Serie A 1995-1996

94ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (il 64º a girone unico)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Serie A 1995-1996 (disambigua).
Serie A 1995-1996
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 94ª (64ª di Serie A)
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 27 agosto 1995
al 12 maggio 1996
Luogo Italia Italia
Partecipanti 18
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Milan
(15º titolo)
Retrocessioni Bari
Torino
Cremonese
Padova
Statistiche
Miglior marcatore Italia Igor Protti
Italia Giuseppe Signori (24 ex aequo)
Incontri disputati 306
Gol segnati 805 (2,63 per incontro)
Milan campione d'italia 1996.jpg
I rossoneri campioni d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1994-1995 1996-1997 Right arrow.svg

La Serie A 1995-1996 è stata la 94ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (il 64º a girone unico), disputato tra il 27 agosto 1995 e il 12 maggio 1996 e concluso con la vittoria del Milan, al suo quindicesimo titolo.

Capocannonieri del torneo sono stati Igor Protti (Bari) e Giuseppe Signori (Lazio) con 24 reti a testa.

StagioneModifica

NovitàModifica

Le principali novità sotto il profilo regolamentare riguardarono la possibilità di compiere fino a tre sostituzioni — senza discriminanti tra portiere e giocatore di movimento — e la numerazione fissa sulle maglie da gioco, con numeri da 1 a 99 e il cognome sul retro della divisa.[1]

CalciomercatoModifica

 
Da sinistra: due tra i neoacquisti della stagione, George Weah del Milan e Fabio Cannavaro del Parma.

A mettersi in luce sul fronte del mercato fu il Milan, alle cui fila si aggiunse l'ex juventino Roberto Baggio[2]: a vestirsi di rossonero fu poi il liberiano George Weah, ingaggiato dal Paris Saint-Germain.[3] I bianconeri puntarono invece su Pessotto e Vierchowod per la difesa, rinfoltendo poi la mediana con Lombardo e Jugović.[3] L'Inter del nuovo presidente Massimo Moratti — insediatosi a capo della società nel febbraio 1995 — acquistò i difensori Roberto Carlos e Javier Zanetti, il centrocampista Ince e l'attaccante Ganz.[4]

La Sampdoria tesserò Seedorf e Karembeu[5], col Parma che ingaggiò infine Cannavaro e Stoičkov (detentore del Pallone d'oro).[3]

AvvenimentiModifica

Girone di andataModifica

A caratterizzare le prime battute del torneo fu una corsa alla pari tra Juventus e Milan[6][7], con le formazioni appaiate sino al terzo turno[8]: il primato solitario divenne appannaggio dei meneghini alla quarta giornata, complice il pari dei torinesi sul campo di un Cagliari che mosse nella circostanza la propria classifica.[9] Impostasi nel confronto diretto, la squadra di Capello consolidò in autunno la posizione di testa[10]: brevemente contrastati da un Parma nel quale si segnalò l'esordio del portiere minorenne Buffon[11], i lombardi contennero successivamente l'assalto della Fiorentina laureandosi campioni d'inverno con una lunghezza di margine sui toscani.[12][13]

Partite con ben altre ambizioni, Inter e Sampdoria costituirono — loro malgrado — una delusione accumulando ritardo in chiave europea dall'Udinese e dalle romane.[14][15] Un discreto girone d'andata pose Cagliari e Vicenza al riparo da assilli di classifica[16], a fronte di maggiori pericoli incombenti su Piacenza e Torino[17]: col ruolo di coda toccato alla Cremonese, Padova e Bari denunciarono a propria volta una situazione deficitaria.[18]

Da sinistra: Igor Protti del Bari e Giuseppe Signori della Lazio, capocannonieri del torneo con 24 gol.

