Cima del Vallonetto

La Cima del Vallonetto (3.217 m s.l.m.[1]) è una montagna del Gruppo d'Ambin nelle Alpi Cozie. Si trova in Val di Susa (Piemonte).

Cima del Vallonetto
Truc peyron cima del vallonetto punta galambra.jpg
La montagna vista da nord; a sinistra il Truc Peyron, a destra la Punta Galambra
StatoItalia Italia
Regione  Piemonte
Provincia  Torino
Altezza3 217 m s.l.m.
Prominenza151 m
Isolamento2,09 km
CatenaAlpi
Coordinate45°06′26.03″N 6°50′49.05″E / 45.10723°N 6.846957°E45.10723; 6.846957
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cima del Vallonetto
Cima del Vallonetto
Mappa di localizzazione: Alpi
Cima del Vallonetto
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Cozie
SottosezioneAlpi del Moncenisio
SupergruppoCatena Bernauda-Pierre Menue-Ambin
GruppoGruppo d'Ambin
SottogruppoSottogruppo Sommeiller-Vallonetto
CodiceI/A-4.III-B.6.b

DescrizioneModifica

La montagna si trova fuori dallo spartiacque principale tra la Francia e l'Italia in quanto è collocata a sud della Punta Sommeiller ed è da questa separata dalla Punta Galambra. È collocata alla testata della cresta che divide la Val di Susa dalla Valfredda e che ha il Monte Jafferau come elevazione più significativa.

Il Bivacco Sigot si trova nei pressi della montagna e costituisce un buon punto d'appoggio per la sua ascensione.

Salita alla vettaModifica

Si può salire sulla vetta partendo dal Rifugio Levi Molinari oppure dal Rifugio Scarfiotti (2.165 m). In quest'ultimo caso si seguirà la strada sterrata per il Colle del Sommeiller fino al pianoro del Pian dei Frati (2.600 m circa), e si devierà quindi sulla destra lungo un sentiero che conduce al Passo dei Fourneaux (3.137 m). Percorrendo una lunga ma facile cresta interamente detritica si perviene, con alcuni saliscendi, al Passo Galambra (3.078 m), a brevissima distanza dalla Punta Galambra. Dal passo si seguono le tracce di sentiero che costeggiano i poco lontani torrioni della Cima del Vallonetto e, con un ultimo passaggio un po' esposto, si sbuca sulla cresta finale dove è collocata una piccola croce metallica. Poco sotto la vetta è posizionato il bivacco Gianfranco Joannas (3.216 m), ex ricovero militare inaugurato nel 2015 e sempre aperto per tutti gli alpinisti.

L'ascensione è generalmente valutata con difficoltà EE (escursionisti esperti), e comporta dalle 3 alle 4 ore di cammino dal rifugio.

Esiste una seconda via dal versante ovest, partendo dal Forte Pramand. Si segue la strada attraversando la Galleria dei Saraceni e poi inerpicandosi lungo la montagna. L'ultimo pezzo è un ripido sentiero sulla pietraia.

NoteModifica

  1. ^ La Valle di Susa, in Piemonte (non compresa Torino), Le guide rosse, Touring Editore, 1976, p. 406. URL consultato il 29 giugno 2020.

CartografiaModifica

  • Cartografia ufficiale italiana dell'Istituto Geografico Militare (IGM) in scala 1:25.000 e 1:100.000, consultabile on line
  • Istituto Geografico Centrale - Carta dei sentieri e dei rifugi scala 1:50.000 n. 1 Valli di Susa Chisone e Germanasca e 1:25.000 n. 104 Bardonecchia Monte Thabor Sauze d'Oulx'

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica