Bandiera del Kurdistan

Alaya Kurdistanê
ئاڵای کوردستان
Alaya Kurdistanê ئاڵای کوردستان
SoprannomeAlaya Rengin
Proporzioni2:3
Simbolo FIAVBandiera nazionale e bandiera navale nazionale
ColoriGenerici

     Rosso

     Bianco

     Verde

     Oro

UsoBandiera civile e di stato
Tipologiaregionale Bandiera normale o bandiera di diritto
NazioneCoat of Arms of Kurdistan.svg Kurdistan iracheno
Fotografia
Kurd Flag.jpg

La bandiera del Kurdistan (in curdo Kurdistan Alay o Alaya Kurdistanê ئاڵای کوردستان, detta anche Alaya Rengin, "La bandiera colorata") fu disegnata durante i tentativi d'indipendenza dei curdi dall'Impero ottomano.

StoriaModifica

Probabilmente fu creata nel 1900 dall'organizzazione di Xoybûn (o Khoyboon). Una versione precedente di questa bandiera fu quella della Repubblica di Ararat, nazione presente tra il 1927 e il 1931 in Anatolia. Una bandiera simile fu poi utilizzata dallo stato sovietico della Repubblica di Mahabad nel 1946. Attualmente è utilizzata come bandiera ufficiale della regione autonoma del Kurdistan in Iraq, sotto il controllo del governo regionale del Kurdistan. La bandiera è stata bandita in Turchia, Siria e Iran.

SimbolismoModifica

La principale caratteristica della bandiera curda è l'emblema al centro dello stendardo, il sole d'oro ardente, che è un antico simbolo religioso dei curdi e rappresenta nello Zoroastrismo la saggezza. Il disco solare ha 21 raggi, uguali per forma e dimensione. Il numero 21 ha un'importanza anche nelle antiche tradizioni religiose dei curdi Yazdani. Anche i colori della bandiera hanno un significato simbolico: il rosso simboleggia il sangue dei martiri curdi e la continua lotta per la libertà e l'indipendenza del Kurdistan; il verde simboleggia la bellezza dei paesaggi del Kurdistan; il bianco simboleggia la pace e l'uguaglianza; il giallo rappresenta la vita e la luce.

Altre bandiere utilizzate dai curdiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica