Apri il menu principale
Aurora
Calcio Football pictogram.svg
El Equipo del Pueblo
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Azzurro e Bianco2.svg Azzurro, bianco
Dati societari
Città Cochabamba
Nazione Bolivia Bolivia
Confederazione CONMEBOL
Federazione Flag of Bolivia.svg FBF
Campionato Liga de Fútbol Profesional Boliviano
Fondazione 1935
Presidente Bolivia Oscar Maldonado
Allenatore Bolivia Julio César Baldivieso
Stadio Estadio Félix Capriles
(32.000 posti)
Sito web www.auroristas.com/
Palmarès
Titoli nazionali 2
Si invita a seguire il modello di voce

Il Club Aurora è una società calcistica boliviana, con sede a Cochabamba. Milita nella Liga de Fútbol Profesional Boliviano, la massima serie del calcio boliviano. Fu fondata il 27 maggio del 1935.

StoriaModifica

Il Club Aurora è stato fondato il 27 maggio 1935 nei locali dello stabilimento Instituto Americano (Plaza Colón), precedentemente conosciuto come "La Alameda", dove attualmente risiedono gli uffici comunali. Il primo direttore del club fu Giovanni Cerruti; lo accompagnò in qualità di segretario il generale Rene Ruiz; tesoriere, Ferrel Humberto Lobo; delegati Ferrel Alberto Camacho e Walter de la Fuente; presidenti onorari, Timothy Ferrel de la Fuente, James Meyer, Israele Ferzt e Juan Iriarte; Regina del club fu eletta la signorina Lidia Gueiler Tejada.

Nel 1963, vinsero il Campeonato Nacional, parteciparono alla Copa Libertadores contro la Club Nacional de Football e il Club Cerro Porteño con una prestazione eccezionale del portiere Jose Issa, ricordato come il "ragno nero".

Furono campioni della Asociación de Futbol di Cochabamba negli anni 1961, 1963 e 1964.

Furono campioni della Liga del Futbol Profesional Boliviano nel 2008.

Parteciparono alla Copa Libertadores nell'edizione del 2009 confrontandosi con il Boyacá Chicó, l'Universidad de Chile e il Gremio, vennero eliminati al primo turno dopo aver perso tutte le partite. Nel 2011 ha partecipato alla Copa Sudamericana, essendosi qualificato per giocare la seconda fase del torneo contro il Club Nacional. La prima partita è stata giocata nell'Estadio Defensores del Chaco ad Asuncion, facendo un risultato di 1 - 1. Il match di ritorno giocato nella città di Cochabamba si è concluso con un punteggio di 5 -2, facendo una delle migliori partite della seconda fase della Copa Sudamericana per quell'anno.

Classificati per ottavi, affrontarono come padrone di casa il Vasco da Gama del Brasile, dopo una partita molto agguerrita riuscirono a vincere 3-1. La partita di ritorno si giocò a Rio de Janeiro con un punteggio di 8-3 per il Vasco de Gama, terminando così la loro partecipazione.

StruttureModifica

Rosa AttualeModifica

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1963, Clausura 2008
2002

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: Apertura 2004, Clausura 2008
Terzo posto: Apertura 2010, Clausura 2010
Finalista: 2004, 2011

Risultati nelle competizioni CONMEBOLModifica

1964: Fase a gironi
2009: Fase a gironi
2004: Fase preliminare
2011: Ottavi di finale
2012: Secondo Turno

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio