Apri il menu principale

Cortiglione

comune italiano
Cortiglione
comune
Cortiglione – Stemma Cortiglione – Bandiera
Cortiglione – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Asti-Stemma.png Asti
Amministrazione
SindacoGilio Brondolo (lista civica Nuove idee in comune) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate44°49′27″N 8°21′34″E / 44.824167°N 8.359444°E44.824167; 8.359444 (Cortiglione)Coordinate: 44°49′27″N 8°21′34″E / 44.824167°N 8.359444°E44.824167; 8.359444 (Cortiglione)
Altitudine211 m s.l.m.
Superficie8,43 km²
Abitanti559[1] (30-6-2017)
Densità66,31 ab./km²
FrazioniBricco Fiore, Brondoli, Cravera, Crociera, Pozzo, San Martino, Serra
Comuni confinantiBelveglio, Incisa Scapaccino, Masio (AL), Rocchetta Tanaro, Vaglio Serra, Vinchio
Altre informazioni
Cod. postale14040
Prefisso0141
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT005048
Cod. catastaleD072
TargaAT
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 659 GG[2]
Nome abitanticortiglionesi
PatronoMadonna del Rosario
Giorno festivo7 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cortiglione
Cortiglione
Cortiglione – Mappa
Mappa di localizzazione del comune di Cortiglione nella provincia di Asti
Sito istituzionale

Cortiglione (Corgèli o Cortijon in piemontese) è un comune di 559 abitanti della provincia di Asti, benché sia notevolmente più vicino ad Alessandria.

Geografia fisicaModifica

Cortiglione è situato nel sud della provincia di Asti, a circa 22 km dal capoluogo e circa 25 km da Alessandria(AL). Viene attraversato dal torrente Tiglione. Il comune fa parte della Comunità collinare Vigne & Vini.

Borgate e frazioniModifica

  • Borgate: San Michele (San Michel), Passerino (Passaren), Belgarino (Bergaren), Plagà (Plagà), Bottazzo (Botòss), San Rocco/Pesa (San Ròch/Pèisa), Fracchia (Fròcia), Piazza (Piòssa), Cittadella (Sitadèla).
  • Frazioni: Valmezzana (Vermasan-a), Serra (Sèra), Crocetta (Crosëtta), Sul Piano (Ans ël Pian), Coperte (Coverti), Prelle (Prèli), Serralunga (Sèra Lònga), San Sebastiano (San Sebastian), Crociera (Crosera), Colla (Còla), Brondoli (Bròndo), Ratti (Ròt), Fiorotti (Fioròt), Bricco (Brich), Rio Anitra (Rè 'd l'Ania), San Martino (San Marten), Madonnina (Madonèin-a), Pozzo (Poss).

ClimaModifica

Complice la notevole distanza dal mare, il paese ha un clima fortemente continentale, caratterizzato da inverni freddi, in contrasto con estati torride e secche. L'autunno è nebbioso e piovoso, e finisce verso l'inizio di dicembre, lasciando spazio all'inverno, con temperature rigide e, molto spesso, anche forti nevicate (gli inverni senza gelate sono rarissimi), che finisce verso metà marzo (ma le nevicate anche nella fine di tale mese non sono infrequenti), quando comincia una breve e piovosa primavera, nella prima parte all'insegna dell'escursione termica, con temperature notturne che toccano anche i -5 gradi, al fronte di temperature diurne che superano i 15 gradi, portando poi schiarite decise. L'estate comincia già a fine maggio, con temperature elevate (spesso superano anche i 30 gradi) e molto raramente compaiono temporali estivi. Il caldo termina già verso fine settembre, quando comincia l'autunno.

StoriaModifica

OriginiModifica

La sua prima denominazione Corticelle fu sostituita con quella attuale solo nel febbraio del 1863, dopo l'unità d'Italia. Si è avanzata l'ipotesi che le sue origini non siano romane, bensì medievali; questa congettura è stata infatti esclusa dall'epigrafista tedesco Theodor Momsen. L'etmo "curtis", presente sia nell'antica denominazione sia in quella attuale, rimanda all'alto medioevo, infatti con tale termine si indicava un grande appezzamento di terreno di proprietà di un signore e affidato a contadini.

Il medioevoModifica

Nel X-XI secolo è sotto il controllo del Papa. Nel XII secolo, con l'affermarsi del Comune e con l'indebolimento del potere vescovile, Corticelle è del potente marchese Bonifacio del Vasto dopo che Federico I Barbarossa lo cedette nel 1164.

L'era modernaModifica

Nel 1431 il condottiero Francesco Sforza, al comando delle milizie del duca di Milano Filippo Maria Visconti, dopo aver invaso il Monferrato, occupò molti luoghi della Valtiglione tra cui Corticelle, spingendosi poi nelle Langhe. Dopo la pace di Lodi del 1454, Corticelle passò sotto il controllo della famiglia Panizzoni di Alessandria, che durò fino ai primi anni del Seicento. Nel '700 subì l'egemonia dei Gonzaga sul Monferrato.

Il periodo contemporaneoModifica

In questo periodo Cortiglione è molto più popolato in estate, e registra ancora oggi presenze di non nativi cortiglionesi, ma di origine, ed anche di macedoni, greci ed altri componenti del territorio, benché sia completamente assente la popolazione arberesca.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

Dopo il forte esodo che ha caratterizzato quasi tutto il 900 (esodo che ha praticamente dimezzato la popolazione) verso le grandi città industriali o verso il continente americano, dal 1991 in avanti si riscontra un piccolo ma graduale aumento demografico. Questo grazie anche agli stranieri che si sono stabiliti in questo paese. Al 31 gennaio 2009, il paese conta infatti 614 abitanti (rappresentate in 217 famiglie), 72 dei quali di nazionalità straniera. Essi vanno a rappresentare l'11,7% della popolazione. Sono ben 11 le nazioni rappresentate: Albania, Argentina, Belgio, Brasile, Cina, Germania, Macedonia, Marocco, Moldavia, Romania, Ucraina.

Vie e piazze principaliModifica

  • Via Roma
  • Via Incisa Scappaccino
  • Via Vinchio
  • Piazza Padre Pio
  • Piazza Vittorio Emanuele II

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Agricoltura e industriaModifica

L'agricoltura del paese è basata principalmente sulle coltivazioni vitivinicole. Infatti, nonostante una popolazione che supera di poco le 600 unità, si possono contare almeno otto aziende vitivinicole, tutte a conduzione familiare. Si contano inoltre quattro ristoranti. L'industria è abbastanza fiorente (sempre in relazione al numero di abitanti), in quanto sono presenti diverse aziende meccaniche e di lavorazione delle materie plastiche. Gli orti considerati cortiglionesi (anche fuori dal paese) sono innumerevoli, che coltivano piante classiche (aglio, pomodori, patate, ecc.)

Feste, sagre e culturaModifica

  • Festa d'estate: tradizionale manifestazione che si svolge l'ultimo fine settimana di luglio. Cena e musica dal vivo, corsa delle botti (vaslot) in salita, raduno delle Fiat 500 e mostra fotografica d'epoca.
  • La Bricula: associazione culturale che si occupa di raccogliere e diffondere le antiche tradizioni e trasmetterle ai giovani.
  • Festa Patronale della Madonna del Rosario & Festa della Vendemmia e della Pigiatura: festa patronale che si svolge alla prima domenica di ottobre. La festa è l'occasione per rievocare la raccolta dell'uva e l'antica pigiatura con i piedi. I partecipanti iniziano in mattinata con la vendemmia presso le aziende vitivinicole locali e proseguono nel pomeriggio sulla piazza del paese con la pigiatura dell'uva nel tradizionale tino.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
11 giugno 1985 28 maggio 1990 Filippo Domenico Solive Partito Comunista Italiano Sindaco [4]
28 maggio 1990 24 aprile 1995 Andreino Drago Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Andreino Drago centro-sinistra Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Andreino Drago lista civica Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Luigi Roseo lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Andreino Drago lista civica: insieme per Cortiglione Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Gilio Brondolo lista civica: nuove idee in comune Sindaco [4]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte