Apri il menu principale


Cantalupo Ligure
comune
Cantalupo Ligure – Stemma Cantalupo Ligure – Bandiera
Cantalupo Ligure – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoGian Piero Daglio (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate44°43′00″N 9°02′46″E / 44.716667°N 9.046111°E44.716667; 9.046111 (Cantalupo Ligure)Coordinate: 44°43′00″N 9°02′46″E / 44.716667°N 9.046111°E44.716667; 9.046111 (Cantalupo Ligure)
Altitudine383 m s.l.m.
Superficie24,06 km²
Abitanti516[1] (30-4-2017)
Densità21,45 ab./km²
FrazioniArborelle, Besante, Borgo Adorno, Campana, Costa Merlassino, Colonne, Merlassino, Pallavicino, Pertuso, Pessinate, Prato, Semega, Strappasese, Zebedassi
Comuni confinantiAlbera Ligure, Borghetto di Borbera, Dernice, Montacuto, Roccaforte Ligure, Rocchetta Ligure
Altre informazioni
Cod. postale15060
Prefisso0143
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006028
Cod. catastaleB629
TargaAL
Cl. sismicazona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanticantalupesi
PatronoMadonna del Carmelo
Giorno festivo16 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cantalupo Ligure
Cantalupo Ligure
Cantalupo Ligure – Mappa
Mappa del Comune di Cantalupo Ligure all'interno della Provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Cantalupo Ligure (Cantalov in piemontese, Cantalòvvo in ligure) è un comune italiano di 516 abitanti della provincia di Alessandria, in Piemonte, situato sulla destra del torrente Borbera, nell'alta valle.

Indice

StoriaModifica

Il castello di Borgo Adorno fu feudo della famiglia genovese degli Spinola fino al 1518, anno in cui Tolomeo Spinola rimase senza figli legittimi e istituì suoi eredi i figli dell'amico Agostino Adorno. Verso la fine del secolo XVII il castello subì danni a causa di una frana. Il marchese Luigi Botta Adorno fece allora parzialmente abbattere l'antico castello e costruì l'attuale palazzo signorile.

La frazione di Pertuso nell'agosto 1944 fu teatro della Battaglia di Pertuso, uno degli episodi più importanti della Resistenza italiana che ebbero luogo sull'appennino ligure-alessandrino. Per tre giorni un distaccamento partigiano della Divisione Cichero e un gruppo di contadini del posto, armati con fucili da caccia, tennero testa a un consistente contingente di nazisti, Guardia Nazionale Repubblicana e Mongoli che tentavano di penetrare in Val Borbera. Quell'episodio segnò l'inizio della presenza partigiana nella vallata, che diventò una delle basi più importanti dello schieramento partigiano nell'entroterra di Genova.
Una stele è stata eretta in omaggio alla Divisione Pinan-Cichero nella stessa frazione Pertuso.

OnorificenzeModifica

Cantalupo Ligure è tra le città decorate al valor militare per la guerra di liberazione, insignita della medaglia di bronzo al valor militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per l'attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale[2]:

  Medaglia di bronzo al valor militare
«Nella lotta contro il nazifascismo sosteneva coraggiosamente le forze partigiane dando alla causa della libertà notevole contributo di combattimenti, di sangue generoso, di valore e di sofferenze ed a dimostrazione del suo spirito indomito si eresse a comune autonomo ed indipendente nominando sindaco e giunta disconoscendo ogni potere al nazifascismo. Cantalupo Ligure, settembre 1943 - aprile 1945»
— 9 maggio 1994


 
Il castello di Borgo Adorno

Discordanze sull'origine del nomeModifica

Il nome alcuni studiosi pensano che derivi da un posto dove ululavano i lupi, altri studiosi pensano che derivi dalla radice parola preindoeuropea kantl-op "acqua dalla sorgente". Secondo altri prende nome da Campus ad Lucum (Campo presso il Bosco).

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

Nel paese, secondo il censimento ISTAT del 31/12/2007, vivevano 17 stranieri, di cui 7 indiani e 5 marocchini.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 giugno 1985 25 maggio 1990 Mario Carniglia Democrazia Cristiana Sindaco [4]
25 maggio 1990 24 aprile 1995 Mario Carniglia Democrazia Cristiana Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Mario Carniglia centro-sinistra Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Mario Carniglia lista civica Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Gian Piero Daglio lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Gian Piero Daglio lista civica Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Gian Piero Daglio lista civica: nuovo impegno Sindaco [4]

CulturaModifica

Questo paese fa parte del territorio culturalmente omogeneo delle Quattro province (Alessandria, Genova, Pavia, Piacenza), caratterizzato da usi e costumi comuni e da un importante repertorio di musiche e balli molto antichi. Strumento principe di questa zona è il piffero appenninico che accompagnato dalla fisarmonica, e un tempo dalla müsa (cornamusa appenninica), guida le danze e anima le feste.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ MINISTERO DELLA DIFESA - COMUNICATO Ricompense al valor militare per attività partigiana, su gazzettaufficiale.it.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN149159211
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte