Apri il menu principale

Il clube dos 13 (Club dei 13) è l'organizzazione che gestisce gli interessi dei 20 maggiori club calcistici del Brasile. Si occupa della ripartizione dei diritti con le compagnie radiotelevisive e concorre alle decisioni della Federazione calcistica del Brasile riguardo allo svolgimento e alle modalità delle competizioni nazionali. È stato fondato l'11 luglio 1987 dai rappresentanti dei 13 club di maggior tradizione, e si è allargato a 20 membri nel 2007, rendendosi protagonista dell'organizzazione di due competizioni nazionali: la I Copa União e la Copa João Havelange.

Copa UniãoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: I Copa União.

Le squadre appartenenti al Clube dos 13 rimasero insoddisfatte dalla CBF, tanto da decidere di organizzare un loro campionato indipendente, a cui parteciparono 16 club: i 13 membri più gli invitati Coritiba, Goiás e Santa Cruz.

Nella prima fase della Copa União, le squadre furono divise in due gruppi di 8 squadre ciascuno; le vincitrici di ciascun gruppo erano qualificate alle semifinali, che prevedevano partite di andata e ritorno. La competizione non fu riconosciuta come ufficiale dalla federazione, che nonostante questo, invitò il club vincitore e quello finalista della Copa União, rispettivamente Flamengo ed Internacional, per giocare contro gli omologhi della competizione organizzata dalla federazione stessa (Sport e Guarani), ma la proposta venne rifiutata, rendendo così impossibile la partecipazione alla Coppa Libertadores 1988 a Flamengo ed Internacional.

Copa João HavelangeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato di calcio brasiliano 2000.

Il Clube dos 13 organizzò la manifestazione, stavolta con l'accordo della CBF. La competizione non previde retrocessioni; dopo il campionato di calcio brasiliano 1999, il Gama aveva fatto ricorso, vincendolo, ed evitando quindi la retrocessione, e si rese necessaria l'istituzione di una competizione alternativa.

La prima fase consisteva in diversi gruppi (Módulos) con nomi di colori: Blu (Azul), Giallo (Amarelo), Verde e Bianco (Branco), composti in base alla popolarità e alla tradizione dei 114 club partecipanti. Nella fase finale, i 12 migliori club del Módulo Azul, i 3 del Módulo Amarelo e i vincitori dei Módulos Verde e Branco si guadagnarono l'accesso agli ottavi: alla finale giunsero São Caetano e Vasco da Gama, con quest'ultimo che vinse la competizione, che prese il suo nome dall'ex presidente FIFA João Havelange.

MembriModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (PT) Clube dos 13 Sito ufficiale, su clubedostreze.globo.com. URL consultato il 19 maggio 2005 (archiviato dall'url originale il 19 maggio 2005).