Apri il menu principale
(LV) Latvijas Karogs
(LV) Latvijas Karogs
Proporzioni1:2
Simbolo FIAVSimbolo vessillologico
ColoriRGB

     (R:158 G:48 B:57)

     (R:255 G:255 B:255)

UsoBandiera civile e di stato
NazioneLettonia Lettonia
Altre bandiere ufficiali
Navalebandiera navale
Bompressobandiera di bompresso
Presidenzialebandiera presidenziale
Governativabandiera governativa
Civilebandiera civile
Fotografia
Flag of Latvia photo.jpg
La bandiera lettone garrisce accanto a quella europea al castello di Sigulda

La bandiera lettone è composta da due bande civili orizzontali di colore rosso scuro di uguale dimensione, separate al centro da un striscia bianca più sottile (larga la metà delle due bande rosse). La particolare tonalità di rosso, corrispondente al Pantone 1807 C, è nota anche come "rosso lettone".

Indice

StoriaModifica

La prima menzione della bandiera rosso-bianco-rosso si trova nel Livlandische Reimchronik, un trattato sulla storia moderna della Lituania dal X al XIII secolo. Nel testo si parla di un drappo rosso attraversato da una striscia bianca usato come vessillo da soldati lettoni. Per questo si può considerare la bandiera lettone come una delle più antiche tra quelle ancora in uso al giorno d'oggi. Secondo una leggenda locale, però, la bandiera potrebbe avere origine dal lenzuolo di un soldato lettone gravemente ferito in battaglia: l'enorme quantità di sangue versato era interrotta, sul lenzuolo, solo dalla sagoma del soldato sdraiato (la striscia bianca). La bandiera descritta nel Livlandische Reimchronik fu "riscoperta" nel XIX secolo, ed adottata dagli studenti lettoni all'Università di Tartu nel 1870.

Prima indipendenzaModifica

I colori e le proporzioni della bandiera attuale furono definiti nel maggio 1917 dall'artista lettone Ansis Cirulis. Fu usata come bandiera nazionale quando la Lettonia divenne indipendente il 18 novembre 1918, con l'adozione formale da parte del parlamento nazionale il 20 gennaio 1923.

Periodo sovieticoModifica

Nel 1940, con l'annessione della Lettonia all'Unione Sovietica, fu sostituita dalla bandiera della repubblica sovietica lettone. In tale versione essa è, nella parte superiore, identica alla bandiera dell'Unione Sovietica, mentre in quella inferiore è raffigurata un'onda di colore blu, separata dal rosso da un contorno bianco.

Nuova indipendenzaModifica

Venne riadottata come bandiera nazionale della Lettonia il 27 febbraio 1990, un anno prima della ritrovata indipendenza dall'Unione Sovietica.

SignificatoModifica

Il simbolismo dei colori è il seguente:

  • il rosso rappresenta il sangue versato per la libertà e l'indipendenza
  • il bianco rappresenta il diritto e la verità

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica