Bosone III di Challant

nobile italiano
Bosone III di Challant
Visconte di Aosta
Stemma
In carica 1181 –
1239
Predecessore Bosone II
Successore Gotofredo I con Aimone III e Bosone IV
Morte Aosta, 1239
Dinastia Challant
Padre Bosone II di Challant
Consorte Alasia o Fiandrina di Biandrate
Religione cattolicesimo

Bosone III di Challant (... – Aosta, 1239) (in francese, Boson III de Challant) fu un nobile valdostano appartenente alla famiglia Challant. Fu il primo membro della casata ad utilizzare il titolo di signore Challant.

BiografiaModifica

Bosone III di Challant, signore di Challant, di Cly con Chambave, di Diémoz, Verrayes, Saint-Denis, Torgnon e della Valtournenche, fu il successore di suo padre Bosone II di Challant come IV visconte d'Aosta.

Bosone III doveva essere ancora molto giovane al momento della morte di suo padre quando nel 1191 siglò col conte Tommaso I di Savoia il documento di affrancamento della città di Aosta dalla feudalità. Nel mese di aprile del 1197, confermò le donazioni fatte all'Ospizio del Gran San Bernardo.

Nel 1212 ricevette in feudo Châtillon e la terra di Saint-Pierre-de-Clages dal vescovo di Sion nel 1218. Fu testimone del trattato firmato tra il conte di Savoia e Gérard de Rougemont, vescovo di Losanna, per il possesso del castello di Moudon nel canton Vaud nel luglio del 1219. Acquisì pertanto la gratitudine del conte di Savoia ed il 20 agosto 1232 ottenne da questi altre terre e privilegi. Bosone III morì nel 1239.

La signoria di ChallantModifica

Il 13 aprile 1200 Bosone III ricevette dal conte Tommaso I di Savoia il castello di Villa a Challand-Saint-Victor ed il feudo circostante, e da quel momento Bosone ed i suoi discendenti presero ad usare l'appellativo "de Challant" ad indicare la loro signoria.

Il documento con cui Tommaso I fece dono della signoria riporta:

(LA)

«Thomas, comes Maurianensis et in Italia marchio, concedimus dilecto nostro Bosoni vice comiti Augustensi castrum de Villa in feudum in augmentum sui feudi ut in eo edificet et castellet[1]

(IT)

«Tommaso, conte di Moriana e marchese in Italia, concediamo al nostro caro Bosone visconte di Aosta il castello di Villa nel feudo per ingrandire il suo feudo e in esso costruire un castello.»

Matrimonio e figliModifica

Verso il 1191 Bosone III sposò Alasia o Fiandrina di Biandrate, figlia di Gotofredo II di Biandrate, conte d'Ossola. La coppia ebbe i seguenti figli:

NoteModifica

  1. ^ Il castello di Villa su varasc.it, su varasc.it. URL consultato il 22-8-2009.

BibliografiaModifica

  • Abbé Joseph-Marie Henry, Histoire populaire religieuse et civile de la Vallée d'Aoste. Imprimerie Marguerettaz, Aoste (1929); riedito nel 1967.
  • Alessandro Barbero Valle d'Aosta medievale Liguori Editore, Naples (2000) ISBN 88-207-3162-2
  • Georges de Manteyer, «Les origines de la maison de Savoie en Bourgogne (910-1060) » in: Mélanges d'archéologie et d'histoire T. 19, 1899, pp. 363-540.

Voci correlateModifica