Girone di ritornoModifica

Col primato rossonero mai posto in discussione[19][20], la piazza d'onore registrò il riaffacciarsi della Juventus[21]: il solo passo falso compiuto dal Diavolo corrispose alla stracittadina del 10 marzo 1996, persa di misura contro un'Inter in risalita.[22] Da segnalare inoltre un fatto fin lì senza precedenti, ovvero la mancata disputa di un turno di campionato — nella fattispecie calendarizzato alla 26ª giornata — per uno sciopero indetto dai calciatori quale gesto di protesta verso le condizioni contrattuali inerenti l'attività professionistica.[23]

Sul versante sportivo la Juventus mancò un ultimo appello cadendo a domicilio per mano della Sampdoria[24], con la matematica che fornì un primo responso tramite l'anticipata retrocessione dei patavini: a condannare questi ultimi concorse, tra l'altro, un filotto negativo di 11 sconfitte consecutive.[25] Ai suddetti biancorossi si unirono, nel turno successivo, Torino e Cremonese dopo uno scontro diretto risoltosi con l'effimera vittoria granata[26]; evento principale della domenica risultò la sfida tra Milan e Fiorentina, col successo dei rossoneri che assicurò loro il titolo nazionale.[27]

In chiave-salvezza l'ultima compagine ad arrendersi fu il Bari, la cui relegazione venne certificata dalla sconfitta con l'Inter a 90' dal termine[28]: la caduta dei pugliesi — che pure annoveravano in organico il capocannoniere Protti[29] assicurò la permanenza a Napoli, Piacenza e Atalanta.[30]

La finale persa dagli orobici in coppa nazionale contro i gigliati comportò il ripescaggio nerazzurro nelle manifestazioni continentali, fatto peraltro ascrivibile al contestuale successo bianconero in Champions League[31]: ammessi alla UEFA i milanesi tennero compagnia al Parma nonché alle formazioni della capitale, col traguardo europeo fallito da Udinese — a scapito di un buon avvio — e dai doriani cui non risultò sufficiente un miglioramento nella tornata conclusiva.

Squadre partecipantiModifica

 
Ubicazione delle squadre della Serie A 1995-1996
Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia 4º posto in Serie B, promosso
Bari dettagli Bari Stadio San Nicola 12º posto in Serie A
Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 9º posto in Serie A
Cremonese dettagli Cremona Stadio Giovanni Zini 13º posto in Serie A
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 10º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 6º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Stadio delle Alpi 1º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico di Roma 2º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 4º posto in Serie A
Napoli dettagli Napoli Stadio San Paolo 7º posto in Serie A
Padova dettagli Padova Stadio Euganeo 14º posto in Serie A
Parma dettagli Parma Stadio Ennio Tardini 3º posto in Serie A
Piacenza dettagli Piacenza Stadio Galleana 1º posto in Serie B, promosso
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico di Roma 5º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 8º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio delle Alpi 11º posto in Serie A
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli 2º posto in Serie B, promosso
Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 3º posto in Serie B, promosso

AllenatoriModifica

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Calciatore più presente[32] Cannoniere
Atalanta   Emiliano Mondonico   Daniele Fortunato (32)   Domenico Morfeo (11)
Bari[33]   Giuseppe Materazzi (1ª-12ª)
  Eugenio Fascetti (13ª-34ª)
  Kennet Andersson,
  Igor Protti (33)
  Igor Protti (24)
Cagliari[34]   Giovanni Trapattoni (1ª-21ª)
  Bruno Giorgi (22ª-34ª)
  Pierpaolo Bisoli,
  Matteo Villa (34)
    Luís Oliveira (15)
Cremonese   Luigi Simoni   Riccardo Maspero (34)   Andrea Tentoni (9)
Fiorentina   Claudio Ranieri   Rui Costa,
  Francesco Toldo (34)
  Gabriel Batistuta (19)
Inter[35][36]   Ottavio Bianchi (1ª-4ª)
  Luis Suárez Miramontes (5ª-6ª)
  Giovanni Ardemagni e   Roy Hodgson (D.T.) (7ª-34ª)
  Gianluca Pagliuca (34)   Marco Branca (17)
Juventus   Marcello Lippi   Angelo Di Livio (32)   Fabrizio Ravanelli (12)
Lazio     Zdeněk Zeman   José Chamot,
  Diego Fuser (32)
  Giuseppe Signori (24)
Milan   Fabio Capello   Sebastiano Rossi (34)     George Weah (11)
Napoli   Aldo Sensibile e   Vujadin Boškov (D.T.)   Giuseppe Taglialatela (34)   Arturo Di Napoli (5)
Padova   Mauro Sandreani   Nicola Amoruso (33)   Nicola Amoruso (14)
Parma   Nevio Scala   Roberto Mussi (32)   Gianfranco Zola (10)
Piacenza   Luigi Cagni   Nicola Caccia,
  Eusebio Di Francesco,
  Massimo Taibi (34)
  Nicola Caccia (14)
Roma   Carlo Mazzone   Giovanni Cervone (33)   Abel Balbo (13)
Sampdoria   Sergio Santarini e   Sven-Göran Eriksson (D.T.)   David Balleri,
  Christian Karembeu,
  Clarence Seedorf (32)
  Enrico Chiesa (22)
Torino[37][38]   Nedo Sonetti (1ª-12ª)
  Franco Scoglio (13ª-27ª)
  Lido Vieri (28ª-34ª)
  Roberto Maltagliati (34)   Ruggiero Rizzitelli (11)
Udinese   Alberto Zaccheroni   Raffaele Ametrano,
  Stefano Desideri,
  Giovanni Stroppa (32)
  Oliver Bierhoff (17)
Vicenza   Francesco Guidolin   Roberto Murgita (34)   Marcelo Otero (12)

Classifica finaleModifica

Fonte:[39]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Milan 73 34 21 10 3 60 24 +36
2. Juventus 65 34 19 8 7 58 35 +23
3. Lazio 59 34 17 8 9 66 38 +28
[40] 4. Fiorentina 59 34 17 8 9 53 41 +12
5. Roma 58 34 16 10 8 51 34 +17
6. Parma 58 34 16 10 8 44 31 +13
7. Inter 54 34 15 9 10 51 30 +21
8. Sampdoria 52 34 14 10 10 59 47 +12
9. Vicenza 49 34 13 10 11 36 37 -1
10. Cagliari 41 34 11 8 15 34 47 -13
11. Udinese 41 34 11 8 15 41 49 -8
12. Napoli 41 34 10 11 13 28 41 -13
13. Atalanta 39 34 11 6 17 38 50 -12
14. Piacenza 37 34 9 10 15 31 48 -17
  15. Bari 32 34 8 8 18 49 71 -22
  16. Torino 29 34 6 11 17 28 46 -18
  17. Cremonese 27 34 5 12 17 37 57 -20
  18. Padova 24 34 7 3 24 41 79 -38

Legenda:

      Campione d'Italia e qualificato alla fase a gironi della UEFA Champions League 1996-1997.
      Qualificata alla fase a gironi della UEFA Champions League 1996-1997.
      Qualificata ai sedicesimi di finale di Coppa delle Coppe 1996-1997.
      Qualificate ai trentaduesimi di finale di Coppa UEFA 1996-1997.
      Retrocesse in Serie B 1996-1997.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti valeva la classifica avulsa, eccetto per l'assegnazione dello scudetto, dei posti salvezza-retrocessione e qualificazione-esclusione dalla Coppa UEFA per i quali era previsto uno spareggio.

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Milan Associazione Calcio 1995-1996.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
  Sebastiano Rossi (34)
  Christian Panucci (29)
  Alessandro Costacurta (30)
  Franco Baresi (30)
  Paolo Maldini (30)
  Stefano Eranio (24)
  Demetrio Albertini (30)
  Marcel Desailly (32)
  Dejan Savićević (23)
  George Weah (26)
  Roberto Baggio (28)
Altri giocatori: Marco Simone (27), Roberto Donadoni (23), Paolo Di Canio (22), Mauro Tassotti (15), Zvonimir Boban (13), Gianluigi Lentini (9), Massimo Ambrosini (7), Filippo Galli (6), Francesco Coco (5), Tomas Locatelli (5), Gianluca Sordo (5), Patrick Vieira (2), Paulo Futre (1).

RisultatiModifica

TabelloneModifica

ATA BAR CAG CRE FIO INT JUV LAZ MIL NAP PAD PAR PIA ROM SAM TOR UDI VIC
Atalanta –––– 1-2 3-0 1-1 1-3 1-1 0-1 1-3 0-1 1-3 3-0 1-1 2-0 2-1 3-2 1-0 0-0 3-1
Bari 1-3 –––– 3-0 2-1 1-1 4-1 2-2 3-3 1-0 1-1 2-1 1-1 0-0 1-2 1-3 2-2 4-2 0-2
Cagliari 2-0 4-2 –––– 1-0 0-0 0-0 0-0 0-1 1-2 2-0 0-1 2-0 0-0 0-2 3-0 1-0 4-1 2-0
Cremonese 1-1 7-1 3-1 –––– 0-0 2-4 3-3 2-1 0-0 1-1 2-1 0-2 0-0 0-1 0-0 1-1 2-2 1-1
Fiorentina 1-0 3-2 3-1 3-2 –––– 1-1 0-1 2-0 2-2 3-0 6-4 1-0 2-1 1-4 2-2 2-0 3-0 1-1
Inter 1-0 3-0 4-0 2-0 1-2 –––– 1-2 0-0 1-1 4-0 8-2 1-1 0-0 2-0 0-2 4-0 2-1 1-0
Juventus 1-0 1-1 4-1 4-1 1-0 1-0 –––– 4-2 1-1 1-1 3-1 1-0 2-0 0-2 0-3 5-0 2-1 1-0
Lazio 5-1 4-3 4-0 2-1 4-0 0-1 4-0 –––– 0-1 1-0 2-0 2-1 4-1 1-0 6-3 1-1 2-2 3-0
Milan 3-0 3-2 3-2 7-1 3-1 0-1 2-1 0-0 –––– 0-0 1-0 3-0 3-0 3-1 3-0 1-1 2-1 4-0
Napoli 2-0 1-0 0-0 0-0 0-2 2-1 0-1 1-0 0-1 –––– 2-0 1-1 0-0 0-2 1-0 1-0 2-1 1-1
Padova 3-2 3-0 2-1 1-2 0-1 2-1 0-5 1-3 1-2 4-2 –––– 1-3 1-1 1-2 1-1 1-1 2-3 3-2
Parma 2-0 3-1 4-0 2-0 3-0 2-1 1-1 2-1 0-0 1-0 2-1 –––– 3-2 1-1 1-0 1-0 1-0 0-1
Piacenza 2-2 3-2 1-1 2-1 0-1 1-0 0-4 2-1 0-2 0-1 4-0 2-1 –––– 1-0 3-2 1-0 0-2 0-1
Roma 0-1 2-1 1-1 3-0 2-2 1-0 2-2 0-0 1-2 4-1 2-0 1-1 2-1 –––– 3-1 1-0 2-1 1-1
Sampdoria 2-3 2-0 1-2 2-0 2-1 0-0 2-0 3-3 3-0 2-2 3-1 3-0 3-0 1-1 –––– 1-0 1-0 2-2
Torino 0-1 3-1 1-1 1-0 0-3 0-1 1-2 0-2 1-1 0-0 2-0 2-2 4-2 2-2 1-1 –––– 2-0 1-0
Udinese 3-0 1-2 1-0 3-2 1-0 1-2 1-0 1-1 0-2 3-2 3-1 0-0 0-0 1-1 2-4 1-0 –––– 1-1
Vicenza 1-0 2-0 0-1 1-0 1-0 1-1 2-1 1-0 1-1 3-0 2-1 0-1 1-1 2-1 2-2 2-1 0-1 ––––

CalendarioModifica

Il sorteggio del calendario avvenne il 1º agosto 1995, con le prime cinque classificate del campionato precedente impossibilitate a incontrarsi nell'esordio in quanto «teste di serie»[41]; gli impegni della Nazionale azzurra (in corsa per la qualificazione all'Europeo 1996) causarono le soste al 3 settembre, 8 ottobre e 12 novembre 1995 mentre la pausa del Capodanno riguardò il 31 dicembre 1995.[42]

