Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'imprenditrice statunitense, vedi Dixie Carter (wrestling).
Dixie Carter

Dixie Virginia Carter (McLemoresville, 25 maggio 1939Houston, 10 aprile 2010) è stata un'attrice statunitense.

BiografiaModifica

Dixie Carter nacque a McLemoresville, nel Tennessee, e ha trascorso i suoi primi anni a Memphis. Ha frequentato il college alla University of Tennessee a Knoxville,a sud-ovest di Memphis (ora Rhodes College). Era un'ottima studentessa, e dopo i suoi anni di studio si laureò in Lingua inglese. A scuola era un membro della confraternita Delta Delta Delta. Nel 1959, Dixie partecipò a Miss Tennessee, dove si classificò al primo posto.

CarrieraModifica

Nel 1960, Carter fece il suo debutto professionale in una produzione del Memphis Carousel. Nel 1963 si trasferì successivamente a New York City, dopo aver ottenuto una parte in una produzione di Shakespeare, The Winter's Tale. Rimase otto anni lontana dalle scene per tornare nel 1974, quando sostituì Nancy Pinkerton nella serie televisiva One Life to Live, poiché l'attrice era in maternità. Successivamente ottenne il ruolo di Olivia Brandeis "Brandy" Henderson nella soap opera Ai confini della notte, che andò in onda dal 1974 al 1976. La Carter accettò il ruolo nonostante si dicesse che una soap avrebbe avuto effetti negativi sulla sua carriera. Quando lasciò lo show nel 1976 si trasferì a Los Angeles per proseguire con ruoli più importanti.

Apparve in serie come Out of the Blue, Il mio amico Arnold e Filthy Rich. L'apparizione in Filthy Rich le aprì la strada per il suo ruolo più famoso, quello di decoratrice di interni Julia Sugarbaker nel programma televisivo degli anni 80/90 Quattro donne in carriera. Hal Holbrook, il vero marito della Carter, compare spesso nella serie nel ruolo di Reese Watson, e le loro figlie, Ginna e Mary Dixie, appaiono come guest stars nel ruolo delle nipoti Jennifer e Camilla.

Dal 1999 al 2002 interpretò Randi King nella serie drammatica legale In tribunale con Lynn. Nel 2004 fece un'apparizione nella serie Law and Order: SVU, interpretando l'avvocato Denise Brockmorton nell'episodio intitolato Home.

Dixie interpretò anche molti musical di Broadway. Nel 1976 interpretò Melba Snyder nell'opera Circle in the Square revival di Pal Joey e più recentemente la diva Maria Callas in Master Class di Terrence McNally, un ruolo creato da Zoe Caldwell.

Ultimamente Dixie aveva ritrovato la fama interpretando il ruolo di Gloria Hodge in Desperate Housewives, indimenticabile suocera psicopatica di Bree van de Kamp, guadagnandosi una nomination agli Emmy per il suo meraviglioso lavoro nella serie.

La Carter è morta il 10 aprile 2010, a Houston, in Texas. La sua dipartita fu annunciata dal marito, il quale dichiarò come causa del decesso l'aggravarsi delle complicazioni di un cancro endometriale che le fu diagnosticato nei primi mesi del 2010.

Vita privataModifica

Nel 1967 Dixie sposò l'uomo d'affari Arthur Carter. Ebbero due figlie: Mary Dixie e Ginna. A causa della nascita delle figlie Dixie lasciò la recitazione per otto anni.

Divorziò da Arthur Carter nel 1977 e sposò l'attore George Hearn quello stesso anno. Due anni dopo, nel 1979, i due divorziarono e Dixie sposò Hal Holbrook il 27 maggio 1984.

Nel 1996, la Carter pubblicò un libro di memorie intitolato Trying to Get to Heaven, nel quale parla della vita con Hal Holbrook, di Quattro donne in carriera e delle operazioni di chirurgia plastica che ha subito durante la sua carriera. Ha ammesso, come altri colleghi, di aver fatto uso dell'ormone HGH per le sue note proprietà anti-età.[1]

FilmografiaModifica

Doppiatrici ItalianeModifica

NoteModifica

  1. ^ USA Today Archiviato il 27 novembre 2010 in Internet Archive. November 15, 2000

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79425017 · ISNI (EN0000 0000 5795 0825 · LCCN (ENn95075674 · GND (DE119449110 · WorldCat Identities (ENn95-075674