Apri il menu principale

Eien no Zero

film del 2013 diretto da Takashi Yamazaki
Eien no Zero
Eien nо Zero (film).png
Titolo originaleEien no Zero
Paese di produzioneGiappone
Anno2013
Durata144 min
Generedrammatico, guerra
RegiaTakashi Yamazaki
SceneggiaturaTakashi Yamazaki, Tamio Hayashi
ProduttoreShuji Abe, Chikahiro Ando, Hitoshi Endô, Ryuhei Tsutsumi, Taichi Ueda
Produttore esecutivoTatsuro Hatanaka, Minami Ichikawa
FotografiaKôzô Shibasaki
MontaggioRyuji Miyajima
MusicheNaoki Satō
Interpreti e personaggi

Eien no Zero (永遠の0?) è un film del 2013 diretto da Takashi Yamazaki con la partecipazione di Haruma Miura e Mao Inoue. La storia si basa sul romanzo storico bellico scritto da Naoki Hyakuta e pubblicato nel 2006.

Il film ha vinto la 16ª edizione del Far East Film Festival nel 2014 a Udine.[1]

TramaModifica

Verso la fine della seconda guerra mondiale, un solitario aereo da caccia Mitsubishi A6M-Zero minaccia costantemente con la sua potenza di fuoco la flotta statunitense (la United States Pacific Fleet) stanziata nell'Oceano Pacifico.

Kyuzo, il pilota, è altamente qualificato, ma è sempre stato considerato dai compagni come un codardo in quanto riesce sempre a tornare sano e salvo, a differenza degli altri, dalle missioni, anche le più difficili e pericolose. Egli in realtà abbandona le battaglie quando queste divengono troppo pericolose e ciò è frutto della promessa fatta alla moglie Matsuno e alla figlia Kiyoko di tornare a casa dalla guerra vivo.

Nel 2004 il ventiseienne Kentaro, ripetutamente fallito l'esame nazionale forense, comincia seriamente ad interrogarsi sul proprio più prossimo futuro. Un giorno egli viene a sapere che non vi è alcun legame di sangue tra lui ed il nonno materno Kenichiro.

Allora, aiutato in ciò dalla sorella maggiore Keiko, Kentaro comincia a cercare il suo vero nonno, Kyuzo, e va a fare visita a molti dei suoi ex compagni durante il conflitto. Il giovane scopre il motivo per cui Kyuzo aveva deciso di diventare un pilota kamikaze grazie ad Izaki, che inizia a confidarsi con i ragazzi.

Subito dopo l'attacco di Pearl Harbor da parte dei giapponesi contro gli americani, avvenuto il 7 dicembre 1941, la marina imperiale giapponese inizia ad avanzare sempre più verso la parte sud del Pacifico, fino a quando non rimane sconfitta nella battaglia delle Midway e a seguito del bombardamento di Rabaul da parte degli statunitensi nel 1943.

In tale grave situazione alcuni piloti della squadriglia di Kyuzo scelgono di morire gloriosamente in battaglia, andando a schiantarsi con i loro aerei contro le navi americane. Kyuzo prova a dissuaderli e riesce un poco alla volta a convincerli a sopravvivere; questo a dispetto delle alte sfere con cui finisce con l'entrare in collisione.

Kentaro e Keio ancora non riescono a comprendere il motivo per cui alla fine il nonno abbia scelto di far parte del gruppo che compiva gli attacchi suicidi. Vengono anche a sapere di una promessa tra Kyuzo e Kenichiro, colui che fino a poco tempo prima avevano creduto esser il loro nonno.

Una mattina d'estate 1945 Kyuzo sale su uno dei caccia "Zero", prendendo il posto di un altro commilitone (e salvandogli così la vita): sua destinazione è una delle portaerei di classe Essex, contro cui va a morire.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica