Apri il menu principale
Italia Giro di Lombardia 2011
Edizione105ª
Data15 ottobre
PartenzaMilano
ArrivoLecco
Percorso241 km
Tempo6h20'02"
Media38,05 km/h
Valida perUCI World Tour 2011
Ordine d'arrivo
PrimoSvizzera Oliver Zaugg
SecondoIrlanda Daniel Martin
TerzoSpagna Joaquim Rodríguez
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Giro di Lombardia 2010Giro di Lombardia 2012

Il Giro di Lombardia 2011, centocinquesima edizione della "classica delle foglie morte", si è corso il 15 ottobre 2011 affrontando un percorso di 241 km. È stato vinto dallo svizzero Oliver Zaugg[1].

Indice

PercorsoModifica

Il Giro di Lombardia 2011, partito da Milano, si è concluso per la prima volta a Lecco. Il tracciato di 241 km ha interessato cinque provincie lombarde: Milano, Monza-Brianza, Como, Lecco e Bergamo. Il percorso fu immediatamente considerato come uno dei più impegnativi degli ultimi anni, ma lo svolgimento della corsa non ha causato la selezione attesa. Comunque la salita inedita di Ello in località Villa Vergano, posta a solo 9 km dall'arrivo, si è rivelata decisiva consentendo a Zaugg di avvantaggiarsi sulle sue rampe e giungere solitario all'arrivo. Precedentemente erano state affrontare tre classiche salite del Lombardia: valico di Valcava, Colma di Sormano e Madonna del Ghisallo.

Squadre e corridori partecipantiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Giro di Lombardia 2011.
N. Cod. Squadra
1-7 OLO   Omega Pharma-Lotto
11-18 ASA   Acqua & Sapone
21-28 ALM   AG2R La Mondiale
31-38 AND   Androni Giocattoli-C.I.P.I.
41-48 BMC   BMC Racing Team
51-58 COG   Colnago-CSF Inox
61-67 EUC   Team Europcar
71-78 EUS   Euskaltel-Euskadi
81-88 FAR   Farnese Vini-Neri Sottoli
91-98 FDJ   FDJ
101-108 GEO   Geox-TMC
111-116 THR   HTC-Highroad
121-128 KAT   Katusha Team
N. Cod. Squadra
131-138 LAM   Lampre-ISD
141-147 LEO   Team Leopard-Trek
151-158 LIQ   Liquigas-Cannondale
161-168 MOV   Movistar Team
171-178 AST   Pro Team Astana
181-188 QST   Quickstep Cycling Team
191-198 RAB   Rabobank Cycling Team
201-208 SBS   Saxo Bank-Sungard
211-218 SKY   Sky Procycling
221-228 GRM   Team Garmin-Cervélo
231-238 RSH   Team RadioShack
241-248 VCD   Vacansoleil-DCM

Resoconto degli eventiModifica

Dopo una quarantina di chilometri ha preso il largo la prima fuga. Al km 48 con un vantaggio di 56" sul gruppo, erano sei i fuggitivi: Mikel Astarloza, Johan Vansummeren, Claudio Corioni, Omar Bertazzo, Yukiya Arashiro e Andrea Pasqualon. Al settantesimo km i fuggitivi raggiungevano il loro vantaggio massimo, 6'50". Nel corso della ascesa alla Valcava, la Liquigas aumentava l'andatura tanto che il vantaggio dei battistrada scendeva a 1'35". Finita la salita, il vantaggio risaliva fino a 6'15" al km 132, nel paese di Sirone. Nell'affrontare la Colma di Sormano, il gruppetto di testa si spezzava; solo Astarloza, Van Summeren e Arashiro conservavano 1'06” sul gruppo. Sarà la discesa a fare la selezione venuta a mancare sulla salita.

Luca Paolini affronta a tutta velocità i dieci km di una discesa molto tecnica. Al ritorno in pianura, terminata la prima fuga di giornata, si formava un gruppetto con alcuni dei favoriti alla vittoria finale: Philippe Gilbert, Jakob Fuglsang, Vincenzo Nibali e Giovanni Visconti. All'inizio del Ghisallo Nibali provava l'attacco riuscendo a staccare di ruota al secondo tentativo chi aveva retto al primo, e cioè Paolini, Gilbert e Fuglsang. Sul Ghisallo Nibali aveva 1'27” di vantaggio sui primi inseguitori. Ma a 17 km dall'arrivo la fuga di Nibali terminava.

Sono 42 i ciclisti che hanno affrontato insieme l'inedita ultima salita a Villa Vergano. Era Oliver Zaugg a involarsi nel tratto più ripido scollinando con 15" sul primo inseguitore, Domenico Pozzovivo. Gli ultimi 9 km di discesa non cambiano il responso finale del Lombardia 2011: lo svizzero Oliver Zaugg ha vinto la classica monumento d'autunno, sua prima vittoria da professionista.

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

NoteModifica

  1. ^ Ciro Scognamiglio, Zaugg, l'ultimo degli outsider "Mai avuto paura di perdere", in gazzetta.it. URL consultato il 21 ottobre 2011.