Apri il menu principale

Black Death - Un viaggio all'inferno

film del 2010 diretto da Christopher Smith

«Abbiamo gli strumenti, abbiamo la volontà e ora ce ne andiamo all'Inferno. Ma Dio verrà con noi.»

(Ulric)
Black Death - Un viaggio all'inferno
Black Death-Screenshot.jpg
Una scena del film
Titolo originaleBlack Death
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito, Germania
Anno2010
Durata97 min
Rapporto16:9
Genereepico, drammatico, storico
RegiaChristopher Smith
SceneggiaturaDario Poloni
ProduttoreRobert Bernstein, Douglas Rae, Jens Meurer, Phil Robertson
Produttore esecutivoJudy Tossell, Chris Curling, Mark Woolley, Tim Haslam
Casa di produzioneEcosse Films, Egoli Tossell Films, HanWay Films, Zephyr Films
FotografiaSebastian Edschmid
MusicheChristian Henson
ScenografiaJohn Frankish
CostumiPetra Wellenstein
TruccoJekaterina Oertel
Interpreti e personaggi

Black Death - Un viaggio all'inferno (Black Death) è un film del 2010 diretto da Christopher Smith e interpretato, tra gli altri, da Sean Bean. Il film, ambientato alla metà del XIV secolo, racconta la vicenda di un gruppo di mercenari in un'Inghilterra devastata dalla morte nera o peste nera, la grande epidemia di peste del 1347; è uscito in Italia direttamente in dvd il 13 aprile 2011, grazie ad una partnership distributiva tra One Movie e 01 Distribution.[1]

TramaModifica

1348. Osmund è un novizio di un monastero devastato dalla peste. Segretamente innamorato, fa scappare la sua donna lontano dal monastero per cercare di salvarla dall'epidemia. Poco dopo, il mercenario Ulric, inviato del vescovo regionale, arriva al monastero in cerca di una guida per raggiungere un remoto villaggio paludoso non toccato dalla peste. Prendendo l'arrivo di Ulric come segno per partire, Osmund si offre volontario come guida e si unisce al suo gruppo, che comprende i soldati Wolfstan, Griff, Dalywag, Mold, Ivo e Swire. Gli uomini informano Osmund che si ritiene che il villaggio sia guidato da un negromante, che intendono consegnare al vescovo per fare un processo ed esecuzione.

Il viaggio verso il villaggio porta alla morte di Griff e Ivo, mentre Osmund trova i vestiti macchiati di sangue di Averill e crede che sia morta. Alla fine raggiungono la loro destinazione, vengono accolti da Hob e Langiva, i leader del villaggio. Consapevoli delle intenzioni del gruppo, gli abitanti del villaggio drogano i soldati, mentre Osmund viene a sapere che il corpo di Averill è nel villaggio e sembra che Langiva la faccia risorgere.

I membri del gruppo sono legati e collocati in una fossa piena d'acqua congelata dove Hob e Langiva offrono libertà a coloro che rinunceranno a Dio. Quando il gruppo rifiuta, Dalywag viene crocifisso e sventrato. L'orribile morte convincera Swire a rinunciare alla sua fede, solo che gli abitanti del villaggio lo impiccano nella foresta. Successivamente, Osmund viene portato all'apparentemente risorta Averill e credendola in uno stato di sofferenza, la trafigge per salvare la sua anima. Ulric viene quindi prelevato dalla fossa per essere squartato da quattro dai cavalli, ma prima che gli abitanti del villaggio lo uccidano, rivela che è afflitto dalla peste e l'ha portata nel villaggio. Con gli abitanti distratti da questa rivelazione, Wolfstan e Mold sono in grado di liberarsi con un coltello Osmund e combattere.

Osmund insegue Langiva nella palude, dove gli rivela che non è una strega e Averill non era morta nella foresta. Invece, Averill era stata drogata e la sua apparente risurrezione era una messa in scena (la stregha dice che è consuetudine fare cosi, per convincere i villaggeri dei suoi poteri); la sua morte effettiva è stata causata da Osmund che l'ha pugnalata. Devastato da queste informazioni, Osmund non è in grado di impedire la fuga di Langiva. Wolfstan, ritenendo che la missione fosse completata, riporta Osmund al monastero, con Hob da consegnare al vescovo. Negli anni seguenti, il villaggio viene afflitto dalla pestilenza (era rimasto immune per la sua lontananza dai centri abitati maggiori e non per la magia) mentre Wolfstan perde i contatti con Osmund, ma sente voci che narrano sul suo essere diventato un soldato dell'Inquisizione che uccide donne innocenti all'eterna ricerca di Langiva.

NoteModifica

  1. ^ Curiosità su Black Death, Silenzio in Sala. URL consultato il 13-04-2011.

Collegamenti esterniModifica