Gangsta's Paradise (singolo)

singolo di Coolio del 1995
Gangsta's Paradise
CoolioGangstaVideo.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaCoolio
FeaturingL.V.
Tipo albumSingolo
Pubblicazione8 agosto 1995
Durata4:00
Album di provenienzaGangsta's Paradise
GenereGangsta rap
Hardcore hip hop
Conscious hip hop
EtichettaTommy Boy Records
ProduttoreDoug Rasheed
Registrazione1994[1]
FormatiCD, cassetta, vinile, download digitale, streaming
Certificazioni originali
Dischi d'oroSvezia Svezia[2]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (5)[3]
(vendite: 350 000+)
Austria Austria[4]
(vendite: 10 000+)
Germania Germania (2)[5]
(vendite: 1 000 000+)
Norvegia Norvegia (4)[6]
(vendite: 40 000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi (4)[7]
(vendite: 80 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)[8]
(vendite: 1 800 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[9]
(vendite: 3 000 000+)
Certificazioni FIMI (dal 2009)
Dischi di platinoItalia Italia (3)[10]
(vendite: 150 000+)
Coolio - cronologia
Singolo precedente
It Takes a Thief Bitch
(1994)
Singolo successivo
Mama I'm in Love Wit a Gangsta
(1995)

Gangsta's Paradise è un singolo del rapper statunitense Coolio, pubblicato l'8 agosto 1995 come primo estratto dall'album omonimo.

DescrizioneModifica

Il singolo, che ha visto la collaborazione del rapper statunitense L.V., venne in seguito inserito anche nella colonna sonora del film Pensieri pericolosi del 1995, con protagonista Michelle Pfeiffer. Coolio ricevette un Grammy Award per il brano che fu anche votato come miglior singolo dell'anno nel concorso The Village Voice.

Il brano è considerato essere una pietra miliare della musica rap.[11]

Il ritornello del brano rielabora quello di Pastime Paradise di Stevie Wonder, il cui testo fu cambiato da Coolio per essere più attinente all'argomento della vita in strada, dandogli un'atmosfera più oscura.[12] La canzone comincia con una citazione dal salmo 23 della Bibbia, e parla di come la società odierna marginalizzi nei quartieri più poveri le persone che ci vivono, costringendole a vivere in certi ambienti degradati, e di conseguenza spingendoli a vivere situazioni pericolose, inducendoli ad una vita da criminali.[13]

In un'intervista al TG1 dell'ottobre 2013, Coolio ha affermato: «non sono io ad aver scritto la canzone, ma è lei che è venuta da me».

Video musicaleModifica

Il videoclip, diretto da Antoine Fuqua per la Propaganda Films, figura la partecipazione di Michelle Pfeiffer, che riprende il ruolo che ha nel film Pensieri pericolosi. Il video ha vinto l'MTV Video Music Award come "miglior video rap" nel 1996.

TracceModifica

CD-Maxi
  1. Gangsta's Paradise – 4:00
  2. Gangsta's Paradise (Instrumental) – 3:49
  3. Coolio - Fantastic Voyage (Album Version) – 4:04
CD-Singolo
  1. Gangsta's Paradise – 4:00
  2. Gangsta's Paradise (Instrumental) – 3:49

ClassificheModifica

Chart (1995-1996)[14][15][16][17] Massima
posizione
U.S. Billboard Hot 100 1
U.S. Billboard Hot Rap Singles 1
U.S. Billboard Rhythmic Top 40 2
U.S. Billboard Top 40 Mainstream 17
U.S. ARC Weekly Top 40 1
Australian Singles Chart 1
Austrian Singles Chart 1
Belgian (Flanders) Singles Chart 1
Belgian (Wallonia) Singles Chart 1
Dutch Singles Chart 1
Finnish Singles Chart 1
French Singles Chart 1
German Singles Chart 1
Irish Singles Chart 1
Italian Singles Chart 1
Latvian Airplay Top 1
New Zealander Singles Chart 1
Norwegian Singles Chart 1
Swedish Singles Chart 1
Swiss Singles Chart 1
UK Singles Chart 1

CoverModifica

Nel 1996 il cantante statunitense "Weird Al" Yankovic ha creato una parodia del brano, dal titolo Amish Paradise.

NoteModifica

  1. ^ https://youtube/yF2XH4hPUkM
  2. ^ Copia archiviata (PDF), su ifpi.se. URL consultato il 29 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  3. ^ Australian Fun Countdowns: Accreditation Awards, su australianfuncountdowns.blogspot.it.
  4. ^ (DE) Coolio - Gangsta's Paradise – Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 23 marzo 2021.
  5. ^ (DE) Coolio - Gangsta's Paradise – Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 23 marzo 2021.
  6. ^ IFPI, su ifpi.no.
  7. ^ Redirecting, su btnativedirect.com.
  8. ^ (EN) Gangsta's Paradise, British Phonographic Industry. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  9. ^ (EN) Coolio - Gangsta's Paradise – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 23 marzo 2021.
  10. ^ Gangsta's Paradise (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 2 luglio 2019.
  11. ^ http://blog.vh1.com/2008-09-24/100-greatest-hip-hop-songs/
  12. ^ https://www.whosampled.com/sample/114/Coolio-L.V.-Gangsta's-Paradise-Stevie-Wonder-Pastime-Paradise/
  13. ^ https://web.archive.org/web/20150224145435/http://www.theretuned.com/adventures-in-missing-the-point-gangstas-paradise/
  14. ^ "Gangsta's Paradise", various Singles Chart Lescharts.com (ultimo accesso: 21 febbraio 2008)
  15. ^ Irish Single Chart Irishcharts.ie (ultimo accesso: 21 febbraio 2008)
  16. ^ UK Singles Chart Everyhit.com (ultimo accesso: 21 febbraio 2008)
  17. ^ Billboard Billboard.com (ultimo accesso: 21 febbraio 2008)

Collegamenti esterniModifica