Apri il menu principale
Diocesi di Paracatu
Dioecesis Paracatuensis
Chiesa latina
Paracatu MG Brasil - Igreja Matriz de Santo Antonio - panoramio.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Montes Claros
Regione ecclesiastica Centro-Oeste
Vescovo Jorge Alves Bezerra, S.S.S.
Vescovi emeriti Leonardo de Miranda Pereira
Sacerdoti 50 di cui 45 secolari e 5 regolari
4.556 battezzati per sacerdote
Religiosi 5 uomini, 7 donne
Diaconi 24 permanenti
Abitanti 358.900
Battezzati 227.800 (63,5% del totale)
Superficie 54.591 km² in Brasile
Parrocchie 28 (6 vicariati)
Erezione 1º marzo 1929
Rito romano
Cattedrale Sant'Antonio di Padova
Indirizzo Praça Caldeira Brant 147, 38600-000 Paracatu, MG, Brazil
Sito web dioceseparacatu.org.br
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

La diocesi di Paracatu (in latino: Dioecesis Paracatuensis) è una sede della Chiesa cattolica in Brasile suffraganea dell'arcidiocesi di Montes Claros appartenente alla regione ecclesiastica Centro-Oeste. Nel 2016 contava 227.800 battezzati su 358.900 abitanti. È retta dal vescovo Jorge Alves Bezerra, S.S.S.

TerritorioModifica

La diocesi si trova nella parte nord-occidentale dello Stato brasiliano di Minas Gerais e comprende 14 comuni: Arinos, Bonfinópolis de Minas, Brasilândia de Minas, Buritis, Cabeceira Grande, Dom Bosco, Formoso, Guarda-Mor, João Pinheiro, Natalândia, Paracatu, Unaí, Uruana de Minas e Vazante.

Sede vescovile è la città di Paracatu, dove si trova la cattedrale di Sant'Antonio di Padova.

Il territorio si estende su una superficie di 54.591 km² ed è suddiviso in 28 parrocchie, raggruppate in 6 foranie.

StoriaModifica

La prelatura territoriale di Paracatu fu eretta il 1º marzo 1929 con la bolla Pro munere sibi divinitus di papa Pio XI, ricavandone il territorio dalle diocesi di Montes Claros e di Uberaba (oggi entrambe arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Diamantina.

Il 15 giugno 1957 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Januária.

Il 14 aprile 1962 in forza della bolla Illius navis gubernationi di papa Pio XII la prelatura territoriale fu elevata a diocesi e divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Uberaba.

Il 20 gennaio 1964 i comuni di Arinos e Formoso, già parte della diocesi di Januária, furono annessi alla diocesi di Paracatu.[1]

L'11 ottobre 1966 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Brasília, mentre il 25 aprile 2001 è divenuta suffraganea dell'arcidiocesi di Montes Claros.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Sede vacante (1929-1940)[2]

StatisticheModifica

La diocesi nel 2016 su una popolazione di 358.900 persone contava 227.800 battezzati, corrispondenti al 63,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 80.000 80.000 100,0 8 8 10.000 8 4 6
1965 170.000 148.000 114,9 14 14 12.142 14 7 7
1970 170.000 180.000 94,4 11 11 15.454 12 10 7
1976 172.000 182.044 94,5 11 11 15.636 11 18 8
1977 188.000 225.000 83,6 14 2 12 13.428 12 14 10
1990 238.000 265.000 89,8 13 5 8 18.307 8 14 9
1999 234.000 300.000 78,0 27 21 6 8.666 1 6 10 13
2000 234.000 300.000 78,0 24 17 7 9.750 9 7 7 15
2001 234.000 300.000 78,0 23 15 8 10.173 8 8 5 15
2002 234.000 300.000 78,0 27 19 8 8.666 8 8 5 15
2003 234.000 300.000 78,0 30 23 7 7.800 9 7 10 15
2004 234.000 300.000 78,0 31 24 7 7.548 9 7 8 16
2011 264.000 338.000 78,1 45 39 6 5.866 24 6 7 24
2016 227.800 358.900 63,5 50 45 5 4.556 24 5 7 28

NoteModifica

  1. ^ (LA) Decreto Maiori animarum, AAS 56 (1964), pp. 465-466.
  2. ^ Durante questo lungo periodo di sede vacante fu nominato amministratore apostolico della prelatura territoriale Eliseu Van der Weijer, che il 25 maggio 1940 divenne il primo prelato di Paracatu.
  3. ^ Diocese de Paracatu - Memória e História, su dioceseparacatu.org.br. URL consultato il 16 febbraio 2018.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica