Apri il menu principale
Celle di Bulgheria
comune
Celle di Bulgheria – Stemma
Celle di Bulgheria – Veduta
Scorcio del centro storico
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
SindacoGino Marotta (Lista Civica "Andiamo in Comune") dal 1-6-2015
Territorio
Coordinate40°06′N 15°24′E / 40.1°N 15.4°E40.1; 15.4 (Celle di Bulgheria)Coordinate: 40°06′N 15°24′E / 40.1°N 15.4°E40.1; 15.4 (Celle di Bulgheria)
Altitudine234 m s.l.m.
Superficie31,62 km²
Abitanti1 844[1] (31/10/2018)
Densità58,32 ab./km²
FrazioniPoderia
Comuni confinantiCamerota, Centola, Laurito, Montano Antilia, Roccagloriosa
Altre informazioni
Cod. postale84040
Prefisso0974
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT065038
Cod. catastaleC444
TargaSA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitanticellesi
PatronoMadonna della Neve
Giorno festivo5 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Celle di Bulgheria
Celle di Bulgheria
Celle di Bulgheria – Mappa
Posizione del comune di Celle di Bulgheria all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Celle di Bulgheria è un comune italiano di 1.844 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

Indice

Geografia fisicaModifica

Situato nella parte meridionale del Cilento, è posto a 234 m s.l.m. tra il Monte Bulgheria (da cui prende il nome) e il fiume Mingardo.

StoriaModifica

Celle di Bulgheria è un piccolo comune la cui storia è caratterizzata da due eventi rilevanti: lo stanziamento dei bulgari e quello dei monaci. I bulgari abitarono questa terra, giungendo fino alle falde del Monte Bulgheria e fondando dei villaggi. I monaci arrivarono dalla Bulgaria e dalla Grecia e fondarono cenobi e celle attorno ai quali sorsero i primi centri abitati.

Probabilmente, in uno dei villaggi alle falde del Monte Bulgheria nacque la sede di una laura (luoghi di preghiera) con celle; il nucleo che si creò attorno a questi siti prese il nome di "celle". Alla fine se ne ricavò il nome di Celle di Bulgheria.

Dal 1811 al 1860 ha fatto parte del circondario di Torreorsaja, appartenente al Distretto di Vallo del Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia ha fatto parte del mandamento di Torre Orsaja, appartenente al Circondario di Vallo della Lucania.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

A Celle di Bulgheria sono da visitare il caratteristico centro storico con i numerosi portali in pietra, il Palazzo De Luca, la chiesa della Madonna della Neve con un altare del 1700 molto caratteristico, realizzato in marmo di vivi colori (bianco, rosso, arancione, turchino e verde scuro). Dietro l'abside con semicupola e pareti poligonali, tutte decorate di stucchi e fregi di stile neoclassico.

A Poderia, frazione di Celle di Bulgheria, è molto forte la devozione a Santa Sofia, alla quale è dedicato il santuario votivo sito sulle pendici del Monte Bulgheria.

Da non perdere le escursioni sul Monte Bulgheria, che è un massiccio calcareo la cui cima più alta raggiunge i 1225 metri. Qui si trova la grotta che la popolazione conosce come "Grotta della Madonna", denominata così per due motivi: il primo perché si narra in una leggenda che vi abitasse la Vergine, il secondo perché uno scultore realizzò l'immagine della Madonna ricavata da una stalagmite.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 


Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

  • Strada Provinciale 17/b Bivio S.Cataldo-Celle di Bulgheria-Poderia-Ponte Mingardo.
  • Strada Provinciale 58 Innesto SP 17-Stazione Celle di Bulgheria.
  • Strada Provinciale 198 Innesto SS 18-S.Andrea-Palombara-Innesto SP 17.
  • Strada Provinciale 209 Innesto SP 17 (Poderia)-Innesto SP 58 (Celle di Bulgheria).
  • Strada Provinciale 430/c Futani-Massicelle-Poderia.
  • Strada Provinciale 430/d Roccagloriosa-Svincolo di Policastro Bussentino.

FerrovieModifica

Celle di Bulgheria è dotata di una stazione ferroviaria denominata Celle di Bulgheria-Roccagloriosa, posta sulla linea Battipaglia-Reggio Calabria

AmministrazioneModifica

Sindaco: rag. Gino Marotta (Lista Civica "Andiamo in Comune") dall'1-6-2015

GemellaggiModifica

Altre informazioni amministrativeModifica

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino regionale Sinistra Sele.

Il comune fa parte della Comunità montana Bussento - Lambro e Mingardo

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN306274517 · GND (DE1046764616 · BNF (FRcb17024111f (data)