Cristiano Pavone

calciatore e giocatore di beach soccer italiano
Cristiano Pavone
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Termine carriera 2008
Carriera
Giovanili
Inter
Squadre di club1
1988-1989Inter0 (0)
1989-1992Pro Lissone35 (2)
1992-1993Perugia1 (0)
1993-1994Lecco24 (0)
1994-1996Atalanta36 (0)
1996-1998Bologna21 (0)
1998-2000Lecce11 (0)
2000Salernitana4 (0)
2000-2002Cosenza26 (3)
2002Como4 (0)
2002-2003Messina0 (0)
2003Crotone5 (0)
2003-2004Como11 (0)
2004-2005Ancona10 (0)
2005-2006Renate? (?)
2006-2007Verbano? (?)
2007Seregno? (?)
2007-2008600px Amaranto e Celeste.svg Cinisellese? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Cristiano Pavone (Milano, 28 giugno 1972) è un ex calciatore e giocatore di beach soccer italiano, di ruolo difensore.

CarrieraModifica

Molto rapido e grintoso, non ha potuto dimostrare tutte le sue vere potenzialità per diversi motivi. Cresciuto nelle file dell'Inter, in serie A ha vestito le maglie di Atalanta e Bologna. Con i nerazzurri bergamaschi, sotto la guida di Emiliano Mondonico conquista una promozione in A e l'anno dopo, in serie A, sempre con Mondonico allenatore, scende in campo 14 volte. Con i felsinei in due stagioni colleziona invece 21 gettoni di presenza nella massima serie italiana: 5 nella prima annata, 16 nella seconda. Ha poi disputato diversi campionati di B, la maggior parte in squadre del sud Italia, come il Lecce (dove ha ottenuto una promozione), la Salernitana e il Cosenza. Proprio con il club rossoblu disputa una stagione positiva e allenato da Bortolo Mutti riesce a giocare con una certa continuità, mettendo a segno i primi ed unici 3 gol nel professionismo. L'anno successivo, sempre in Serie B nel Cosenza, sotto la guida tecnica di Luigi De Rosa, colleziona 5 presenze a causa di un infortunio.[1] A gennaio viene ceduto al Como, ancora tra i cadetti, dove colleziona appena 4 presenze. Nel Gennaio 2003, durante il calciomercato invernale, si trasferisce in prestito fino a giugno al Crotone di Gigi De Rosa, in serie C/1. Il suo trasferimento a Crotone e il fatto di aver accettato di scendere di categoria, come lui dichiarerà, si sono realizzati anche per merito dell'allenatore Luigi De Rosa, persona e tecnico da lui stimato che aveva già avuto nelle stagioni precedenti a Cosenza[2]. A Crotone, anche a causa dei postumi dell'infortunio, scende in campo solo in 5 occasioni. Torna poi a giocare con i lariani in serie B nella stagione 2003/04 in cui totalizza soltanto 11 presenze. Ha giocato anche in Interregionale con la Pro Lissone (dal 1989 al 1992) e in C/2 con il Lecco (1993/94) e con l'Ancona (2004/05). Dal 2005 ha militato in squadre dilettantistiche.

Nella stagione 1998/99, quando giocava nel Lecce, è stato trovato positivo ad un controllo antidoping a sorpresa.

Nel 2008 ha fatto parte della nazionale italiana di beach soccer e della Selezione di calcio della Padania.

Il suo esordio in serie A è avvenuto il 15 ottobre 1995 in Atalanta-Inter 1-1

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Inter: 1988-1989
Como: 2001-2002

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica