Chris Wedge

regista statunitense

John Christian "Chris" Wedge (Binghamton, 20 marzo 1957) è un regista, animatore e doppiatore statunitense.

Fondatore dello studio d'animazione Blue Sky Studios (1987-2021). È noto per aver diretto il primo capitolo del franchise de "L'era glaciale" (2002), Robots (2005), Epic-Il mondo segreto (2013) e Monster Trucks (2017).

Nel 1998 vince il Premio Oscar al miglior cortometraggio d'animazione con "Bunny"[1].

BiografiaModifica

Wedge è nato a Binghamton, New York[2]. Si interessò all'animazione quando aveva 12 anni: "Allora, c'era uno speciale televisivo sui bambini che facevano animazioni ritagliate in un seminario - come ricordo era il seminario sulla palla gialla - era una tecnica chiara per ho seguito e l'ho seguito. Questo mi ha affascinato e mi ha fatto iniziare. Era così semplice, efficace e magico nei risultati e mi sono bloccato con la creazione di cose durante la mia infanzia, l'adolescenza e poi il college"[3].

Ha frequentato la Fayetteville-Manlius High School, laureandosi nel 1975[4]. Successivamente ha conseguito un master in computer grafica e educazione artistica presso l'Ohio State University. Ha insegnato animazione alla School of Visual Arts di New York City, dove strinse amicizia con Carlos Saldanha, da cui nacque una longeva collaborazione lavorativa.

CarrieraModifica

Nel 1982, Wedge ha lavorato per lo studio di effetti speciali MAGI/SynthaVision, con il quale ha collaborato al film Disney "Tron". Wedge è co-fondatore e vicepresidente dello sviluppo creativo dei Blue Sky Studios, uno dei principali studi di animazione al computer[5]. Negli anni '90, lui e il suo studio hanno lavorato agli effetti CGI per i film "Alien - La clonazione" e "Titan A.E".

Nel 1998 ha vinto un Premio Oscar al miglior cortometraggio d'animazione "Bunny"[1]. Nel 2002, ha diretto il primo film animato al computer di Blue Sky Studios "L'era glaciale" e figura come produttore esecutivo per i suoi sequel. Ha anche doppiato Scrat nella serie di film, interpretando gli squittii e gli strilli del personaggio. Nel 2005, ha diretto "Robots", basato su una storia che ha creato con William Joyce. Nel 2007, Wedge avrebbe dovuto dirigere il film "Hugo Cabret", ruolo poi riassegnato a Martin Scorsese[6]. Nel 2013 ha seguito "Epic - Il mondo segreto", liberamente ispirato al libro di Joyce. Nel 2017, dirige il film "Monsters Truck", il suo primo progetto live-action.

Nel 2019, la Disney acquista la 20th Century Fox e, di conseguenza, anche i Blue Sky Studios[7].

FilmografiaModifica

RegistaModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

  • Tuber's Two-Step (1985);
  • Balloon Guy (1987);
  • Bunny (1998).

Produttore esecutivoModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

AnimatoreModifica

DoppiaggioModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) The 71st Academy Awards | 1999, su Oscars.org | Academy of Motion Picture Arts and Sciences. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  2. ^ (EN) Chris Wedge (20 Character Images), su Behind The Voice Actors. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  3. ^ (EN) Meet Chris Wedge, 'Ice Age' Creator, Katonah Resident, su Bedford-Katonah, NY Patch, 11 settembre 2012. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  4. ^ Alumni & Community, su web.archive.org, 24 luglio 2011. URL consultato il 19 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  5. ^ Maria Grazia Cucinotta, Lillo & Greg e Francesco Di Giacomo al doppiaggio del film d'animazione EPIC | cM News, su cartoonMag, 7 maggio 2013. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) Tatiana Siegel, Tatiana Siegel, Chris Wedge to direct ‘Hugo Cabret’, su Variety, 6 maggio 2008. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  7. ^ Disney acquisisce ufficialmente 20th Century Fox ⋆ Star Wars, su L'Insolenza di R2-D2 | Star Wars, 19 marzo 2019. URL consultato il 19 febbraio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27298807 · ISNI (EN0000 0001 0783 6730 · LCCN (ENno2002113232 · GND (DE131384007 · BNF (FRcb14511429v (data) · BNE (ESXX1796032 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2002113232