Apri il menu principale
Carlo Sarro
Carlo Sarro daticamera 2018.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 15 marzo 2013
Legislature XVII, XVIII
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione Campania 2
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVI
Gruppo
parlamentare
Il Popolo della Libertà
Circoscrizione Campania
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (Dal 2013)
In precedenza:
FI (Fino al 2009)
PdL (2009-2013)
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Docente Universitario; Avvocato Amministrativista

Carlo Sarro (Piedimonte Matese, 29 agosto 1959) è un politico e avvocato italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Piedimonte Matese, ma vive a Napoli.

Attività politicaModifica

Alle elezioni regionali in Campania del 2005 è candidato al consiglio regionale, in provincia di Caserta, nelle liste di Forza Italia, risultando il primo dei non eletti.

Alle elezioni politiche del 2006 è candidato alla Camera dei Deputati, nella circoscrizione Campania 2, nelle liste di Forza Italia, risultando tuttavia il secondo dei non eletti.

Elezione a senatoreModifica

Alle elezioni politiche del 2008 viene eletto Senatore per il Popolo della Libertà in regione Campania.

Al Senato della Repubblica ricopre l'incarico di Segretario della Giunta per le Immunità e del Comitato per i procedimenti di accusa e membro della Commissione Affari Costituzionali.

Elezione a deputatoModifica

Rieletto deputato per il PdL nel 2013 diventa vicepresidente della Commissione Giustizia ma dopo l'indagine che lo riguarda, non viene riconfermato venendo sostituito dal deputato del PD Franco Vazio.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia[1][2].

Alle elezioni politiche del 2018 viene rieletto deputato nelle liste di Forza Italia.

Procedimenti giudiziariModifica

Il 14 luglio 2015 ne è stato richiesto l'arresto assieme all'ex senatore Tommaso Barbato, Pio Del Gaudio (ex sindaco di Caserta), e ad altri politici campani, in quanto, tra il 2006 ed il 2010, avrebbero truccato degli appalti pubblici in favore del clan dei Casalesi.[3] La richiesta di arresto dell'On. Sarro, il 24 luglio 2015, è stata, poi, revocata, per assoluta assenza di indizi di colpevolezza dal Tribunale del Riesame di Napoli, con decisione confermata dalla Corte di Cassazione.

Il 26 gennaio 2017, poi, è stato definitivamente prosciolto da ogni accusa.[4]

NoteModifica

Altri progettiModifica