Coi turni natalizio e pasquale anticipati al sabato[42], la 26ª giornata — originariamente in programma al 16 e 17 marzo 1996 — fu rinviata per uno sciopero proclamato dall'AIC[23]: il recupero avvenne, in forma di infrasettimanale, il 10 aprile 1996.[43]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (18ª)
27 ago. 1-1 Atalanta-Parma 0-2 21 gen.
1-1 Bari-Napoli 0-1
2-0 Fiorentina-Torino 3-0
1-0 Inter-Vicenza 1-1
4-1 Juventus-Cremonese 3-3
4-1 Lazio-Piacenza 1-2
1-2 Padova-Milan 0-1
1-1 Sampdoria-Roma 1-3
1-0 Udinese-Cagliari 1-4
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (19ª)
10 set. 0-1 Cagliari-Lazio 0-4 28 gen.
0-0 Cremonese-Sampdoria 0-2
2-1 Milan-Udinese 2-0
2-0 Napoli-Padova 2-4
2-1 Parma-Inter 1-1
0-4 Piacenza-Juventus 0-2
0-1 Roma-Atalanta 1-2
3-1 Torino-Bari 2-2
1-0 Vicenza-Fiorentina 1-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (20ª)
17 set. 1-3 Atalanta-Napoli 0-2 4 feb.
3-3 Bari-Lazio 3-4
3-1 Fiorentina-Cagliari 0-0
0-0 Inter-Piacenza 0-1
1-0 Juventus-Vicenza 1-2
1-1 Padova-Torino 0-2
1-2 Roma-Milan 1-3
3-0 Sampdoria-Parma 0-1
3-2 Udinese-Cremonese 2-2
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (21ª)
24 set. 0-0 Cagliari-Juventus 1-4 11 feb.
0-1 Cremonese-Roma 0-3
2-2 Lazio-Udinese 1-1
3-0 Milan-Atalanta 1-0
2-1 Napoli-Inter 0-4
3-0 Parma-Fiorentina 0-1
3-2 Piacenza-Bari 0-0
1-1 Torino-Sampdoria 0-1
2-1 Vicenza-Padova 2-3


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (22ª)
1º ott. 2-0 Atalanta-Piacenza 2-2 18 feb.
1-0 Bari-Milan 2-3
3-2 Fiorentina-Cremonese 0-0
4-0 Inter-Torino 1-0
1-1 Juventus-Napoli 1-0
1-3 Padova-Parma 1-2
0-0 Roma-Lazio 0-1
1-2 Sampdoria-Cagliari 0-3
1-1 Udinese-Vicenza 1-0
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (23ª)
15 ott. 1-1 Atalanta-Inter 0-1 25 feb.
1-0 Cagliari-Cremonese 1-3
2-0 Lazio-Padova 3-1
2-1 Milan-Juventus 1-1
0-2 Napoli-Fiorentina 0-3
1-0 Parma-Udinese 0-0
3-2 Piacenza-Sampdoria 0-3
2-2 Torino-Roma 0-1
2-0 Vicenza-Bari 2-0


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (24ª)
22 ott. 3-0 Bari-Cagliari 2-4 3 mar.
1-1 Cremonese-Atalanta 1-1
0-0 Inter-Lazio 1-0
3-1 Juventus-Padova 5-0 2 mar.
0-1 Piacenza-Napoli 0-0 3 mar.
1-1 Roma-Parma 1-1 2 mar.
2-1 Sampdoria-Fiorentina 2-2 3 mar.
1-0 Udinese-Torino 0-2
1-1 Vicenza-Milan 0-4
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (25ª)
29 ott. 0-0 Atalanta-Udinese 0-3 10 mar.
0-2 Cagliari-Roma 1-1
3-2 Fiorentina-Bari 1-1
1-1 Inter-Milan 1-0
4-0 Lazio-Juventus 2-4
0-0 Napoli-Cremonese 1-1
1-1 Padova-Sampdoria 1-3
3-2 Parma-Piacenza 1-2
1-0 Torino-Vicenza 1-2


