Finch (film)

film del 2021 diretto da Miguel Sapochnik
Finch
Finch2021.png
Tom Hanks in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito
Anno2021
Durata115 min
Generedrammatico, fantascienza
RegiaMiguel Sapochnik
SceneggiaturaCraig Luck, Ivor Powell
ProduttoreIvor Powell, Jacqueline Levine, Kevin Misher, Jack Rapke, Robert Zemeckis
Produttore esecutivoMiguel Sapochnik, Craig Luck, Andy Berman, Naia Cucukov, Adam Merims, Frank Smith
Casa di produzioneAmblin Partners, Dutch Angle, ImageMovers, Misher Films, Walden Media
Distribuzione in italianoApple TV+
FotografiaJo Willems
MontaggioTim Porter
Effetti specialiBurt Dalton, Scott Stokdyk
MusicheGustavo Santaolalla
ScenografiaTom Meyer
CostumiKurt and Bart
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Finch è un film del 2021 diretto da Miguel Sapochnik.

TramaModifica

In un futuro prossimo, in cui il mondo è stato devastato da un'eruzione solare e la maggior parte delle persone sono morte, un uomo di nome Finch lotta per la sopravvivenza. Ogni giorno saccheggia e ripulisce supermercati e palazzi desolati e devastati alla ricerca di un po' di cibo. Finch vive all'interno di una pala eolica insieme al suo cane, a cui tiene più della sua stessa vita. Oltre a saccheggiare i supermercati, il protagonista passa le sue giornate in un laboratorio dove cerca di costruire un'intelligenza artificiale che possa badare al suo cane quando lui morirà. Infatti, dal momento che i raggi UV sono ora estremamente dannosi, dopo una serie di esposizioni al sole, il corpo di Finch è completamente devastato da alcuni terribili tumori. Un giorno, finalmente, Finch riesce a dare vita alla A.I. con cui interagisce e a cui insegna i comandi primari come parlare e rispondere. Quello stesso giorno scopre che un tornado si abbatterà su St. Louis, la città dove vive e per questo decide di costruire un corpo robotico alla A.I e di mettersi in viaggio verso un luogo più sicuro, San Francisco.

Parte con un camper appositamente modificato per questo viaggio, insieme al robot e al suo cane. La prima tappa è una piccola città di cui non si conosce il nome. Qui Finch insegna al robot le regole base per la sopravvivenza e lo istruisce su come comportarsi per trovare cibo. Dopo un po' entrano in un cinema e qui il robot avverte la presenza di numerosi umani all'interno della stanza ma non vedendoli ostili non riferisce niente a Finch. Il tornado sta pian piano raggiungendo anche questa città e per questo motivo i protagonisti decidono di scappare sulle montagne dove il tornado non sarebbe dovuto arrivare. Sfortunatamente non è così e per prevenire la perdita del camper, per loro essenziale, Finch decide di fermarsi e inchiodare il camper a terra. Con l'aiuto del robot riesce ad fissare il camper al terreno. Nonostante questo, il camper viene fortemente danneggiato ma non abbastanza da lasciarli senza mezzo di trasposto. A questo punto, Finch si interroga su quale sia il nome più adatto al robot e di comune accordo scelgono "Jeff".

Dopo aver ripreso il viaggio, Finch e il robot sono di nuovo costretti a fermarsi in una stazione di servizio a causa di un malore. Il protagonista entra con il fedele cane e lascia Jeff di guardia al camper. Nonostante alcuni avvertimenti, Jeff si mette alla guida del camper e va a sbattere contro un'auto parcheggiata, danneggiando ulteriormente il mezzo. Poco dopo però Finch decide che è il momento di insegnare a Jeff come guidare il camper, così da poter proseguire il viaggio mentre lui si riposa. Finch va a dormire e si risveglia in una città diversa. A quanto pare Jeff ha guidato tutta la notte raggiungendo infine un ospedale, in cerca di provviste. Finch che intuisce subito che qualcosa non va, si veste in fretta e furia e corre alla ricerca di Jeff. Dopo averlo trovato, i due, sentendo dei rumori in lontananza, decidono di scappare. Finch è sempre più malato e incomincia ad arrendersi all'inevitabile destino. Jeff però non ha intenzione di arrendersi e durante la notte riprende a guidare e va verso la costa ovest. Arrivati ad un certo punto il trasmettitore di Finch comunica ai passeggeri che i raggi UV non sono più dannosi in quella zona del mondo. Visto ciò Jeff sveglia Finch e i due scendono dal camper, stendendosi felicemente sotto il sole, come non facevano ormai da molto tempo.

Dopo un pranzo veloce, Finch sente che la sua ora è arrivata:inizia a tossire sangue e muore abbracciato al suo cane. Dopo aver dato l'ultimo saluto all'amico e creatore e aver superato un piccolo attacco di panico, Jeff decide che è il momento di rimettersi in viaggio verso San Francisco e coronare il sogno di Finch: ammirare il panorama dal Golden Gate Bridge. Nell'ultima scena Jeff appende un cartello e una cartolina in ricordo dell'amico. Molti altri hanno appeso cartoline per onorare amici e famigliari scomparsi. Alla fine Jeff decide di andare alla ricerca di qualche sopravvissuto da aiutare.

ProduzioneModifica

Inizialmente il film era intitolato BIOS.

La sceneggiatura era stata inserita nella Black List del 2017,[1] lista che raccoglie le migliori sceneggiature non prodotte.

RipreseModifica

Le riprese del film, iniziate nel febbraio 2019 ad Albuquerque,[2] sono terminate nel maggio dello stesso anno.[3]

PromozioneModifica

Il primo trailer del film è stato diffuso il 20 settembre 2021.[4]

DistribuzioneModifica

Il film è stato distribuito su Apple TV+ a partire dal 5 novembre 2021.[4]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Jacob Hall, 2017 Black List Revealed: Here Are The Most Liked Unproduced Screenplays Of The Year, su /Film, 11 dicembre 2017. URL consultato il 21 settembre 2021.
  2. ^ (EN) Filming in February: Miguel Sapochnik to Direct Upcoming Feature Film ‘Bios’ in Albuquerque, NM, su productionlist.com, 7 febbraio 2019. URL consultato il 21 settembre 2021.
  3. ^ (EN) Rebecca Murray, Skeet Ulrich and Laura Harrier Join Tom Hanks in ‘Bios’, su showbizjunkies.com, 22 maggio 2019. URL consultato il 21 settembre 2021.
  4. ^ a b   Apple TV+, Finch — Official Trailer, su YouTube, 20 settembre 2021. URL consultato il 21 settembre 2021.
  5. ^ Valentina D'Amico, CRITICS CHOICE SUPER AWARDS 2022: SPIDER-MAN: NO WAY HOME, JUSTICE LEAGUE E MIDNIGHT MASS TRA I CANDIDATI, su movieplayer.it, Movieplayer.it, 23 febbraio 2022. URL consultato il 4 marzo 2022.

Collegamenti esterniModifica