alcuni tra i più potenti personaggi della galassia.

La maggior parte della società bajoriana è composta tuttavia da larghe comunità agricole e i Bajoriani sono da secoli principalmente agricoltori. Lo stesso Shakaar Edon, futuro primo ministro, dopo l'occupazione si dedica alla vita da contadino.

Prodotti agricoli bajorianiModifica

Gli agricoltori bajoriani producono elevate quantità di cereali come il botan, la moreka e il salam grass, che costituiscono gli alimenti principali della dieta standard bajoriana. Sono anche commercialmente molto richiesti e furono esportati fin da prima dell'occupazione cardassiana, costituendo una risorsa economica vitale per il pianeta.

I continenti abitabili su Bajor sono divisi in molte province, che hanno geologia e clima molto variabili l'una dall'altra all'altra. Molte province sono montagnose o collinari e quindi difficili da coltivare su larga scala. Quindi nonostante la maggior parte dei bajoriani siano agricoltori, in realtà le aree realmente coltivabili occupano una percentuale minima della superficie del pianeta.

Anche Jeraddo, la quinta luna di Bajor, è stata per lungo tempo terreno agricolo, fino a che nel 2369 un progetto energetico planetario non ha distrutto questo fertile insediamento.

Abitudini di vitaModifica

Come tutti i bajoriani, anche gli agricoltori sono profondamente spirituali e trovano conforto nella religione. Indossano abiti semplici, grossolani, ma molto resistenti, solitamente colorati nei toni scuri della terra. Amano la vita semplice e tranquilla. Le case sono relativamente piccole e funzionali, prive di molte comodità, di solito situate in prossimità dei campi in cui lavorano e vicino ad una fonte naturale d'acqua. Per cucinare e illuminare la casa vengono utilizzati piccoli generatori.

Gli agricoltori Bajoriani vivono lontani gli uni dagli altri anche svariati chilometri, ma sono sempre disponibili ad aiutarsi l'un l'altro perché sono animati da un forte senso della comunità. La maggior parte del lavoro viene effettuata con i metodi tradizionali, a mano, da agricoltori singoli o da famiglie. Le coltivazioni intensive sono pochissime, come anche le coltivazioni meccanizzate. I Bajoriani infatti preferiscono uno stile di vita in armonia con la natura e questo a discapito delle tecnologie moderne.

StoriaModifica

Molti agricoltori hanno combattuto nella resistenza contro gli oppressori cardassiani, spesso nella stessa cellula. Al ritorno a casa dopo la fine della distruttiva occupazione cardassiana molti contadini, combattenti della resistenza, hanno dovuto affrontare la devastazione delle loro terre ad opera dei loro nemici.

Durante i 40 anni di occupazione cardassiana, il suolo bajoriano ha infatti sofferto dell'intensa attività di scavo delle miniere, con conseguente riduzione delle risorse naturali disponibili e in ultimo dell'avvelenamento del terreno, operato dai cardassiani prima di lasciare definitivamente il pianeta. Questa devastazione del suolo è stata perpetrata sistematicamente dalle forze cardassiane in tutte le province bajoriane come gesto di sfregio, ultimo deprecabile atto prima del forzato ritiro del loro esercito. Prima dell'occupazione la provincia più produttiva dal punto di vista agricolo era la provincia di Rekantha, un'area ricca e fertile nella quale era situata una grande comunità agricola, diventata in seguito un terreno avvelenato di colore rossobruno, su cui crescono solamente gli arbusti più tenaci.

Il recupero del suolo fu pertanto uno dei problemi primari affrontati dal governo bajoriano appena rinato, affrontato mediante l'utilizzo di reclamatori del suolo, piccoli dispositivi portatili sviluppati in tre anni di intensa ricerca dal ministero dell'agricoltura. Questi sofisticatissimi congegni sono in grado di rimuovere il veleno e di disintossicare il suolo rendendolo di nuovo fertile. Sperimentati inizialmente nella provincia di Dakhur, dove si era stimato ci sarebbero voluti sei mesi per bonificare il terreno, ridussero i tempi di rifertilizzazione a soli due mesi.

La disponibilità di questi dispositivi è stata per lungo tempo limitata e per supplire ai bisogni della popolazione Bajor ha dovuto ricorrere ad aiuti esterni e all'uso dei replicatori; grazie a questa invenzione, Bajor è tornato ad essere un pianeta autosufficiente dal punto di vista alimentare, con una produzione di cereali adeguata ai bisogni della popolazione e sufficiente anche per l'esportazione.

DietaModifica

La dieta standard bajorana è l'alimentazione tipica dei Bajoriani. Nella serie sono citati come famosi anche alcuni ristoranti, come il Celestial Cafè, che si trova sulla Passeggiata della stazione spaziale Deep Space Nine in cui è ambientata la serie.

Il menu di una cena tipica bajorana è alquanto variegato e comprende numerose portate:

La cena si apre con un aperitivo caldo, tè con 1 pacco di sfogliatine.

Dopo l'aperitivo la cena si può aprire con un rinomato antipasto, l'hasperat, che può servire anche da primo piatto. La preparazione è semplice: serve un foglio di pane morbido nel quale mettere del formaggio, lattuga, pomodori secchi, olive nere, sottaceti, salamoia molto speziata e salse piccanti. Il foglio di pane viene arrotolato, tagliato a fette e servito su un piatto. Si ottiene una pietanza squisita e molto colorata, che riempie di lacrime gli occhi dei commensali e fa bruciare la loro lingua. Il Soufflé di Hasperath è una variazione popolare dell'Hasperath classico, dagli effetti simili. Altri piatti caratteristici sono i gamberetti bajoriani, serviti con molto formaggio, e il kaporal, piatto che richiede molto tempo per la realizzazione.

Il ratamba è uno stufato di colore verde che va servito molto caldo; esistono però numerosi altri piatti, tra cui il lincta tostato, il potted dekati (un piatto unico) e il remoutah. Far seguire la cena dal veklava, è considerato una vera ghiottoneria. Così come il foraiga fresco, molto difficile da trovare al di fuori del sistema bajoriano. Esistono anche molti alimenti a base di cereali: il makova, pane azimo che ha un leggero gusto di menta, i gambi di mazo, sottili bastoncini di grano lavorato, il pane mapa, fatto con farina di cereali cotta al forno, e il pane di kava.

La cucina bajoriana poi numerosi tipi di dolci:

  • il kai winn, un elaborato dessert al cioccolato (creato da Quark nel 2371 in onore del loro leader religioso Kai, che era riuscita a concludere il trattato di pace con i cardassiani), che consiste in un grande soufflé al cioccolato in cima al quale va versata della salsa Haligian;
  • il tuwalli pie, un'ottima crostata campagnola, molto popolare nelle Hill Provinces;
  • il pudding speziato di I'danian, dolce popolare proveniente dalla omonima regione;
  • i tartufi alla menta di Telurian, molto ricchi di cioccolato;
  • i cioccolatini di Regalian (i preferiti di Kira);
  • i bastoncini di jumja, dolce ricco di vitamina C fatto con la linfa dell'albero jumja, molto noti tra i frequentatori della passeggiata di Deep Space Nine;
  • il cioccolato di Delavian, un dessert molto costoso e difficile da trovare.

Tra i frutti tipici di Bajoran troviamo: il moba, le bacche bajoriane (che ricordano i mirtilli), le noci di kava, il frutto milla e le alvas, nocciole color giallo chiaro.

Tutte le pietanze sono accompagnate dal vino primavera, bevanda altamente alcolica molto apprezzata dai cittadini di Bajor, che ricorda molto il vino rosso terrestre. A conclusione della cena, viene servita la maraltian seev-ale, bevanda fortemente alcolica e abbastanza costosa.

Bajor offre diverse bevande, sia calde sia fredde, adatte a diverse occasioni. Tra le bevande calde, è possibile scegliere tra il tè di Jumja, prodotto dall'estratto dell'albero omonimo, oppure il ginger tè allo zenzero pyrelliano, molto gradito ai bajoriani. Durante l'occupazione cardassiana era molto scarso ed era un lusso acquistarlo al mercato nero. Tra le bevande fresche si annoverano invece il synthale, una bevanda di colore blu brillante, oppure il succo di kava, spremuto direttamente dalle radici. Da non scordare anche la birra bajoriana.

Il rotolo di kava è un ingrediente tipico della prima colazione: si ottiene dall'omonima radice, accompagnato da fette di pane di kava spalmate con marmellata di moba.

ReligioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Profeti di Bajor.

La religione bajoriana è parte integrante della sceneggiatura di Star Trek: Deep Space Nine, al punto da configurarsi quasi come filo conduttore dell'intera serie televisiva, aspetto particolarmente evidente nel corso delle ultime stagioni del telefilm.

Il credo religioso bajoriano è incentrato nella venerazione dei Profeti, che sono considerati gli dei protettori e le guide del popolo di Bajor. La loro sede è chiamata Tempio Celeste e corrisponde al tunnel spaziale bajoriano. La Federazione dei Pianeti Uniti considera i Profeti di Bajor degli alieni extradimensionali. Nemici dei Profeti sono i Pah-Wraith, che furono scacciati dal Tempio Celeste dopo un duro conflitto dai Profeti stessi.

Personaggi bajorianiModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Star Trek: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Star Trek