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (26ª)[44]
5 nov. 1-3 Bari-Atalanta 2-1 10 apr.
0-2 Cremonese-Parma 0-2
2-0 Fiorentina-Lazio 0-4
3-2 Milan-Cagliari 2-1
2-0 Roma-Padova 2-1
0-0 Sampdoria-Inter 2-0
0-0 Torino-Napoli 0-1
1-0 Udinese-Juventus 1-2
1-1 Vicenza-Piacenza 1-0
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (27ª)
19 nov. 3-2 Atalanta-Sampdoria 3-2 24 mar.
1-0 Cagliari-Torino 1-1
2-1 Inter-Udinese 2-1
1-0 Juventus-Fiorentina 1-0
2-1 Lazio-Cremonese 1-2
1-1 Napoli-Vicenza 0-3
3-0 Padova-Bari 1-2
0-0 Parma-Milan 0-3
1-0 Piacenza-Roma 1-2


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (28ª)
26 nov. 2-0 Cagliari-Napoli 0-0 31 mar.
2-1 Cremonese-Padova 2-1
1-1 Fiorentina-Inter 2-1
3-0 Milan-Piacenza 2-0
1-1 Parma-Juventus 0-1 30 mar.
2-1 Roma-Bari 2-1 31 mar.
1-0 Sampdoria-Udinese 4-2
0-1 Torino-Atalanta 0-1
1-0 Vicenza-Lazio 0-3
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (29ª)
3 dic. 3-1 Atalanta-Vicenza 0-1 6 apr.
1-3 Bari-Sampdoria 0-2
2-0 Inter-Cremonese 4-2
5-0 Juventus-Torino 2-1
0-1 Lazio-Milan 0-0
1-1 Napoli-Parma 0-1
0-1 Padova-Fiorentina 4-6
1-1 Piacenza-Cagliari 0-0
1-1 Udinese-Roma 1-2


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (30ª)
10 dic. 2-0 Cagliari-Atalanta 0-3 14 apr.
7-1 Cremonese-Bari 1-2
3-0 Fiorentina-Udinese 0-1
0-0 Milan-Napoli 1-0
2-1 Padova-Inter 2-8
2-1 Parma-Lazio 1-2
1-1 Roma-Vicenza 1-2
2-0 Sampdoria-Juventus 3-0 13 apr.
4-2 Torino-Piacenza 0-1 14 apr.
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (31ª)
17 dic. 1-3 Atalanta-Fiorentina 0-1 20 apr.
1-1 Bari-Parma 1-3
1-0 Juventus-Inter 2-1
6-3 Lazio-Sampdoria 3-3
1-1 Milan-Torino 1-1
0-2 Napoli-Roma 1-4
2-1 Piacenza-Cremonese 0-0
3-1 Udinese-Padova 3-2
0-1 Vicenza-Cagliari 0-2


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (32ª)
23 dic. 1-1 Cremonese-Torino 0-1 28 apr.
2-2 Fiorentina-Milan 1-3
4-0 Inter-Cagliari 0-0
0-2 Juventus-Roma 2-2
5-1 Lazio-Atalanta 3-1
1-1 Padova-Piacenza 0-4
0-1 Parma-Vicenza 1-0
2-2 Sampdoria-Napoli 0-1
1-2 Udinese-Bari 2-4
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (33ª)
7 gen. 0-1 Atalanta-Juventus 0-1 5 mag.
4-1 Bari-Inter 0-3
0-1 Cagliari-Padova 1-2
3-0 Milan-Sampdoria 0-3
1-0 Napoli-Lazio 0-1
0-2 Piacenza-Udinese 0-0
2-2 Roma-Fiorentina 4-1
2-2 Torino-Parma 0-1
1-0 Vicenza-Cremonese 1-1


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (34ª)
14 gen. 0-0 Cremonese-Milan 1-7 12 mag.
2-1 Fiorentina-Piacenza 1-0
2-0 Inter-Roma 0-1
1-1 Juventus-Bari 2-2
1-1 Lazio-Torino 2-0
3-2 Padova-Atalanta 0-3
4-0 Parma-Cagliari 0-2
2-2 Sampdoria-Vicenza 2-2
3-2 Udinese-Napoli 1-2

StatisticheModifica

SquadreModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————————————————————————————————————
MilanMilan
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª

Primati stagionaliModifica

  • Maggior numero di partite vinte: 21 (Milan)
  • Minor numero di partite perse: 3 (Milan)
  • Massimo dei pareggi: 12 (Cremonese)
  • Minor numero di partite vinte: 5 (Cremonese)
  • Maggior numero di partite perse: 24 (Padova)
  • Minimo dei pareggi: 3 (Padova)
  • Miglior attacco: 66 (Lazio)
  • Miglior difesa: 24 (Milan)
  • Peggior attacco: 28 (Napoli, Torino)
  • Peggior difesa: 79 (Padova)
  • Peggior differenza reti: −38 (Padova)
  • Partita con più reti segnate: Inter-Padova 8-2, Fiorentina-Padova 6-4 (10)
  • Partita con maggior scarto di reti: Cremonese-Bari 7-1, Inter-Padova 8-2, Milan-Cremonese 7-1 (6)

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Gol Rigori Giocatore Squadra
24 5   Igor Protti Bari
24 12   Giuseppe Signori Lazio
22 3   Enrico Chiesa Sampdoria
19 2   Gabriel Batistuta Fiorentina
19   Marco Branca Roma (2), Inter (17)
17   Oliver Bierhoff Udinese
16 6   Luís Oliveira Cagliari
14 2   Nicola Amoruso Padova
14 3   Nicola Caccia Piacenza
14 1   Pierluigi Casiraghi Lazio
13 4   Abel Balbo Roma
13 3   Maurizio Ganz Inter
13   Goran Vlaović Padova

Media spettatoriModifica

Media spettatori della Serie A 1995-96: 29.447[45]

Club Pos. Media
Milan 1 60.973
Roma 2 53.146
Inter 3 46.873
Lazio 4 46.326
Juventus 5 41.946
Napoli 6 40.450
Fiorentina 7 37.983
Bari 8 26.322
Sampdoria 9 26.070
Parma 10 23.731
Torino 11 20.284
Atalanta 12 19.295
Cagliari 13 18.247
Vicenza 14 16.696
Udinese 15 15.742
Padova 16 14.696
Piacenza 17 12.642
Cremonese 18 8.615

NoteModifica

  1. ^ Sebastiano Vernazza, Cognomi sulle maglie: siamo al 15º anno, in La Gazzetta dello Sport, 22 agosto 2009.
  2. ^ Emanuele Gamba, Il Milan di Baggio, in la Repubblica, 17 giugno 1995, p. 35.
  3. ^ a b c Maurizio Crosetti, La ricca alleanza, in la Repubblica, 3 luglio 1995, p. 35.
  4. ^ Enrico Currò, "Nella storia per Moratti", in la Repubblica, 17 luglio 1995, p. 37.
  5. ^ Stefano Zaino, Senza Zenga che festa sarà?, in la Repubblica, 27 agosto 1995, p. 40.
  6. ^ Marco Ernesto Ansaldo, La Juventus mostra subito i muscoli, in La Stampa, 28 agosto 1995, p. 27.
  7. ^ Roberto Beccantini, Avanti in quarta, la marcia della Juve, in La Stampa, 11 settembre 1995, p. 27.
  8. ^ Roberto Beccantini, Senza Baggio, ma col doppio Weah, in La Stampa, 18 settembre 1995, p. 28.
  9. ^ Roberto Beccantini, Trap ferma la Juve, il Milan è solo, in La Stampa, 25 settembre 1995, p. 25.
  10. ^ Bruno Bernardi, Il Milan del turn-over non perde colpi, in La Stampa, 6 novembre 1995, p. 28.
  11. ^ Serie A, 19/11/95: nasce l'astro Buffon, e para tutto, su video.gazzetta.it, 19 novembre 2015.
  12. ^ Alessandro Rialti, La B & B sbanca anche Bergamo, in La Stampa, 18 dicembre 1995, p. 32.
  13. ^ Roberto Beccantini, Milan e Fiorentina, né fuga né sorpasso, in La Stampa, 24 dicembre 1995, p. 27.
  14. ^ Gianluca Guido, Inter, che sberle a Bari, in La Stampa, 8 gennaio 1996, p. 32.
  15. ^ Angelo Caroli, Branca, due reti dedicate a Sensi, in La Stampa, 15 gennaio 1996, p. 36.
  16. ^ Franco Badolato, Il Parma ritrova i suoi guastatori, in La Stampa, 15 gennaio 1996, p. 35.
  17. ^ Bruno Bernardi, Toro, grande incompiuta all'Olimpico, in La Stampa, 15 gennaio 1996, p. 32.
  18. ^ Furio Stella, Vlaovic suona la sveglia e manda in til l'Atalanta, in La Stampa, 15 gennaio 1996, p. 32.
  19. ^ Bruno Bernardi, Il Re Leone piazza l'ultima zampata, in La Stampa, 19 febbraio 1996, p. 28.
  20. ^ Roberto Beccantini, Weah & Savicevic: la differenza, in La Stampa, 3 marzo 1996, p. 36.
  21. ^ Franco Badolato, E Del Piero ritrova l'ispirazione, in La Stampa, 3 marzo 1996, p. 35.
  22. ^ Luca Taidelli, Ranieri antidoto Inter, in La Gazzetta dello Sport, 14 gennaio 2012.
  23. ^ a b Gianni Mura, Sarà una domenica senza calcio, in la Repubblica, 15 marzo 1996, p. 1.
  24. ^ JUVE, LA RESA, in La Stampa, 14 aprile 1996, p. 29.
  25. ^ Giorgio Barberis, Doppio addio, alla A e a Sandreani, in La Stampa, 21 aprile 1996, p. 35.
  26. ^ Bruno Bernardi, L'addio con la vittoria più triste, in La Stampa, 29 aprile 1996, p. 30.
  27. ^ Roberto Beccantini, Savicevic e Baggio firmano la festa, in La Stampa, 29 aprile 1996, p. 28.
  28. ^ Franco Badolato, L'Inter distrugge le speranze del Bari, in Stampa Sera, 6 maggio 1996, p. 34.
  29. ^ Protti, capocannoniere retrocesso, su gazzetta.it, 1º giugno 2009.
  30. ^ Mondo fa i provini per la Coppa Italia, in La Stampa, 13 maggio 1996, p. 33.
  31. ^ Corrado Sannucci, La nazione juventina tra felicità e ricordi, in la Repubblica, 23 maggio 1996, p. 46.
  32. ^ Melegari, 561.
  33. ^ Paolo Rossi, Il Bari cerca in TV, in la Repubblica, 5 dicembre 1995, p. 51.
  34. ^ Nanni Boi, Sorpresa Giorgi a Cagliari, in la Repubblica, 15 febbraio 1996, p. 46.
  35. ^ Nino Sormani, Inter a Suarez, aspettando Hodgson, in La Stampa, 26 settembre 1995, p. 29.
  36. ^ Gianni Piva, "Mr. Hodgson ci consigli", in la Repubblica, 17 ottobre 1995, p. 45.
  37. ^ Emanuele Gamba, Scoglio al Torino, è l'ultima carta, in la Repubblica, 6 dicembre 1995, p. 46.
  38. ^ Emanuele Gamba, Vieri e il Toro una storia d'altri tempi, in la Repubblica, 28 marzo 1996, p. 45.
  39. ^ Classifica Stagione 1995-1996, su legaseriea.it.
  40. ^ Vincitrice della Coppa Italia.
  41. ^ Stamattina i calendari: via il 27 agosto, in la Repubblica, 1º agosto 1995, p. 35.
  42. ^ a b CAMPIONATO, in La Stampa, 2 agosto 1995, p. 27.
  43. ^ Calcio news, in la Repubblica, 27 marzo 1996, p. 44.
  44. ^ In calendario per il 16 e 17 marzo 1996, la giornata di campionato fu rinviata per lo sciopero indetto dai calciatori e recuperata in forma di turno infrasettimanale; cfr. note 23 e 44.
  45. ^ http://www.stadiapostcards.com/a3.htm.htm

BibliografiaModifica

  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004, Modena, Panini, 2004.

Altri progettiModifica