Enrico Beaufort

cardinale e vescovo cattolico inglese
Enrico Beaufort
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal henry beaufort.jpg
Ritratto del cardinale Beaufort
Arms of John Beaufort, 1st Earl of Somerset.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1374 circa a Beaufort
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo1º giugno 1398 da papa Bonifacio IX
Consacrato vescovo14 luglio 1398
Creato cardinale24 maggio 1426 da papa Martino V
Deceduto11 aprile 1447 a Winchester
 

Enrico Beaufort (Beaufort, 1374 circa – Winchester, 11 aprile 1447) è stato un cardinale e vescovo cattolico inglese.

BiografiaModifica

Nacque in Francia, nel castello di Beaufort, secondo dei quattro figli di Giovanni di Gand, primo duca di Lancaster, e della sua amante, Catherine de Roet. Era nipote del re Edoardo III d'Inghilterra e cugino del re Riccardo II.

Studiò all'università di Oxford e ad Aquisgrana. Non si hanno informazioni sulla sua consacrazione sacerdotale. Fu prebendario nella cattedrale di Sutton (1391) e decano di Wells (1397).

Il 1º giugno 1398 fu nominato vescovo di Lincoln; ricevette la ordinazione episcopale il 14 luglio 1398. Rettore dell'Università di Oxford nel 1399, fu nominato cancelliere d'Inghilterra nel 1403 dal suo fratellastro, che era salito al trono come Enrico IV, ricoprì la carica fino al 1404.

Il 19 novembre 1404 fu trasferito alla sede episcopale di Winchester. In seguito occupò diversi incarichi importanti alla corte inglese: legato di papa Gregorio XII in Inghilterra e in Irlanda (27 agosto 1409); ambasciatore del re d'Inghilterra in Francia; di nuovo cancelliere del regno tra il 1413 ed il 1417; membro dell'ambasciata inglese che negoziò la pace con la Francia nel 1414. Partecipò al concilio di Costanza e sostenne l'elezione di papa Martino V nel conclave del 1417. Nel 1424 fu nominato per la terza volta cancelliere del regno inglese.

Fu creato cardinale presbitero da papa Martino V nel concistoro del 24 maggio 1426. Tre giorni dopo ricevette il titolo cardinalizio di Sant'Eusebio, mantenendo comunque la sua sede di Winchester fino alla morte.

Nel 1427 fu nominato da papa Martino V legato a latere in Germania, Ungheria e Boemia per contrastare l'eresia hussita. Fece parte del tribunale ecclesiastico che condannò Giovanna d'Arco al rogo.

Fu nominato infine protopresbitero nel marzo 1444.

È morto nel palazzo di Wolvesey a Winchester l'11 aprile 1447 ed è stato sepolto nella locale cattedrale.

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN50024934 · ISNI (EN0000 0000 3139 4066 · LCCN (ENn88046621 · GND (DE118936832 · BNF (FRcb12201153w (data) · CERL cnp00542811 · WorldCat Identities (ENlccn-n88046621