Apri il menu principale
Gaspare Bernardi
Gaspare Bernardi.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Jazz
Periodo di attività musicale1977 – in attività
StrumentoCorno
EtichettaStorie di Note
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Gaspare Bernardi (Pievepelago, 20 settembre 1957) è un musicista e poeta italiano.

BiografiaModifica

«Cantautore, ma anche musicista colto ed artista multimediale che cerca di unire, nei suoi spettacoli, musica, poesia, recitazione e canto»

(Fabrizio Cernaz,Gazzetta di Modena, 24 aprile 1993)

«La poesia di Bernardi va in cerca di musica»

(Felice Liperi,Musica di Repubblica, 11 aprile 2002)

Poeta, musicista e ideatore di progetti creativi, si diploma in corno al conservatorio di Lucca.

Nel 2000 debutta discograficamente con "L'arco terrestre", contenente una nota introduttiva del regista Alejandro Jodorowsky[1]. Nello stesso anno pubblica la sua prima raccolta di testi poetici “Sulla Linea tra gli emisferi”[2] (Premio Speciale "Maestrale" 2002, presidente della giuria Nico Orengo), a cui segue, nel 2005 il cd/album "Canzoni prime da Estati Lontane" dove ospita Paolo Fresu, il grande chitarrista classico Flavio Cucchi, Simone Zanchini alla fisarmonica e il trombettista newyorkese Tom Kirkpatrick.

Nel 2006 dà vita al "Gaspare Bernardi Gaiber Project", con la collaborazione di Lele Leucci alla chitarra-synth e di Peppe Galassini al basso e programmazioni.

NoteModifica

  1. ^ ... ho preso il tuo disco e lo messo sotto il cuscino e ho riposato profondamente quarantotto ore. Quarantotto ore preziose e ho sognato ascoltando la tua musica. È divina e mi ha ridato la vita onirica. Augurerei che tutti possano sognare in questo modo... con la tua musica” estratto dalla nota introduttiva di Alejandro Jodorowsky a “L'Arco Terrestre”
  2. ^ “Basterebbe un po' più di attenzione da parte degli altri, anche solo di “alcuni altri”, per fare di Gaspare Bernardi un grande affabulatore. Lui che nella delicatezza del dire e nell'ondulato fluire melodico delle sue canzoni e poesie, propone il sogno della serenità come certezza del quotidiano, rinnovato dalla libertà e dall'amore” estratto dalla nota introduttiva di Silvano Agosti a “Sulla Linea tra gli emisferi”

DiscografiaModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica