Diocesi di Szombathely

Diocesi di Szombathely
Dioecesis Sabariensis
Chiesa latina
Szombathelyi Cathedral 2015.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Veszprém
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo János Székely
Sacerdoti 131 di cui 100 secolari e 31 regolari
1.651 battezzati per sacerdote
Religiosi 31 uomini, 57 donne
Abitanti 297.375
Battezzati 216.302 (72,7% del totale)
Superficie 4.660 km² in Ungheria
Parrocchie 67
Erezione 17 giugno 1777
Rito romano
Cattedrale Visitazione di Maria Vergine
Indirizzo Berzsenyi Daniel ter 3, Pf. 41, H-9701 Szombathely, Magyarorszag
Sito web www.martinus.hu
Dati dall'Annuario pontificio 2018 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Ungheria

La diocesi di Szombathely (in latino: Dioecesis Sabariensis) è una sede della Chiesa cattolica in Ungheria suffraganea dell'arcidiocesi di Veszprém. Nel 2017 contava 216.302 battezzati su 297.375 abitanti. È retta dal vescovo János Székely.

TerritorioModifica

La diocesi comprende il comitato di Vas e parti del comitato di Zala.

Sede vescovile è la città di Szombathely, dove si trova la cattedrale della Visitazione di Maria Vergine.

Il territorio si estende su 4.660 km² ed è suddiviso in 67 parrocchie.

StoriaModifica

Szombathely corrisponde all'antica città romana di Sabaria (o Savaria), che fu capitale della provincia della Pannonia Prima. Come tale è probabile che fu sede di una diocesi, forse sede metropolitana della provincia, che comprendeva anche le diocesi di Scarbantia (odierna Sopron) e di Carnunto (oggi Petronell-Carnuntum); non si conoscono tuttavia vescovi cattolici di Sabaria. Originario di Sabaria era san Martino di Tours; in una delle sue biografie si racconta che, dopo molti anni di servizio militare, ritornò nella sua città natale e subì la persecuzione del locale vescovo ariano per la sua fede cattolica.

L'odierna diocesi è stata eretta il 17 giugno 1777 con la bolla Relata semper di papa Pio VI, ricavandone il territorio dalle diocesi di Győr, di Veszprém e di Zagabria (le ultime due oggi arcidiocesi). Era originariamente suffraganea dell'arcidiocesi di Esztergom (oggi arcidiocesi di Esztergom-Budapest).

Il primo vescovo, János Szily, costruì il seminario (1777-1780), il palazzo vescovile (1780-1783) e la cattedrale (1791-1797).

In seguito al trattato del Trianon, il 18 maggio 1922 e nel 1923 cedette porzioni del suo territorio rispettivamente all'amministrazione apostolica del Burgenland (oggi diocesi di Eisenstadt) e alla diocesi di Lavant (oggi arcidiocesi di Maribor).

Il 31 marzo 1993 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Veszprém.

Il 1º maggio 2018 è avvenuta a Szombathely la beatificazione di János Brenner, sacerdote della diocesi ucciso in un'aggressione notturna il 15 settembre 1957, nell'ambito della persecuzione antireligiosa del regime comunista.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • János Szily † (23 giugno 1777 - 2 gennaio 1799 deceduto)
  • František Herzan von Harras † (12 maggio 1800 - 1º giugno 1804 deceduto)
  • Leopold Perlaki Somogy † (26 agosto 1806 - 20 febbraio 1822 deceduto)
  • András Bolle † (21 marzo 1825 - 4 giugno 1843 deceduto)
  • Gábor Balassa † (17 giugno 1844 - 11 agosto 1851 deceduto)
  • Ferenc Szenczy † (10 marzo 1853 - 19 febbraio 1869 deceduto)
  • Imre Szabó † (22 novembre 1869 - 28 febbraio 1881 deceduto)
  • Kornél Hidasy † (15 marzo 1883 - 11 ottobre 1900 deceduto)
  • István Vilmos † (16 dicembre 1901 - 24 dicembre 1910 deceduto)
  • János Mikes † (11 dicembre 1911 - 10 gennaio 1936 dimesso[1])
    • Sede vacante (1936-1939)
  • József Grósz † (19 luglio 1939 - 7 maggio 1943 nominato arcivescovo di Kalocsa)
  • Sándor Kovács † (3 marzo 1944 - 8 febbraio 1972 ritirato)
    • Sede vacante (1972-1975)
  • Árpád Fábián, O.Praem. † (7 gennaio 1975 - 14 maggio 1986 deceduto)
  • István Konkoly † (5 giugno 1987 - 20 giugno 2006 ritirato)
  • András Veres (20 giugno 2006 - 17 maggio 2016 nominato vescovo di Győr)
  • János Székely, dal 18 giugno 2017

StatisticheModifica

La diocesi nel 2017 su una popolazione di 297.375 persone contava 216.302 battezzati, corrispondenti al 72,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1948 338.456 391.593 86,4 355 261 94 953 177 401 165
1970 ? 382.410 ? 258 258 ? 175
1980 319.279 408.700 78,1 210 210 1.520 176
1990 290.000 405.000 71,6 160 146 14 1.812 14 176
1999 295.000 392.000 75,3 158 133 25 1.867 35 67 177
2000 295.000 392.000 75,3 156 125 31 1.891 42 69 178
2001 295.000 391.000 75,4 151 122 29 1.953 36 53 178
2002 295.000 390.000 75,6 144 121 23 2.048 26 45 176
2003 294.500 380.000 77,5 142 120 22 2.073 25 37 176
2004 294.000 378.000 77,8 144 120 24 2.041 27 44 176
2010 302.538 390.470 77,5 141 115 26 2.145 28 26 156
2014 298.100 387.500 76,9 135 105 30 2.208 30 56 142
2017 216.302 297.375 72,7 131 100 31 1.651 31 57 67

NoteModifica

  1. ^ Nominato vescovo titolare di Acmonia.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN134637028 · WorldCat Identities (ENviaf-134637028
  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi